MULTA DI CARTA RICICLATA

(263) Qualcuno in giro sta cominciando a domandarsi cosa mai sia quel grosso scatolone di ferro posto proprio di fronte i vigili di fuoco. A cosa servirà mai? Restringendo il campo della ricerca, sappiamo tutti benissimo cos’è la SOGEIR, e siamo consapevoli che quell’ammasso di ferro sia di sua proprietà.
Tra non molto tempo, proprio di fronte i vigili del fuoco,sarà attiva la raccolta differenziata: sarà possibile portare i propri rifiuti differenziati (la plastica con la plastica, l’alluminio con l’alluminio, il vetro con il vetro, il cartone con il cartone) per poter poi mostrare la propria tessera ed avere alla fine delle detrazioni sulla bolletta della spazzatura. Già perché la differenziata finalmente sta cominciando a diffondersi. Secondo il decreto Ronchi entro il 2003 dovevamo arrivare al 35% di rifiuti differenziati, tuttavia ancora oggi nel 2008 siamo appena arrivati al 7%. Si prevedono gravi multe da parte dello Stato per tutte quelle regioni che non riusciranno ad arrivare al 35%. A Napoli ad esempio la soglia di differenziata è stata portata al 45%; così visto tale obiettivo non si potrà mai raggiungere, ci saranno multe esorbitanti per tutta la cittadinanza. Resterà poi alla SOGEIR gestire realmente questi rifiuti affinchè possano essere sfruttati al meglio(Produzione di energia, acqua calda o riciclo). A Marsala una iniziativa del genere era stata introdotta, solamente che non ha avuto un buon esito (udite, udite) a causa dei giovani ragazzi che in una specie di carrellino dove mettere i rifiuti mettevano di tutto e di più. Ora, siccome noi sappiamo di essere cittadini civilizzati, dobbiamo al più presto cominciare ad entrare nell’ottica del riciclo. Con una piccola campagna d’informazione il comune potrà ottenere risultati migliori. Ce la faremo? Verremo informati adeguatamente per tempo?

 Dario Ciaccio

2 pensieri su “MULTA DI CARTA RICICLATA

  1. SalvoLogin

    Ma come è finita con la raccolta porta a porta tanto pubblicizzata dalla sogeir che addirittura attraverso le nostre salatissime bollette aveva ingaggiato Sasà Salvaggio per unire in un unico connubbio spazzatura e cabaret?

    Infatti dopo averci fatto piangere per pagare poi ci hanno fatto ridere sopratutto con la battuta finale di Sasà durante il carnevale citando un soprannome “Scup”

    Distinti saluti riciclati da

    Salvo Scoop

  2. utente anonimo

    Viene fatta e spedita in america.

    Per portare qualcosa ai nostri compaesani.

    Colluccio dove sei ………………

    Mah mi pari fracco ………………..

    e Portolano invece Giganteggia

    Chi farsa

    Chi pigliata pu cu……….

    Grande Scupettate, europee, macedoni e intercontinentali

    Salvo Bilancio , Quaranta (altro che spettacolo, è indecente)

    Salvo Quaranta mila………………euro a la banca di li pupi

I commenti sono chiusi.