Archivio della categoria: Ricostruzione

Revocati due contributi non spesi da oltre 20 anni per la ricostruzione post terremoto.

20130913_741di Francesco Graffeo
Revoca del contributo statale per chi non ha iniziato i lavori di ricostruzione senza giustificato motivo. Ritornano nelle casse comunali 127 mila euro, che saranno destinati al finanziamento di altre abitazioni. Succede a Santa Margherita di Belice, dove c’è tanta gente che, per mancanza di finanziamenti da parte dello Stato, aspetta di ricostruirsi la prima casa dopo 46 anni dal sisma. Continua a leggere

S.Margherita: un emigrante si chiede..

Santa Margherita di Belice-20130730-00056 Un nostro compaesano che vive in Svizzera ci ha scritto una breve mail, che riportiamo: “A parte i circoli che sono un gran brutto spettacolo… Riusciremo mai a liberarci dello scheletro di Palazzo Sajeva????

Sicuramente saranno stati dei casi, quelli successi in passato, quando noi rilevavamo dei “problemi” e successivamente, in tempi più o meno brevi, l’Amministrazione di turno trovava delle soluzioni.

E’ successo, solo per citare qualche esempio,
Continua a leggere

L’opinione del “Direttore”: Portolano e Io editore

josepg cacioppo Pubblichiamo un nuovo articolo della nostra rubrica periodica “L’opinione del Direttore”, curata dal Direttore de L’Araldo, mensile che si occupa della vita di Santa Margherita di Belìce e dell’hinterland.
di Joseph Cacioppo
Il consigliere comunale di Santa Margherita di Belice, Baldo Portolano, partecipando alla polemica innescata da L’Araldo sull’utilità – per i margheritesi – di quanto deliberato nella seduta del Consiglio comunale del 29 aprile scorso, pare dire: lei non sa chi sono io. Continua a leggere

Belice: una commissione speciale per la ricostruzione e lo sviluppo

belice - 450x296 Riceviamo dall’Ufficio Stampa del Comune di Menfi e pubblichiamo..
Una commissione speciale per il Belice, che elabori proposte per la soluzione della ricostruzione post terremoto, ma anche per individuare percorsi idonei a rilanciare lo sviluppo economico del territorio, nella imminente fase di riprogrammazione dei fondi strutturali, nei quali dare una corsia preferenziale ai Comuni belicini principalmente per le opere di urbanizzazione primaria e secondaria. Continua a leggere

Il sindaco Valenti “da rivedere ora il riparto fra i comuni”

Immaginedi Francesco Graffeo
“Non ci sto”. Esordisce così il sindaco di Santa Margherita , Franco Valenti. “Non espleterei compiutamente il mio mandato di sindaco e non renderei un buon servizio alla mia città se non mi opponessi e denunciassi con forza l’assoluta illogicità ed incoerenza dei criteri di ripartizione delle somme stanziate per la ricostruzione del Belice”. Continua a leggere

Statua del Cristo Redentore: 3 alternative dal PRG

A corredo della vivace discussione che si è creata attorno al “mito” della statua del Cristo Redentore e del luogo della sua ubicazione, se lasciarla in Piazza Matteotti così come è già previsto, se trovare un altro posto (Calvario, Porta Nuova, piazzale della Chiesa Madre, ecc..), dopo il sondaggio lanciato da noi qualche giorno fa, oggi siamo in grado di pubblicare uno stralcio del PRG, pervenutoci grazie al Direttore de L’Araldo, Joseph Cacioppo.
Continua a leggere

L’opinione del Direttore: nuovo nome per la P.zza Matteotti

Qualche giorno fa abbiamo proposto al Direttore de “L’Araldo”, Joseph Cacioppo, di curare una sorta di rubrica periodica da tenere qui sul nostro sito con degli approfondimenti politici, culturali e amministrativi sulla nostra realtà paesana e dell’hinterland.
Con piacere abbiamo ricevuto conferma dell’accettazione da parte del Direttore e oggi pubblichiamo la prima puntata di questa nuova rubrica che avrà il nome di “L’opinione del Direttore“.
Accetto volentieri l’invito rivoltomi da Il Movimento per un commento periodico sul blog da loro egregiamente curato. Continua a leggere

S.Margherita: validazione progetto esecutivo per la bonifica della baraccopoli

Abbiamo scovato in rete questa notizia su Santa Margherita di Belìce (qui la fonte):
Affidamenti d’incarico del Comune di Santa Margherita di Belìce. Scadenza avviso il 20 Agosto 2012.  Validazione progetto esecutivo: bonifica aree della baraccopoli:
Indagine di mercato ex art. 267 del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207 propedeutica alla procedura negoziata ai sensi dell’art. 57, Continua a leggere

Affidati i lavori per la ricostruzione della Chiesa di Sant’Antonio Abate a Santa Margherita Belìce

 Riportiamo qui una notizia che arriva direttamente dal sito istituzionale del Comune di Santa Margherita di Belìce e direttamente dal sindaco Santoro, il quale in un comunicato stampa di fine novembre annuncia che sono stati assegnati i lavori per la ricostruzione della Chiesa Sant’Antonio Abate.
Peccato che lo stesso comunicato nulla dice di quando i lavori inizieranno e soprattutto finiranno. Continua a leggere

Belìce: novità per la ricostruzione

0987_belice_vvf(2282) Riceviamo e pubblichiamo dall'Ufficio Stampa Comune di Menfi
C'è l'impegno del Ministero delle Infrastrutture e della Regione Siciliana per sbloccare subito i 100 milioni di euro che i cittadini della Valle del Belìce attendono per potere iniziare i lavori di ricostruzione della propria casa danneggiata dal Sisma del Sessantotto e i cui progetti sono già stati approvati. Il sindaco di Menfi, Michele Botta, era presente ieri a Roma all'incontro operativo che si è tenuto presso il Ministero delle Infrastrutture alla presenza del capo della segreteria tecnica del Ministro Matteoli, ing. Ing. Incalza, del capo della segreteria tecnica dell'assessore regionale all'economia, dott.ssa Maccarrone, del Senatore D'Alì e del coordinamento dei sindaci del belìce.

“Finalmente – dice Botta – è stato trovato un accordo tra i comuni, la Regione Siciliana e lo Stato, per far arrivare i contributi della Ricostruzione post terremoto: la Regione Siciliana, infatti, si è impegnata ad anticipare 100 milioni di euro dai fondi FAS già assegnati all'isola nell'ambito del Piano Sud."
Per quanto riguarda il residuo fabbisogno finanziario, già stimato dal Ministero per un importo pari a circa 350mln, dovuto ad opere pubbliche ed edilizia privata, si è convenuto di intervenire con un apposito intervento di programmazione nell'ambito di un più generale sviluppo del territorio.
“La notizia di oggi – conclude Botta – rappresenta una luce che tiene viva la speranza per completare la ricostruzione ricercando soluzioni davvero definitive per quei cittadini che ancora attendono la ricostruzione della prima casa”.
Queste proposte dovranno passare ora al vaglio della conferenza stato-regioni che si terrà il 6 ottobre prossimo.

Impastato scrive ad Alfano sul tema del completamento della ricostruzione

referendum_legge_elettorale(2259) pubblichiamo la lettera che il sindaco montevaghese Calogero Impastato ha inviato all’On. Angelino Alfano Segretario Nazionale PDL

Egregio Onorevole,
ho avuto il piacere di ascoltarla casualmente su Rai Tre, al dibattito in diretta con dei giornalisti, alla Festa Nazionale dell’API. Sono stato colpito favorevolmente da quel dibattito e voglio soffermarmi sulla sua risposta in merito alla problematica del terremoto dell’Aquila in cui faceva riferimento al Belice, per sottolineare una pesante verità: noi Sindaci del Belice ogni anno facciamo la questua per ottenere qualche finanziamento anche se dobbiamo riconoscere che i Governi di centro destra hanno notevolmente ridotto i finanziamenti che pure erano necessari per completare le opere. Mi riferisco al finanziamento dei 50.000.000 Euro, revocati, con l’impegno di questo governo di prevederli successivamente.
La verità, purtroppo, è che il Belice è servito solo a tutti quei sciacalli e a tutte quelle imprese, principalmente del nord Italia che come corvi sono calati in Sicilia e hanno speculato sulle nostre disgrazie. Su di noi è stato sperimentato l’ISES, un Istituto di Progettazione che ci ha calato dall’alto tutti i progetti e piani regolatori per ricostruire i nostri comuni che poco hanno a che fare con le nostre tradizioni contadine, basti pensare alle strade a doppia corsie, di Montevago, alle case popolari, palazzoni nel centro del paese o alle enormi chiese in cemento armato in cui il caldo d’estate è asfissiante ed il freddo di inverno è quasi irresistibile, in aggiunta a tutte le infiltrazioni d’acqua.
Un altro esperimento è stato fatto con l’Ispettorato delle zone terremotate che doveva coordinare e gestire le opere pubbliche e la ricostruzione; il cui risultato a Montevago ha comportato che metà del paese è privo di pubblica illuminazione, in metà del paese i marciapiedi sono da pavimentare, il depuratore appaltato dall’ispettorato zone terremotate non è mai stato completato; per non parlare del ruolo del Provveditorato alle Opere Pubbliche.
In poche parole, il mio Comune che Lei credo conosca, somiglia più a una brutta periferia di Milano che a un paese Siciliano. Tutti questi enti hanno di fatto cancellato le nostri tradizioni, le nostre abitudini ed il nostro modo di vivere rispetto al passato.
Ho voluto segnalare alcuni problemi del mio Comune, ma ogni Comune del Belice ha i suoi.
Mi rivolgo a Lei, On. Alfano, per il ruolo importante che ricopre nel più grande dei Partiti Italiani e Le chiedo formalmente un incontro con i Sindaci del Belice che potrà svolgersi nel luogo per Lei più comodo.

La ringrazio anticipatamente
Cordialmente
IL SINDACO Calogero Impastato

Belìce, nuovo DDL Regionale per la ricostruzione

belice(1292) Da Agrigento notizie apprendiamo…..“La giunta regionale ha approvato il disegno di legge per la ricostruzione delle aree terremotate, avanzata dal Coordinamento dei sindaci sulla scorta degli indirizzi espressi dalla speciale commissione per i problemi della valle del Belìce: il governo regionale curerà la trasmissione del ddl al Consiglio dei Ministri con l´auspicio che il Governo Nazionale possa farlo proprio accelerando, così, l´iter legislativo.” Continua a leggere