Archivio della categoria: – SMB e i Musei

“Quando l’emozione non ha voce” (al Museo della Memoria) di Giuseppe Trovato

museoSi riporta un’articolo ricevuto dal Sindaco margheritese Franco Valenti scritto dal Dott. Giuseppe Trovato su “un’emozione vissuta” nel nostro Museo della Memoria.

Nel 1968 un improvviso terremoto scosse la Sicilia occidentale e ridusse in macerie numerosi paesi; i primi ad accorrere e portare soccorso alle popolazioni furono i vigili del fuoco di tutta l’isola. Lo scenario che si presentò al loro sguardo era tremendo. Continua a leggere

Omaggio Culturale il 6 e 8 marzo a Santa Margherita Belice.

bGratis per le donne i musei e i luoghi di cultura margheritesi tanto cari a Giuseppe Tomasi di Lampesusa che li ha descritti con dovizia di particolari nel celebre romanzo “Il Gattopardo” e ne “I racconti”.Il Museo della Memoria prevede l’ingresso gratuito per le donne domenica e martedì mattina.Il Museo del Gattopardo e delle Cere del Gattopardo, gestiti dalla cooperativa Terra Nostra che aderisce all’iniziativa, prevedono l’ingresso gratuito martedì 8 Marzo, dalle ore 09-13 e dalle 15,30-18 Continua a leggere

Guide turistiche per un giorno e musei aperti a Santa Margherita Belice

Foto Ragazzi scuoladi Francesco Sciara
Il 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica Italiana, l’Istituzione Giuseppe Tomasi di Lampedusa e il Comune di Santa Margherita di Belìce, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Statale “Giuseppe Tomasi di Lampedusa”, promuovono la Manifestazione “Musei Aperti”. Continua a leggere

Viaggio nella memoria nella Valle del Belìce

Dal sito Epicentro riportiamo questa notizia
I
l 27 Maggio Legambiente Circolo Valle del Belìce e Belìce/EpiCentro della Memoria Viva, in occasione di SALVALARTE BELICE, propongono il “Viaggio nella Memoria”, l’itinerario per ricordare – o scoprire – la memoria del territorio della Valle del Belìce, la zona afflitta dal terremoto del 1968, che oggi si ripropone fervente e rinnovata sotto molteplici aspetti. Il “Viaggio nella Memoria”, attraverso il percorso storico-culturale, intende offrire una visione unitaria dell’identità storica della Valle, e vuole cogliere l’occasione per dare nuova linfa ai luoghi della memoria con letture musicate da Dario Mangiaracina – Compagnia Quartiatri – tratte dai testi di autori come Lorenzo Barbera e Ludovico Corrao.

Continua a leggere

La memoria condivisa non passa per la salvaguardia dei Ruderi di S.Margherita

di Francesco Sciara
Il totale stato di abbandono dei Ruderi degli antichi quartieri di San Vito e di San Calogero è il segno tangibile che la città del Cafè House sta diventando un paese smemorato. Come conferma il profondo oblio in cui sono cadute le testimonianze del passato rappresentate Continua a leggere

Museo della Memoria, vergogna a Santa Margherita.

Mentre i nostri amministratori amministrano, si fa per dire, ecco che fine fanno i pezzi importanti del nostro patrimonio.
In questa foto ci sembra di trovare le ragioni di 5 anni di opposizione extra-consiliare ad un esecutivo monco di idee, di giovani risorse (e quelle che c’erano… lasciamo stare, che è meglio), di competenze e di intelligenze.
Continua a leggere

Città d'arte e turismo… ? S.Margherita di Belìce:

bacheca 4(2251) Dopo qualche anno ritorniamo a parlare delle famose e mai utilizzzate bacheche fantasma, adesso lo facciamo con un articolo di Francesco Sciara…
Da alcuni anni, in diversi punti del centro abitato, sono state collocate in bella mostra delle strutture in ferro che dovrebbero svolgere le funzioni di bacheche informative. Nell’immaginaria, trasparente e avveniristica segnaletica turistica si possono leggere, solo utilizzando specifici occhialini 3d,  tutte le informazioni sulla storia, sui principali monumenti e sui luoghi più suggestivi del paese del Gattopardo.
Questi “scheletri ferrosi”, ultramoderni,  rappresentano anche delle autentiche sculture artistico-decorative che, sicuramente, fanno invidia alle principali città d’arte e turismo italiane. Le carovane di turisti, che negli ultimi anni affollano  Santa Margherita richiamati dalle campagne pubblicitarie messe in atto  in America, al Vinitaly e alla BIT, fanno la fila, in maniera disciplinata, dinanzi ai “pannelli fantasma”.
Ecco dove sono collocate queste piccole opere d’arte. Oasi dislocate nel vasto deserto turistico-culturale creato dai fautori  del “paese normale”.
Nella villetta di piazza Francesca Morvillo è collocata la bacheca multilingue contenente le informazioni storiche del paese. Dalla finestra, a due ante, aperta su piazza Emanuela Loi si possono “intravedere” i principali luoghi da visitare. La scultura post-moderna collocata  sotto il muro di cinta della Chiesa Madre contiene le informazioni sul Ss. Crocifisso, venerato dal Beato Giovanni Paolo II, sulla Vara Trionfale e sulle artistiche vetrate della Matrice.
Il percorso tra le attrazioni di Santa Margherita di Belìce si conclude dinanzi il Museo della Memoria. Sulla “fortunata”  bacheca almeno è stato collocato il banner inerente la mostra fotografica permanente sulle operazioni di soccorso della Guardia di Finanza durante il terremoto del gennaio 1968. Il  banner, in occasione della settimana gattopardiana, è stato coperto, fino a quando non si è strappato, con il manifesto del programma.
Questa volta è proprio il caso di dire: “non ci sono parole”. Le “prospettive turistiche” che, da diverse angolazioni, si possono scorgere dalle trasparenti bacheche informative fanno venire davvero da ridere. Ma, ci guardiamo bene dal farlo………………….!

004 DSCN0865[1] 002

Riapertura della Villa e dei Musei (?) a S.Margherita Belìce

Villa divieto(2242) Falso allarme! Pericolo scampato!
Siamo salvi!
Dopo la notizia dell'apertura della Villa Comunale che il sindaco Santoro ha dato non più tardi di 3 giorni fa (e diciamo 3), immense folle di persone, bambini, donne e anche mandrie di animali, si erano riversati davanti il cancello della Villa stessa per lasciarsi andare in una lunga, salutare e distruggente passeggiata.
Per fortuna, era un bluff!
La Villa, dopo due giorni di apertura, oggi alle 11:45 si trovava così:

E ci sarebbe anche da dire sulla famosa apertura.
Innanzitutto, ieri mattina l'accesso alla Villa era ostruito da un paninaro, da uno zelante privato cittadino che onorevolmente portava avanti la sua attività imprenditoriale. E forse è andata bene così perchè, i pochi sventurati che si sono lanciati all'interno della Villa, hanno potuto constatare che il cancello, sì, era aperto, che le erbacce, sì, erano state tagliate.. Ma le panchine erano comunque tutte distrutte, i muri di contenimento tutti caduti a terra, le Statue della Dea Flora e dell'Autunno ancora abbandonate e il Cafè House ancora lasciato a perire (e questo lo sapevamo già). Tutto è rimasto nel medesimo stato di quando la Villa Comunale è stata chiusa.
Se è rimasta tale e quale, non comprendiamo quali siano stati i motivi che a suo tempo hanno portato l'Amministrazione Comunale a tenere chiusa, per anni, la "passeggiata" descritta da Giuseppe Tomasi di Lampedusa.



Continuiamo a non avere parole adatte per definire un'amministrazione della cosa pubblica, un modo di gestire il paese, che rasenta giorno dopo giorno, il ridicolo.
Ogni giorno che passa, crediamo che peggio non può andare.. Alla fine del giorno, poi ci ricrediamo.
Infine, per non farci mancare nulla, anche il Museo della Memoria, stamattina era chiuso e un gruppo di turisti avranno di certo apprezzato la situazione, sotto il sole cocente, dopo un travagliato viaggio.
DSCN0787[1]  (Ringraziamo il nostro amico Francesco Sciara per le foto)

Musei chiusi per la fiera a Santa Margherita Belìce

Chiuso(2240) Ieri sera mentre assistevano all'interessante dibattito a tre organizzato da Radio Futura Network tra gli ex sindaci Perricone, Mangiaracina, e l'invisibile Santoro (assente), dibattito di cui ne parleremo nei prossimi giorni, siamo stati avvicinati da un gruppo di ragazze, che cercavano qualcuno dell'amministrazione e ci chiedevano se tra la platea o chi stava parlando vi erano dei loro rappresentati. Purtroppo non vi era nessun consigliere, nessun amministratore.  Alla nostra risposta negativa incavolate nere, ci dicevano che erano venute da Palermo e che ne volevano approfittare oltre a godersi la fiere di visitare il Museo del Gattopordo. Ma ahinoi hanno trovato il museo chiuso cosi come anche il Palazzo. Addirittura ci chiedevano se conoscevamo qualcuno che avesse le chiavi per aprirlo. (chiavi che nessuno ha). Addolorati se ne sono andati.
Noi per verificare tutto ciò alle ore 23.10 quando è finito il dibattito, e in pieno tripudio di visitatori, abbiamo fatto un giro per piazza Matteotti e piazzale “Garibaldini Margheritesi” e purtroppo abbiamo potuto constatare che sia il Museo della Memoria che il Museo del Gattopardo cosi come il Palazzo Gattopardo erano effettivamente chiusi. A dire il vero in prima serata il museo della Memoria era aperto.
Come sempre si ringrazia chi di dovere per la gestione di tutto ciò…..

Museo aperto e incustodito alle 2 di notte a S.Margherita B.

Museo bitmap(2207) Vi mostriamo un video girato la notte del 10 Agosto 2011. Nel video si vede il Museo della Memoria di Santa Margherita di Belìce, antistante la nostra piazza “Garibaldini Margheritesi” aperto, senza nessun custode e tutto ciò alle ore 02:00 circa. Continua a leggere

I musei aperti e l'Assessore alla Magia

d0f538bfcf6db27f7463c97b7bd234ac_medium(2038)      Vi vogliamo raccontare un simpatico siparietto avvenuto nella famosa Notte dei Musei e raccontatoci da un nostro collega del Movimento. 
Ci avvicinavamo alle 21.40 di sabato 14 Maggio 2011 al Museo della Memoria e costeggiandolo lo abbiamo visto illuminato per le grandi occasioni. Superato però il fianco del Museo, il portone dello stesso era ben chiuso! Continua a leggere

Malcapitati turisti sbircianti a Santa Margherita Belìce

Turisti sbircianti(2034)     In questi anni abbiamo visto di tutto ma quello che abbiamo potuto osservare,  domenica 15 maggio alle ore 11, si posiziona tra le cose più devastanti per il nostro Paese. Abbiamo, ahinoi, visto dei malcapitati turisti che sbirciavano e facevano le foto all’interno della CHIESA MADONNA DELLE GRAZIE, ma purtroppo questi guardavano e fotografavano dalle fessure del   Continua a leggere

Conosciamo la Rete Museale della Valle del Belìce

rete-museale-belicina-600x449(1997)     Tanto abbiamo sentito parlare di questa nuova occasione per il territorio belicino, conosciamola meglio. Di seguito riportiamo l’elenco dei siti che ne fanno parte  e lateralmente il logo vincitore che rappresentarà questa forse nuova realtà. Il sito web per avere altre informazioni è  http://museidelbelice.altervista.org/blog
Continua a leggere

Il Museo della Memoria ha riperso la Memoria

Museo senza memoria 20.03.11(1913)  Durante questo fine settimana appena trascorso, abbiamo constatato che nuovamente il Museo della Memoria ha riperso la memoria per presentarsi come sala mostra per cartoline umoristiche. Già in precedenza era diventato pinacoteca per una collezione di quadri. Continua a leggere

Sorpresona carnevalesca per i turisti a Santa Margherita

museo chiuso(1881)  Domenica  di Carnevale , sono le 15.03, e un autobus sosta lateralmente al Museo della Memoria. Evvai dopo la Bit, il Cip e lo Spid ecco sono arrivati i turisti. Oh no!!!  il museo a quell’ora è chiuso, cosi come il Palazzo Gattopardo e il relativo Museo del Gattopardo e chissà se apriranno quest’oggi. Che sorpresona abbiamo rifilato a questi turisti avventurieri. Continua a leggere

S.M.B. Museo della Memoria a pagamento

(1559) dalla delibera di giunta n 108 pubblicata sul sito istituzionale http://www.comune.santa
margheritadibelice.ag.it/delibere/giunta/2010
/N.108%20G.pdf)
  apprendiamo che l’A.C. ha istituito il biglietto d’ingresso per l’accesso al “Museo della Memoria”. Continua a leggere

SMB: Museo della Memoria, presente avviso scaduto

 

museo(1497) Abbiamo  riscontrato un AVVISO scaduto e quindi da togliere, presente su una pagina web del sito comunale margheritese dedicata al Museo della Memoria “http://www.comune.santamargheritadibelice.ag.it/il_museo_della_memoria.htmlContinua a leggere

SMB: indicazione per i Musei…forse

CAM_0115(1485) Da qualche giorno, potenzialmente le visite verso il Museo della Memoria e il Museo del Gattopardo, sono aumentate (forse !!!). Tutto questo grazie alla nuova indicazione stradale posizionata in un angolo strategico e ben visibile a tutti i turisti sprovveduti che arrivano a Santa Margherita, infatti una piccolissima tabella indicativa si trova all’angolo tra via Minniti e corso Umberto I, nelle vicinanze proprio dei musei. Continua a leggere

SMB: riecco ed ecco il Museo della Memoria

Museo della Memoria(1433) Si proprio cosi amici lettori “riecco” il Museo della Memoria, e utilizziamo il termine “riecco” perchè visitando in queste serate il Museo ci siamo accorti che è stata rimossa la targhetta con la dicitura “Museo del Belice” , quindi finalmente si è ritornato al primo e unico nome del Museo “Museo della Memoria”. Continua a leggere

SMB: Museo della Memoria aperto di notte

museo della memoria(1329) Potevamo aprire questo articolo scrivendo ECCEZIONALE il nostro Museo della Memoria, che tanto ha fatto parlare anche sugli orari, adesso è, e sarà, aperto anche di notte per accontentare le richieste di tutti i visitatori, invece dobbiamo dire che, effettivamente il 31 maggio il Museo è rimasto aperto per tutta la notte, ma non per essere visitato ma per rimanere alla mercé di tutti, fortunatamente alcuni zelanti e rispettosi ragazzi margheritesi che passavano di li intorno alle 3 e mezzo circa (come documentano le foto) se ne sono accorti e hanno subito allertato i carabinieri in servizio notturno della caserma saccense.

      Continua a leggere