Archivio della categoria: – SMB fu margheritese

Ciao Lilli (il ricordo del Sindaco Franco Valenti)

lutto“Cara Lilli,
dover rappresentare il dolore, la mestizia, il cordoglio di una intera comunità per la perdita di una delle sue figlie migliori è stato, fino ad oggi, il momento più difficile e complicato della mia esperienza di Sindaco.
Appena qualche mese fa mi avevi chiesto, con la consapevolezza, la lucidità e l’ironia delle persone intelligenti: Franco fammi un bel discorso. Continua a leggere

16° anniversario della scomparsa dell’on. Gaetano Gulotta

Gulotta GaetanoRiceviamo e pubblichiamo questo articolo di Nino Gulotta
Il venti Settembre scorso ricorreva l’ottantanovesimo compleanno dell’Onorevole Dottore Gaetano Gulotta e il ventisette dello stesso mese il sedicesimo anniversario della sua scomparsa. Più volte consigliere comunale e Sindaco di  Santa Margherita, il dottore Gulotta è stato certamente una figura di primo piano nella città del Gattopardo. Continua a leggere

Onore ai garibaldini margheritesi

piazzale(2187) Ci sentiamo in dovere di ridare onore a dei nostri compaesani dimenticati da chi di dovere, ma da noi sempre ricordati. Nefasta è stata per loro la giornata di sabato 6 agosto. Terrificante il pomeriggio, amareggiante la sera.
Infatti prima, sempre chi di dovere ha intitolato nell’anno del 150° anniv. dell’Unità d’Italia il piazzale antistante il Museo della Memoria ad una regnante borbonica con cotanto inno e stendardi borbonici, poi durante la sera dopo una girolè a 360° nel festeggiare proprio i 150 anni dell’Unità d’Italia, sempre chi di dovere ha enunciato che nell’agrigentino solo due furono i garibaldini:  uno era di Ribera ed era Francesco Crispi, l’altro era di Santa Margherita ed era  Giovan Battista Di Giuseppe, dimenticando ahinoi che in verita oltre al citato Di Giuseppe,  ci furono altri 5 garibaldini margheritesi.
Infatti come quasi tutti sappiamo (purtroppo qualcuno ancora no) sia dal volume su Santa Margherita scritto dal Prof. Scuderi , sia anche da alcuni articoli a loro dedicati ( non ultimo venerdi scorso 
L’ammiraglio Caracciolo impiccato nel 1799 scrive al sindaco di Santa Margherita di Belìce  e prima ancora   I nostri Mille…ricordiamoli noi ) pubblicati qui sul blog a firma di Giacomo Giuffrida Samonà,  i margheritesi che indossarono la camicia rossa furono in 6: Il Dott. Giuseppe Montalbano, di Montevago, ma Margaritese d’adozione, Vittorio Fumuso, Giuseppe Santoro (porta bandiera), Nunzio Santoro fu Giuseppe,  Girolamo GianfalaVincenzo Governali  e poi l’unico enunciato sabato sera Giovan Battista Di Giuseppe.
Oggi vogliamo ricordare con onore questi nostri concittadini e sin da adesso per noi il piazzale davanti il Museo della Memoria non sarà Piazzale Regina Carolina di Borbone ma Piazzale dei Garibaldini Margheritesi.

Il senatore dottore GIUSEPPE TRAINA, nel ricordo propostoci da Andrea Giuseppe Randazzo.

422389f1(2181) di Giacomo Giuffrida Samonà 
Presentato ieri sera (03 agosto 2011) nell’incantevole scenario del giardino di Palazzo Cutò, il libro di Andrea Giuseppe Randazzo  “Giuseppe Traina, Uomo Medico e Politico d’altri tempi “. Libro che illustra, meglio di cento discorsi, la vita e l’opera di questo autentico filantropo margheritese, raccontata dalla  viva voce dei pazienti ed amici di allora, raccolte dall’autore in una serie di interviste la cui lettura ci restituisce, ad oltre cinquant’anni dalla scomparsa del Dottore, la figura di un Uomo che aveva fatto della medicina, in tempi difficilissimi, di grande miseria economica, e per noi oggi quasi remoti, una vera missione di vita. Continua a leggere

Un uomo, un socialista, un margheritese

garofano2(1)(349) Pubblichiamo questa lettera pervenutaci…..
Ai frequentatori di questo blog vorrei ricordare la nobile figura dell’ on. dott.Gaetano Gulotta, oggi che ne ricorre l’undicesimmo anniversario della sua scomparsa. Medico, presidente dell’ Ordine dei Medici di Palermo alla sola età di 32 anni, Sindaco di Santa Margherita, deputato regionale socialista, Assessore Regionale alla Sanità, Presidente dell’ U.S.L. di Sciacca, dirigente politico, per molti è stato un punto di riferimento importante, sotto il profilo umano, professionale e politico in paese e in tutta la provincia di AGRIGENTO, lungo la scia di suo zio il Sen. dott. Traina. Chi lo ha conosciuto ne ricorda la sua non comune disponibilità nei confronti di tutti, il suo spendersi al servizio della società. Nessuno , dico nessuno, ha mai lasciato una lira per una visita medica, anzi quasi sempre l’ammalato usciva dal suo studio con i soldi per comperare le medicine ( oggi , invece , si sa che entrando in una qualunque sala medica in paese prima si lascia l’onorario e poi si fa la visita). Non ha mai distinto l’uomo dalla sua appartenenza politica, rispettando tutto e tutti. I compagni socialisti, coloro che hanno avuto il posto di lavoro, conforto, aiuto, consigli da Tano, senza chiedere nulla in cambio, alla Provincia , al Comune , all’Ufficio Tecnico del Comune, come veterinario all’ospedale, come infermiere,all’Università come medico, in banca, all’Ufficio sanitario, chi ha avuto da lui i soldi per spignorare beni immobili , pagato cambiali, pugnalandolo immediatamente dopo alla spalle , oggi non lo ricorda, così come non lo ha ricordato nel suo decimo anniversario. A tutti questi signori nè odio nè rancore , ma solo il massimo disprezzo. A chi, invece, gli ha voluto bene veramente ( e sono in tanti), a chi lo ricorda con serenità di giudizio e giustizia e a chi ne parla ancora oggi in paese, solo tanta stima e immutato affetto.

 

Un socialista locale.

Lo ricordiamo così!

(101)  Esattamente un anno fa, il 3 giugno 2006, è scomparso un nostro caro compaesano: l’amico per alcuni, lo storico per eccellenza per altri, il Presidente della Pro Loco per alcuni suoi estimatori. Noi vogliamo ricordarlo con una proposta che il Prof.re Salvatore Scuderi lanciò agli amministratori del tempo attraverso una sua lettera pubblicata dal Bimestrale IL BELICE del maggio 2001. Opere che ancora sono in attesa di essere accolte. Continua a leggere