Museo della Memoria, vergogna a Santa Margherita.

Mentre i nostri amministratori amministrano, si fa per dire, ecco che fine fanno i pezzi importanti del nostro patrimonio.
In questa foto ci sembra di trovare le ragioni di 5 anni di opposizione extra-consiliare ad un esecutivo monco di idee, di giovani risorse (e quelle che c’erano… lasciamo stare, che è meglio), di competenze e di intelligenze.

Ci piace ricordare che siamo stati controcorrente anche rispetto a questa specie di opposizione silente e complice che oggi stringe, a pezzi, accordi con questo o quel componente della maggioranza: tutti insieme appassionatamente ancora una volta così come insieme hanno determinato questo stato di cose.

Menomale che da fuori il “palazzo governativo” un nutrito gruppo di margheritesi della società civile, con a cuore il bene comune ed il futuro, ha continuato a farsi sentire e farsi portavoce delle istanze del paese…
Anche in questo caso si fa per dire, è ovvio!

E ora tutti amici, tutti con le stesse ideologie, tutti sodali di partito, insomma tutti alle urne…

Evviva un nuovo corso per Santa Margherita…

Forse perchè corso Umberto I non basta più…

12 pensieri su “Museo della Memoria, vergogna a Santa Margherita.

  1. Arianna

    Me ne vergogno,se non si riesce a gestire le piccole cose,figuriamoci le grandi cose,avanti con i comizi dei bla bla bla!!!

  2. calogero

    Evviva!!!!
    da oggi il nostro Museo della Memoria è anche il Museo del degrado!!!
    e dell’abbandono delle cose a se stesse……..come solo i nostri amministratori sanno fare!
    Orgoglioso di essere margheritese ma non certo di vedere queste cose……..VERGOGNA!

  3. MCN tutta la vita

    sara’ bello vedere sul palco dei comizi alcuni esponenti della minoranza comiziare assieme ad alcuni rappresentati della MAGGIORANZA.
    Cosa diranno?? come si giustificheranno con la gente???
    ci vuolo coraggio!!!!!!!!! vergogna!!!!!

  4. giacomo giuffrida samonà

    L’importante, comunque, è andare al BIT, spendere un TOT, e fare un bel BOT !

    1. karim syed architetto

      caro giacomo,

      alla bit si poteva andare
      se il paese era in condizioni disgnitose e presentabili
      e siccome nn lo è
      andare è stato un errore x questi motivi
      io la penso così

      karim syed architetto

  5. vedochiaro

    Purtroppo giovani del movimento non capite l’opera d’arte che è rappresentata in quell’angolo del Museo. Pensate per fare quella macchia, ben riuscità, l’amministrazione uscente ha impiegato ben 5 anni di energie…. Ma come non capite che con il tempo quella macchia diventera la memoria di questo eccellente momento storico…. una sorta di simbiosi assoluta tra la maggioranza e la minoranza … tra chi ha fatto finta di governare il presente e chi ha fatto finta di fare opposizione…. In quella macchia … si legge la storia di questo paese in questi ultimi anni… In una macchia l’opera d’arte che si racchiuge nella intelligenza di un popolo che ha ben scelto LA PROSPETTIVA FUTURA di Santa Margherita di Belice, che ben si salda con quello che si vede all’orizzonte… dove la MAGGIORANZA INFORME…. FA FUSIONE CON LA MINORANZA ASSETATA DI POTERE…. e trova il punto di collegamento attraverso il voto che gli elettori il prossimo mese di maggio daranno. VIVA LA MACCHIA ….. testimonianza di questo tempo…

  6. giacomo giuffrida samonà

    Carissimo KARYM,NON hai assolutamente colto l’assoluta e totale IRONIA del mio post, fatto volutamente in rima ! QUINDI Te lo spiego : Non è solo Santa Margherita IMPREPARATA a concepire e gestire eventuali flussi turistici (lo stesso vale x Montevago), ma lo è sopratutto la generale mentalità della gente, e sopratutto degli amministratori. Dammi tu un solo motivo x cui, incauti pellegrini, dovrebbero venire a villeggiare, soggiornare o solo visitare i nostri centri ! Il turismo culturale (quello dedicato a Tomasi di Lampedusa) è da sempre un turismo di nicchia, che và supportato, ove lo si voglia incrementare, con iniziative intelligenti, ricorrenti, e calendarizzate regolarmente. Ma c’è di più, anche il turismo gastronomico, è a suo modo di nicchia, per cui vale il discorso di cui sopra. Resta un eventuale turismo residenziale (estivo essenzialmente) , in funzione dei vicini centri marini, e dei bassi prezzi di eventuali appartamenti disponibili sul mercato locale,che però ha bisogno indissolubilmente di un “sistema paese” FUNZIONANTE, ACCATTIVANTE E DINAMICO, cosa che l’estate Margheritese NON E’,(non conta l’episodicità occasionale del Premio), per cui, dimmi tu ” CHE CI VIENE A FARE UN TURISTA A SANTA MARGHERITA O A MONTEVAGO ” te lo dico io, ” UN BENEAMATO TUBO” dopo due giorni due, si scoccia e SE NE VA’. Non servono assessori o “incaricati” fai da te, x lanciare il vero turismo, servono COMPETENZE, CULTURA, IDEE, IDEE, IDEE, TEMPO PIENO, PROGRAMMAZIONE ATTENTA ED ARTICOLATE NEL TEMPO E NEGLI ANNI, con steep via via progressivi, etc.E servono sopratutto MANAGER e TECNICI veri che sappiano se non altro inizialmente, CREARE E GESTIRE L’OFFERTA TURISTICA, affiancando a se, e preparandole, le risorse umane locali. C’e tutto ciò ???? C’e’ la volontà politica e culturale di provare questa strada ????? NO, ASSOLUTAMENTE NO, c’è solo la volontà di mettere a quei posti, l’amico, il parente, il supporter politico, anche se magari più ignorante di un ostrica, per cui ecco l’ironia del mio post, che non vuol essere una semplice critica, ma uno sprone ed un imput per chi verrà in un prossimo futuro. Andare al BIT ? una bella e divertente passeggiata a Milano, con la solita valigia di cartone, tante belle chiacchere, un bel pò di fumo per la vetrina locale etc.etc.(Non parliamo ovviamente di spese). Quanti operatori turistici, veri e seri, al di là dei bei discorsi fatti in fiera, credi siano interessati a portare i propri clienti ad annoiarsi quaggiù ?? SE MANCA IL SISTEMA TERRITORIO, MANCA TUTTO: ed un territorio NON LO SI IMPROVVISA MA LO SI CREA GIORNO PER GIORNO, GUARDANDOSI CON INTELLIGENZA ATTORNO E SFRUTTANDONE LE OPPORTUNITA’. QUESTO NON C’E’. Siamo seri, e tu, non me ne volere, cerca, al di là delle semplici parole, di cogliere il senso ironico (il post), o drammaticamente attuale e reale(questo post) insito nelle stesse. Per cui ripeto :” andare al BIT, spendere un TOT, e fare un bel BOT !” Con simpatia, ma con tantissimo amaro in bocca. Giacomo Giuffrida Samonà

  7. giacomo giuffrida samonà

    Ad integrazione di quanto sopra, qualcuno noterà che per attuare il “mio” libro dei sogni, servono ovviamente i SOLDI. E’ verissimo, ma le risorse economiche, per il turismo, in specie, nonostante la crisi congiunturale, ci sono e come, tanto a livello regionale che europeo, basta saperli andare a cercare e supportarli con programmazioni che giustifichino realmente l’impegno di spesa. Certo, che se io chiedo 100.000, per dire una cifra, per qualcosa che si può realizzare con metti 30.000, perchè i restanti 70.000 se li deve FOTTERE allegramente il compare di turno, l’amico, il politico locale, io, e quattro o cinque furbastri “du quadaru”, è ovvio che non si và da nessuna parte, anzi, si fà solo un bel BOT (botto!!!!) inutile. Non sempre, per fare cose valide, intelligenti, e con un ritorno economico e d’immagine, servono Effetti Speciali e Barche di Soldi. Anche sulla parte gestionale ed economica (Richiesta,e spesa reale) ci vuole PROGRAMMAZIONE,SERIETA’, IMPEGNO E, cosa èiù difficile CORRETTEZZA GESTIONALE ED ONESTA’, il resto, caro KARYM, su chiacchiere e tabaccheri di lignu !!!!!
    Giacomo Giuffrida Samonà

  8. MCN tutta la vita

    Volevo spendere due (2) paroline nei confronti dell’ illustre Arch. KARIM.
    Arch. KARIM, il paese è in una situazione non dignitoso e non presentabile anche a causa sua.
    Mi spiego meglio, se non sbaglio Lei dovrebbe essere il professionista che si doveva occupare della progettazione delle opere di urbanizzazione della Via Paciotti, per intenderci della via Cannitello, dico doveva perché non ho notizie circa il compimento dell’opera anzi, l’unica cosa che so’ e che Lei è costato un bel po’ di soldini, ( circa 28000 mila EURI), alle tasche dei tanti cittadini che ancora aspettano di vedere realizzata l’urbanizzazione. Anche Lei assieme al sindaco Santoro e tanti tanti amici, avete contribuito, a pieno titolo, ad aver reso il paese non dignitoso.

    Si vergogni se riesce a farlo!!!!!!!
    mcn

  9. lupu85

    ve l’ho dettoooo la bit è stata l’ultima gita sel signor santorooooo…una vacanzina prima delle elezioni….ci sta…meritata dopo quello che ha fatto..aahhahaha

  10. Falco88

    Lupo85 ti comunico che, la gita alla BIT, non è stata l’ultima del Sindaco Santoro. Gira voce che nel mese di Aprile il nostro primo cittadino approderà negli STATI UNITI, voci di corridoio dicono che andrà a trovare il Console al quale deve ancora dei soldi aaahhhhhhhh!!!!.

  11. giacomo giuffrida samonà

    Falco88 , sai se per caso, gli USA riaprianno, per l’occasione, anche ELLIS ISLAND ?

I commenti sono chiusi.