Elezioni provinciali

(264) Il 15 e il 16 giugno ci saranno le elezioni provinciali e saremo chiamati ad eleggere il Presidente della Provincia e i 35 Consiglieri Provinciali.
Nel nostro collegio (N° 4) in verità verranno eletti circa 8 consiglieri in base ai voti riportati.

 

 

Alla Presidenza si sfidano:
Eugenio D’Orsi (Mpa-Pdl-Udc),
Giandomenico Vivacqua (Pd),
Renato Bruno (La Sinistra-Idv),
Giuseppe Arnone (Rialzati Agrigento)
Domenico Incardona (La Destra).

Per il Consiglio Provinciali nel nostro collegio concorrono anche tre nostri compaesani ( li troverete scritti in rossetto). Ecco a voi l'elenco dei candidati:

PDL
Aldo Ezio Candiloro, Ascanio De Gregorio, Caterina Guardino, Rolando Montalbano, Francesco Petrusa, Giuseppe Piscione, Antonella Sclafani, Nicola Testone, Leo Vinci

ALLEANZA AZZURRA
Mario Lazzano, Rosaria Bucceri, Ivan D’Anna, Giuseppe Farruggia, Ciro Messina, Giuseppe Migliore, Giuseppe Orlando, Paolo Sanzeri, Lorenzo Tornetta

MPA
Salvatore Allegro, Lillo Amato, Davide Calco, Giuseppe Cortese, Pellegrino La Torre, Gaetano Miitalo, Antonio Mondelli, Ignazio Tavormina, Leonardo Ventimiglia

SICILIA FORTE E LIBERA
Matteo Ruvolo, Pietro Alongi, Gaetano Cacciato, Claudio Calè, Samuel Catanzaro, Angelo Di Caro, Salvatore Favara, Antonio Milazzo, Vincenzo Montalbano,

DEMOCRATICI AUTONOMISTI
Michele Niosi, Saverio Callari, Elio Costa, Calogero Gulino, Calogero Portera, Giovanni Maragliano, Fabio Tricami

UDC
Nicola Assenzo, Giusele Cabibi, Francesco Giambalvo, Giuseppe Licata, Pietro Medici, Carmelo Pace, Salvatore Panarisi, Pellegrino Quartararo, Nicolò Sanzone

LA DESTRA
Francesco Gaeta, Francesco Contino, Giovanni Contino, Francesco Samaritano, Domenico Incardina, Calogero Di Giovanni,

PD
Baldassare Alesi, Francesco Curreri, Ignazio Di Prima, Stefano Girasole, Pietro Giuffrida, Antonino Tornambè, Domenico Rizzato, Gabriella Variano

LA SINISTRA
Maria Amata, Giuseppe Di Falco, Calogero Miccichè, Pasquale Saladino, Paolo Segreto, Antonio Sgrò

RIFONDAZIONE COMUNISTA
Ignazio Noto, Marco Barsalona, Antonino Dell’Arte, Giovani Di Benedetto, Loredana Fede, Vito Miceli, Nicola Riggi, Rossana Sutera

ITALIA DEI VALORI
Michelangelo Graffeo, Francesco D’Asaro, Vito Giancontieri, Giuseppe Piazza, Francesco Vitabile, Giovanna Monastero

14 pensieri su “Elezioni provinciali

  1. utente anonimo

    In riguardo alla foto scelta su questo post, mi sono sempre chiesto a cosa servono questi riquadri che vengono aggiornati di volta in volta prima di ogni elezioni.

    Potete dirmi qualcosa?

    Grazie

    Antonio P

  2. utente anonimo

    Scusate ma quello nella foto non è il muro della villa gattopardo? E’ davvero incredibile!!!! Ma non è un luogo storico? Non è un giardino proposto come attrattiva turistica? Non sono andati in America a promuovere le nostre bellezze? E’ questo il modo di fare promozione turistica? In effetti anche a Roma ho visto di queste scritte sul muro di cinta del Colosseo (è più grande e ci vanno più liste). In effetti è sempre stato così, è sempre stato utilizzato quel muro…. e allora perchè cambiare? All’insegna della continuità… all’insegna del continuare a non capire un caz….!!! COMPLIMENTI!!! RIDICOLI!!!

    Salvo il muro

  3. IlMovimento

    Effettivamente si tratta del muro di cinta della Villa Gattopardo e a malincuore io ricordo su essa sempre questi non decorativi riquadri.

    Mi dispiace Antonio ma io personalmente non sò a cosa servono. li ho sempre visti cosi vuoti e quindi penso inutilizzati.

    Giuseppe Augello

  4. utente anonimo

    Ragazzi, sto morendo dalla curiosita’ .. sono anni che vedo questi orrendi e inutili riquadri deturpare il muro del Parco e il muro di fronte la ex-Biblioteca (sempre piu’ ex se non la sistemano!!).

    Analizzando il “progetto” riquadro direi che l’investimento non è da poco:

    – vernice bianca e blu NI LU VANGELISTA …. 20 EURO … CON MASTERCARD

    – benzina per recuperare la scala dalla propria campagna, recarsi nel luogo e riportare la scala in campagna …. 10 Euro (e picca su) .. da SUPERMARIO … CON MASTERCARD

    – OSTINARSI A RIFARE LO STESSO DISEGNO INUTILE CHE NESSUNO COMPLETA… NON HA PREZZO!!!!!!

    Ci sono cose che non si possono comprare. Dopo 20 anni, a mia memoria, il RIQUADRATORE (amo chiamarlo cosi’) ha ottenuto il suo momento di gloria.

    Invito tutti coloro che fossero in possesso di dettagli atti a riconosce l’ignoto e impavido volontario a postarli sul blog.

    ABBIAMO SETE DI CONOSCENZA…

    Saluti e buon voto

    Innocenzo

  5. utente anonimo

    I giovani vandali margheritesi

    Per combattere questi giovani vandali il nostro sindaco ha intrapreso una vera e propria battaglia all’ultimo sangue…. con frasi retoriche e addirittura facennu matinati per salire sull’autobus con i giovani che vanno a scuola nei paesi vicini. Vi ricordate: “se maometto non va alla montagna, è la montagna che va da maometto” e poi le sue parole: “Non è possibile che alcuni di questi giovani assumano atteggiamenti vandalistici nei confronti del patrimonio comunale. Voglio mettermi a disposizione di essi” Ed infatti si ci è messo…. ha trovato un muro da imbrattare… coraggio giovani vandali margheritesi visto la poca importanza artistica che riveste quel muro andiamo tutti lì a scrivere i nostri messaggi e a colorarlo a nostro piacimento. Possiamo farlo, tanto lo fa l’amministrazione perchè non dovremmo noi?

    Ora mi viene un dubbio: cari amici questo non è un atto vandalico perpetrato dall’amministrazione comunale? Qui non si può parlare di vandalismo nei confronti del patrimonio comunale? Forse è da considerare tale solo se compiuto da minorenni o da comuni cittadini?

    Salvo i giovani margheritesi

  6. utente anonimo

    Eccezionale vi informo che questa sera ci sarà un comizio del Primo citadino per invitarci a votare…… sicuramente il componente della sua amministrazione. Anzi, forse, boh, ma magari e meglio continure a non esporsi, ah allora cambio di programma eccezionalmente stasere niente comizio, cosi si potrà votare per un P artito D iverso

    P.D.

  7. SalvoLogin

    Di solito i miei commenti su questo blog sono ironici schietti e irridenti, oggi invece voglio essere solo schietto.

    Domenica e lunedi andremo a votare per il rinnovo del consiglio provinciale e come è stato detto anche su questo blog ci sono tre nostri compaesani in lizza per diventare consiglieri.

    Io voterò per uno dei tre e voglio invitare anche gli altri margheritesi a votare un margheritese, e a non disperdere i voti votando personaggi di paesi limitrofi che non si sono mai fatti vedere e che non si sono mai spesi per Santa Margherita.

    Questa mia considerazione nasce nel vedere tutti quei manifesti elettorali di personaggi ignoti che appoggiati miseramente da qualche pseudo-politico margheritese vengono a cercare di scassinare il nostro fortino di voti, per poi dimenticare il margheritese e ricordarsi solamente del favore fatto del pseudo-politico che l’ha aiutato.

    Invece adesso cari amici compaesani è arrivato il momento di essere uniti, non facciamoci fregare e votiamo unitamente il MARGHERITESE.

    Saluti speranzosi da

    Salvo Margheritese

  8. PeppeMilano

    Non sono perfettamente in sontonia con il ragionamento di Salvo anonimo (chissà poi perchè o per paura di chi…).

    Fermo restando che il suo discorso ha un minimo di logica il mio ragionamento in linea di principio diverge ed è il seguente: non si può/deve votare un rappresentante perchè margheritese tout court, ma si deve esprimere una preferenza consapevole essenzialmente su base programmatica, se non del candidato in prima persona, magari del partito/corrente/movimento che rappresenta.

    Detto ciò aggiungo anche che si può/deve fare anche una valutazione personale del candidato e non passare sopra contraddizioni o comportamenti sbagliati solo perchè si tratta di un margheritese.

    Inoltre nel caso del consigliere Saladino si può procedere ad un terzo grado di giudizio: dopo averne valutato l’appartenenza politica, dopo averne valutato il comportamento personale, si può/deve anche valutare il suo operato nella passata tornata, quindi effettuare una scelta critica e non fondata sulla residenza riportata all’anagrafe.

    Questo è il mio personale punto di vista che credo non possa essere smentito in linea di principio, poi nei fatti, come sappiamo bene, il principio va a quel paese… indipendentemente dal fatto che sia Santa Margherita o meno…

    Grazie

    Giuseppe Milano

  9. SalvoLogin

    precisando che io non sono anonimo come vedi ogni volta sono loggato.

    Caro Peppe hai ragione tu sul fatto che si dovrebbero vedere i programmi gli orientamenti per poi valutare e poi ancora votare, ma forse tu non sai visto che se non erro tu non sei a Santa Margherita che qui nessuno ha parlato di programmi, abbiamo solamente assistito ad un solo comizio, quindi nessuno di noi puo crearsi una scala di valutazione sul candidato da votare. Allora tra un sconosciuto politico tra un Carmelo Pace un Rolando Montalbano un Alongi un Testone io preferisco votare a scatola chiusa un Margheritese e senza far nomi voglio re-invitare a votare indifferentemente un Margheritese.

    Saluti anonimi da

    Salvo “dicono” Anonimo

  10. utente anonimo

    Ragazzi ho visto con i miei occhi la sconcezza fatta da 4 barbari margheritesi, guidati da altrettanti altri 7 barbari di amministratori che infisciandosi del bene pubblico, dell’imagine e della storia di quello che è stato la villa del gattopardo, hanno imbrattato tutti i muri del lato sud del verde cuore di SMB.

    Barbari che vanno in america ha sponsorizzare la nostra storia, mentre qui strasmettono ai ragazzi un messaggio micidiale. Imbrattare i muri dei beni storici si può. Vergogna. Quello che è mostrato nella foto di apertura di questa pagina è niente rispetto alla realtà che ho visto di fatto.

    Anzicchè preparare delle tabelle in legno su cui fare apporre le inutili immagini fotografiche di gente che ci dovrebbe rappresentare alla provincia, questi barbari amministratori margheritesi hanno sporcato ed imbrattato un fronte muro che dovrebbe essere trattato come un gioiello. Vi invito a postare altre foto di quello che nella realtà si è stato combinato.

    Facciamo conoscere a tutti con chi abbiamo a che fare. Da un lato un sindaco che accusa i giovani di essere spregiudicati nei confronti del patrimonio pubblico, dall’altro da disposizioni che si traducono in una profonda VERGOGNA.

    Informerò tutti, giornalisti, stampa, televisione, di come i barbari ragionano a SMB.

    Vergogna rimettete tutto subito al suo posto.

    Giovanna La Sala

  11. innocenzop

    Ma si puo’ sapere CHI ha ordinato il dipinto??

    Una cosa del genere si poteva pubblicare sul sito istituzionale… secondo Voi quante persone vanno ad attingere dati dal muro del pianto?? (perche’ fa davvero piangere…….)

  12. IlMovimento

    Ciao Innocenzo,

    grazie per la segnalazione, comunque già sapevamo di questo sito.

    Appena ci saranno i risultati finali li pubblicheremo.

    Giuseppe Augello

I commenti sono chiusi.