La Specula ( n° 1)

testata_specula copy (483)  Ecco il primo numero del periodico curato dall’Associazione “Noi per Santa Margherita” , qui trovate anche il video della presentazione del giornale.

 
Ecco la presentazione del periodico
 

Per poter scaricare sul vostro pc la Specula cliccate sul link seguente…

http://d.scribd.com/docs/272kqcg5mkcybjn4uha3.pdf

Si aprirà una nuova pagina web, cliccate adesso sull’icona Salva (la seconda in alto a sinistra) e potrete indicare dove scaricarlo.

19 pensieri su “La Specula ( n° 1)

  1. utente anonimo

    finalmente è nato un periodico politico ,di una parte politica dichiarata a livello locale, se ne sentiva il bisogno, così la gente che non vi capisce come esprimete i vostri programmi con le parole avrà modo leggendovi con calma di valutare bene quello che volete dire.

    In questi quattro anni che vi restano prima delle prossime elezioni avrte di che scrivere .Sperando che non finisca come il SUD di sciacca perche’ avete pure questa dote :fare fallire i giornali per quello che scrivete.

    una affollatissima presenza alla presentazione ,evidentemente cannoli,arancine e bignè facevano pure pubblico!!!!meno male che sarà gratuito così almenoqualcuno darà una sbirciatina curiosa .Comunque buon lavoro che viserva per smaltire un pò di livore politico ,visto i componenti !!!!!

  2. utente anonimo

    la specula iniziativa lodevole bravi però mi pare che ve la cantate e suonate da soli .ma non si doveva chiamare hubble ,dovete cercare di coinvolgere la gente che vi dia qualche consiglio riguardo il trasformismo .il diavolo e lacqua santa pero assiemme pern mandare via questa amministrazione rea di aver vinto democraticamente .avete la sensibilità dei contadini deigiovani disoccupati .appena andate voi risollevate tutto .se siete per il paese perche nnon fate suggerimenti utili o dobiamo apettare voi che siete arrivati .ma dove!vi ho votato ma vi pensavo diversi dicevate che non si doveva per forza vincere e infece mi avete ingannato.

  3. utente anonimo

    Dalle prime reazioni, sembra che LA SPECULA abbia colpito nel segno!

    Caro elettore deluso (anonimo) noi crediamo che il confronto sia il sale della democrazia.

    LA REDAZIONE – de LA SPECULA

  4. utente anonimo

    Per il commento n. 3 ti sei camuffato malamente… dal tuo italiano è evidente che hai votato per questa amministrazione se non addirittura non ne sei parte attiva…. ti capisci tu solo!!

  5. utente anonimo

    al post n°1 : volevo dirti che si possono scaricare facilmente . i margheritesi lo hanno già fatto !!!!e loro insistono .

  6. utente anonimo

    al post n°4 : il confronto è il sale della democrazia .il confronto c’è stato ,le vostre tesi sono state bocciate dal popolo ,però voi non le accettate .seguaci di Berlusconi. e parlate di democrazia !!!solo se vincete !!!

  7. utente anonimo

    Mizzica come brucia La Specula, e dire che è solo il primo numero. Bravi tutti, la strada è quella giusta, anche chi non sa scrivere in italiano riesce a leggerlo… e forse pure ad amministrare.

    Benny

  8. utente anonimo

    benny e gaspare ma che cosa vi brucia ? non mi pare ci siano tutti questi post che accusano o denunciano bruciature varie . invece vi dico che siete stati accolti con molta FREDDEZZA!!!!! NON VI PARE? ma voi accalorati come siete non l’ammetterete mai .buon riposo.nei bar rendete di più!!!visto che siete sfratati dai vari circoli.

  9. utente anonimo

    Ho letto la specula ultima pagina.

    Vorrei provare a dare una risposta all’indovinello proposto.

    Analizzando le domande poste

    l’unica cosa fuori posto, secondo me è il cartello: è appeso al palo di luce, mentre per il resto tutto mi sembra regolare!

    Non è così?

  10. utente anonimo

    RIGUARDO AL POST N. 10 SE HA TE NON BRUCIA DICI NOME E COGNOME COME FACCIO IO.

    GASPARE MAUCERI

  11. utente anonimo

    a e non ha, forse Gaspare ha votato Santoro come me, ma io so scrivere in italiano, ora che ci pecnso ha votato Valenti laureato

  12. utente anonimo

    Gaspare l’hai detto tu che brucia veramente!!! quindi suppongo che l’hai provato su di te questa sensazione !! la gente come puoi notare è rimasta “agghiacciata”.

  13. utente anonimo

    Al post di sopra diciamo che la gente è veramente rimasta

    “Aggiacciata” , appunto.

    Incredula dei fatti che ha raccontato.

    Di un sindaco che quando si trova in consiglio allegramente racconta di ricevere applausi per la proposta di demolizione dei circoli, di volere indire un referendum, salvo poi essere smentito dal presidente dello stesso sodalizio, che puta caso è il suo assessore.

    Un popolo che è rimasto “agghiacciato” dalle battute estive delle birre che non vanno bevute nei bicchieri di vetro, e delle succesive correzioni che fanno oramai parte della storia comica di questa terra.

    “Agghiacciati” dell’uso spassionato che si fa del “magazzino della memoria” , “dell’ammainata alzabandiera scolastica”, della presunta trasparenza che l’amministrazione ha fatto nel suo sito ufficiale circa la comitiva che ha scorazzato in america ((Per fortuna il prossimo annuncia di fare i nomi di quei turisti)) , della trasparenza che è stata fatta in questi mesi nelle pagine ufficiali del sito comunale a colpi di tante X e per il quale al popolo non era dato sapere chi sia il nome del primo cittadino che va in missione nella capitale e dei destinatatri di alcune spese.

    Certo il popolo è troppo impegnato per arrivare a fine mese, per pagare tutte le incombenze che la vita quotidiana ti presenta: il mangiare, la spazzatura, l’acqua, la benzina, le sigarette, il telefonino, il metano, la bolletta elettrica, la bolletta telefonica, il canone della televisione, l’ici se hai più di un magazzino, la dichiarazione dei redditi, il 730, la tassa della macchina, l’assicurazione, i bolli della banca se hai un prestito o un mutuo, e da qualche mese il trasferimento di proprietà dei lotti, gli oneri concessori ….. e se non paghi anche le spese del decreto ingiuntivo!!!!!

    Ti bastano per rimanere “agghiacciato”.

    Altro che sorrisi e pacche sulle spalle.

    Forza autori de LA SPECULA, mettete in chiaro tutto quello che succede in questo paese.

    Perchè non si può rimanere sempre “agghiacciati”.

  14. utente anonimo

    Dimenticavo

    tutto questo sempre se non hai figli che vanno a scuola. Perche altrimenti ci devi ancora sommare le tasse scolastiche, il costo dei libri e del corredo necessario, l’abbigliamento, e se vanno all’università anche l’affitto della stanza a Palermo!!!!

    Ti bastano caro amico per restare “AGGHIACCIATI”.

I commenti sono chiusi.