Consolato vs. Santa Margherita di Belice

La Sicilia(516) In seguito all’informazione dataci oggi da un allegro nostro lettore, sul post riguardante l’evento dei Giovaninfesta, siamo in grado di pubblicare l’estratto del quotidiano “La Sicilia” che tratta del contenzioso tra il Consolato e il Comune di Santa Margherita.
Siamo però costretti a precisare che stavolta la “notizia” (la brutta figura) non è rimasta all’interno della provincia o della regione, ma si è diffusa su scala nazionale, essendo stata pubblicata tra le notizie di cronaca, a pagina 8, dell’edizione nazionale.

Ci teniamo a dire una precisa parola ai nostri amministratori vacanzieri: GRAZIE!!!

La Sicilia

31 pensieri su “Consolato vs. Santa Margherita di Belice

  1. utente anonimo

    Il sindaco Santoro spara a palla e fà buchi da €10.000,00 cadauno. Complimenti !!!! Lei ha vinto una tessera FITAV (federazione italiana tiro a volo).Attenzione, perchè questa tessera vale solo in Italia e avendone fatto uso improprio in America, purtroppo dovrà pagare il porro lasciato al Consolato Italiano di New York per attuppare il buco pertuso da Lei intelligentemente lasciato in terra americana . SI VERGOGNI !!!!!!!!!!

    firmato due Soci affezionati del circolo Cacciatori.

  2. utente anonimo

    COM’E’ FINITA LA FRASE

    PANE E LAVORO ..E ADESSO COME LA METTIAMO .

  3. utente anonimo

    Ma la visita in America (a costo zero) ha reso tanto a Santa Margherita in termini di pubblicità…..si ma che pubblicità? Bella figura!!!! Partono in carovana (quanti facevano parte della delegazione non si capisce più), sono invitati dal Console e per finezza di “galateo” si portano appresso altre persone (tanto si mangia a sbafo , avranno pensato)!!!! Bella figura davvero…non c’è che dire! Se l’articolo del giornale risponde a verità, i nostri amministratori hanno toccato il fondo e non contenti si stanno mettendo a scavare!!!!

    In momenti di crisi come quello che stiamo attraversando, leggere che il Comune si indebita per cene in America e non paga, ci incoraggia a vivere alla “VIVA IL PARROCO”!!!!

    Al peggio non c’è davvero fine!

    CHE VERGOGNAAAAAA!!!!!

    Ciao Accursio

  4. utente anonimo

    ma è un caso che oggi mi è arrivata la bolletta degli oneri da pagare? Vogliono tappare i debiti con i soldi che mi sudo? C’è scritto che ho 7 giorni…ma si devono pagare o no?

    Alfredo Lamanno

  5. utente anonimo

    Continuamo a fare delle belle gran figure di mer….. Ma come si fa? Certo che dobbiamo veramente essere grati ai nostri amministratori… Anche se onostamente credo che la figuraccia stavolta sia tutta loro.

    E’ bellissima la dichiarazione del sindaco: “E’ un problema reale – commenta il sindaco Franco Santoro – ci sono venuti meno alcuni contributi di sponsor, stiamo risolvendo la questione con un intervento dell’istituzione culturale Tomasi di Lampedusa”.

    Caro sindaco è ora che svuoti il sacco. Dopo queste figuracce non crede che sia un diritto della sua cittadinanza sapere:

    1. i nomi di tutta la delegazione

    2. chi sono i suoi invitati al viaggio in america

    3. il ruolo di ciascuno dei suoi invitati nell’ottica della tanto sbandierata promozione

    4. quali sono gli sponsor ufficiali della gita

    5. quali sono gli sponsor che, come dice lei, sono venuti meno agli impegni presi

    6. se non ritiene che quei 10.000 euro che, secondo lei l’istituzione culturale Tomasi di Lampedusa dovrebbe sborsare per pagare la cena ai suoi invitati, non potrebbero essere investiti per qualcosa di più conveniente e più utile per la stessa Istituzione o per il paese tutto.

    Sicuro di non ricevere nessuna risposta porgo cordiali saluti

  6. utente anonimo

    Credo che le richieste dell’autore del post 6 siano legittime. Non condivido comunque l’anonimato: ma questa è un’altra storia. Mi dispiace molto ma abbiamo fatto veramente una brutta figura come margheritesi perchè il Sindaco all’esterno ci rappresenta tutti e molti avvoltoi che ci vogliono male su questo speculeranno molto.

    Maurizio Marino

  7. utente anonimo

    Io sono sempre più senza parole… solleciti di pagamento da parte del console americano… a questo punto però a reagire dovrebbe essere chi a santa margherita di vive. Mai così in basso, mai…

  8. utente anonimo

    Non sono abituato a fare commenti nei blog, tantomeno quando ci sono tanti anonimi. Ma ritengo opportuno intervenire in risposta a chi, nascondendosi nell’anonimato, mi ha chiamato in causa sostenendo che non aspettavo altro da 1 anno.

    Ma che significa ? La lettera del consolato è una notizia, non mi interessano le questioni politiche e le polemiche a volte esagerate e poco rispettose della persona che ci sono a Santa Margherita. Una notizia è notizia, e non ha colore politico. Punto e basta. Non ci sono notizie di destra o notizie di sinistra, così’ come non ci dovrebbero essere giornalisti di destra o giornalisti di sinistra.

    La lettera del console era una notizia troppo ghiotta per uno che di mestiere fa il giornalista e che guarda alla notizie e non al colore politico della persona che deve chiamare in causa.

    In ogni caso, complimenti per il blog e per il dibattito che siete riusciti ad aprire a Santa Margherita Belice (anche se con la presenza di troppi anonimi).

    Spero che Santoro possa comunque fare bene il suo lavoro. Ci sono ancora alcuni anni di amministrazione ed ha il tempo per recuperare. Nell’interesse di tutti. E che il confronto politico sia leale e stimolante per tutti.

    Giuseppe Recca (giornalista).

  9. innocenzop

    Egregio Giornalista

    non sono assolutamente un anonimo ma mi chiamo Innocenzo Perricone e la mia registrazione su splinder la dovrebbe dire lunga sulla mia voglia di non nascondermi.

    Il mio commento non vuole politicizzare il suo articolo o essere irrispettoso nei suoi confronti. Sulle pagine del Movimento ci sono stati mesi di dibattito solo per capire chi fosse andato negli USA, quali spese fossero state affrontate e soprattutto quali benefici si fossero avuti da tale trasferta collettiva!

    Allo stato attuale sembra solo che sia stata una spesa infruttuosa che continua nel male a far parlare di se, fino a quando qualcuno non dimostrera’ il contrario.

    Credo che alla grande parte del pubblico attento sia venuto in mente il suo sgomento in occasione dello scontro fra Santoro e Graffeo, scontro peraltro piu’ verosimile ad un attacco unilaterale.

    In quella situazione Graffeo rappresentava TRS e Lei da conduttore ne aveva preso le difese, leggitime, in prima persona e a nome della Redazione.

    In altri periodi i giornalisti avrebbero addolcito i toni nei confronti di una Amministrazione Comunale, come è stato per le Amministrazioni precedenti ma visto che il Sindaco Santoro è stato (cito le sue parole) irriverente finalmente è stato adottato un metro giusto per valutare le cose.

    Questa è la mia considerazione.

    Cordialita’

    Innocenzo P

    PS. Sono a sua disposizione, se vuole, contattando l’email del Movimento.

  10. utente anonimo

    Considerata la rilevanza nazionale dell’articolo, senza dubbio la notizia ha macchiato, compromettendola del tutto, l’immagine del nostro paese.

    Il richiamo da parte del consolato testimonia il modo di amministrare “alla carlona” e dilettantistico dei nostri governatori.

  11. utente anonimo

    Miiiizzicaaaaaa decimila euro pi u gran galà e chi mangiaru? Fussi beddu sapiri u menù, anchi pisapirini pallari, o pi truvari qualchi atra ricetta pi mè maritu chi l’atru iornu mi dissi chi si siddiau di mangiari sempre pasta cu li patati e pani e tumazzu. Però decimila euro mi parinu assai, l’atra sira me maritu chi mi purtau fora pi s. valentino pagau 60 euro e mangiamu puru pisci. Ma n’a vota l’anno si pò fari.

    Speramu almenu chi mangiaru boni!

    Za Bunidda

  12. utente anonimo

    Per quanto mi risulta, Santoro potrebbe certamente continuare a fare bene il proprio lavoro.

    Ma certo! Ci sono ancora 3 anni di brutte figure. Avogghia!!!

    Sicuramente la prima cosa che dovrebbe fare è chiedere scusa a:

    1) tutti i cittadini di Santa Margherita Belice

    2) tutti i cittadini Margheritesi che vivono in USA

    3) al Console italiano in USA.

    La seconda cosa urgente da fare e circondarsi e farsi collaborare da persone con la testa sulle spalle.

  13. sxgiovanile

    COMMENTO PRECEDENTE MODERATO

    00:16, 18 febbraio, 2009

    La cosa più scandalosa non sono i 10.000 euro che il Console, dopo quasi un anno, aspetta ( e spera) dal nostro Sindaco.

    Che già è una bruttissima e meschina figura.

    Sono i 2.100 euro per fare fronte ai costi non previsti e dovuti agli inviti personale del Sindaco.

    Ma come si permette questo signore di invitare, a sua insindacabile discrezionalità, gli amici, conoscenti e mettere in mostra la sua spocchia a spese della collettività.

    Speriamo che la minoranza riesca a comprendere che si tartta di un debito contratto personalmete senza alcuna copertura finanziaria, nonostante la ingiustificabile presenza ( a quale titolo) del nostro uomo con la valigia in mano ( xxxxxxxxxxxxxxx).

    Specrone… con i soldi degli altri.

  14. utente anonimo

    A Maurizio Marino

    non capisco le tue valutazioni.

    Nel post n. 7 parli di ” molti avvoltoi che ci vogliono male su questo speculeranno molto”.

    Ma cosa dovrebbero fare i cittadini.

    Stari muti. Stare in silenzio, non commentare. Farsi i ca..i propri?

    Sappi che il Console ha scritto interloquito con il Sindaco non dal 2 febbraio 2009 , ma dopo “tanti ripetuti contatti telefonici”.

    Ed ancora come per le tue tasche presti oculatamente attenzione alle spese che sostieni, anche il Consolato “ha esigenze contabili che devono essere rigorosamente rispettate” , soprattutto perchè si tratta di un ente pubblico.

    Dov’è la speculazione giornalistica, dov’è sono gli avvoltoi!

  15. utente anonimo

    al post 19 anonimo dico che stiamo dalla stessa parte. A me frega poco delle “esigenze contabili” del console. Invece mi frega tantissimo l’immagine di Santa Margherita all’esterno sopratutto quando si cerca di valorizzare il territorio e i suoi prodotti. Comunque sia potete criticare le mie idee liberamente. Saluti Maurizio Marino

  16. utente anonimo

    Ricordo il Post della direttrice del parco letterario Rosalia Abbruzzo, che ci spiegava, a noi poveri incolti margheritesi, il valore commerciale e culturale della gita in America.

    Adesso la stessa direttrice ci può fare comprendere quello che sta accadendo in relazione a questi buchi, a queste lettere, a questi articoli sui giornali ?

    Ma come mai non scrive più?

    E’ finita la trastarenza?

    Forse il suo silenzio risente ancora della delusione causata dal bravo Franco Graffeo che l’ha … nel suo incarico ( cucito su misura)di ufficio stampa del comune?

    Per ricordare a lei e noi le fesserie che ci ha raccontato vi allego il suo famoso Post:

    Gent.mi utenti del blog…trovo il tempo solo oggi di rispondere alle vostre domande ma lo faccio volentieri e serenamente partendo dal presupposto che dare delle informazioni non significa, per me, convincere a tutti i costi qualcuno della bontà di quel che si riferisce…per cui se chi è dall’altro lato è disposto ad avere queste informazioni per poi valutarle…bene! Significa aver avviato un dialogo virtuoso e come tale produttivo. Per chi,invece, ritiene di essere già edotto e depositario assoluto di ogni verità, temo che nessuna risposta potrebbe apparire congrua. In tal caso nessun confronto avrebbe senso…

    Ma tant’è….

    Rispondo in ordine augurandomi di non tralascaire nulla.

    1) Il mio ruolo all’interno del comune è quello di direttore artistico dell’Istituzione Giuseppe Tomasi di Lampedusa. In quanto tale posso legittimamente riferire su tutte le iniziative e le attività organizzate dall’ente…tra queste appunto la Missione Culturale a New York.

    2) Ero presente anche io a New York e ciò per una serie di ovvie ragioni. La prima, abbastanza immediata, è che quando si lavora ad un evento per mesi e lo si conosce in ogni suo dettaglio si ha il dovere e la necessità di curarne l’esecuzione e monitorarne l’andamento. La seconda, forse per molti meno ovvia, consiste nel fatto che un evento, un progetto, un’attività….benchè organizzato non si materializza da solo in fase esecutiva ma deve essere, nel momento che lo si realizza, gestito e materialmente eseguito da qualcuno che muova le cose, allesta gli spazi, si occupi di sistemare oggetti e materiali, presenti il prodotto, recepisca i contatti, organizzi insomma tutto quello che c’è da fare in termini logistici e nel mio caso anche promozionali visto che ho curato una specifica pubblicazione dedicata all’evento e che pertanto ero in grado di parlarne e spiegarne compiutamente i contenuti a tutti coloro, operatori culturali e commerciali, che abbiamo incontrato e che ovviamente volevano notizie e informazioni. E queste vanno date da chi le cose le conosce meglio ancora se per averci direttamente lavorato.

    3) Essendo New York la più grande e significativa vetrina mediatica del mondo è chiaro che l’aver annunciato lì il vincitore della 5° ediz. del Premio Letterario aveva lo scopo di promuovere, complice la ricorrenza del 50° anniversario del Gattopardo, anche l’evento di punta tra le manifestazioni margheritesi al fine di attrarre l’attenzione e l’interesse di un target per l’appunto interessato al turismo culturale. Questa “operazione di marketing” in nessun modo poteva/voleva consistere nell’attribuzione del Premio al vincitore, cosa che avverrà, normalmente, nel corso del Premio Letterario ad Agosto.

    4) Alcuni di voi mi hanno fatto “sarcasticamente” delle domande circa i vantaggi per la cantina Corbera ecc. ecc.. Domande a cui, sempre nel rispetto delle prerogative del mio ruolo, non posso (nè voglio) rispondere. A tal proposito aggiungo che ritengo che certi argomenti, che hanno radice in rapporti di natura privata e/o professionale e lavorativa, vadano sviluppati nelle sedi più consone che sono quelle (organi consultivi, assemble) in cui è naturale e legittimo valutare le scelte operative ed i loro risultati.

    5) Non si può pensare di fare un’operazione promozionale così grande ed importante come quella di cui discutiamo senza aver provveduto a munirsi di chi può dare voce all’esterno dell’operazione stessa. Fare un’operazione di comunicazione e promozione ha senso solo se l’operazione viene per l’appunto comunicata. Ecco il senso della presenza, come in ogni evento internazionale che si rispetti, di giornalisti a seguito dotati dell’autorità e della capacità di dare le notizie sulla stampa nazionale (quella estera si attiva con dinamiche diverse, specie quando l’evento è talmente prestigioso da essere ospitato in una location come quella del Cipriani ed attrarre centinaia di presenze!!).

    6) Non ho capito bene il messaggio di cui al post 11, forse perchè scritto in un modo che non coincide del tutto con l’italiano che conosco…, ma non ci sono spese nascoste. I costi dell’operazione sono stati coperti dagli apporti degli sponsors, istituzionali e privati, ciascuno in misura diversa.

    7) La delegazione era composta nella maggior parte da addetti ai lavori; rappresentanti margheritesi e non, delle istituzioni; l’architetto che regalerà a Santa Margherita il restauro del Palazzo Filangeri, il prof. Gioacchino Lanza Tomasi, i titolari di quelle aziende che, avendo contribuito alla promozione, dovevano esserci per potersi promuovere; tre persone tecnicamente e artisticamente in grado di curare l’allestimento degli spazi e, come accade in questi casi, qualche rappresentante dell’amministrazione (anche di minoranza per par condicio e a garanzia di chi si sente in tale minoranza meglio rappresentato).

    Le liste di nomi,ritengo, diventino meno appaganti difronte all’indicazione dei ruoli e dei compiti. Sia chiaro che anche queste informazioni sono a vostra disposizione…nelle sedi opportune a cui trovo più elegante rivolgersi specie se si chiedono nomi di persone con le quali, in questa sede, non si è instaurato nessun contraddittorio.

    8) La missione culturale avrà un seguito lungo tutto il 2008 in termini di spazi di visibilità, di riscontri e di occasioni promozionali. Chiunque lo desideri sarà messo in condizione, man mano che si realizzeranno le varie tappe di questo progetto, di sapere tutto quello che vuole sapere…magari passando in comune…

    Sò di deludere qualcuno in questo momento ma…quanto all’evento newyorkese posso parlarvi di una bella sfida e non di un “arcano mistero”….che non c’è.

    Ringrazio, infine, il gentile utente del post n. 12 per la sua analisi tanto semplice quanto lungimirante.

    Grazie, indistintamente, a tutti voi per l’interesse che dimostrate alle cose che appartengono alla vostra città e l’attenzione dedicata alla lettura della mia risposta.

    Vi saluto cordialmente

    Rosy Abruzzo

    Calogero Abruzzo

  17. utente anonimo

    Molto interessante questo ultimo commento ed infatti rileggendolo, i punti che più mi fanno sorridere sono:

    6. “…… non ci sono spese nascoste. I costi dell’operazione sono stati coperti dagli apporti degli sponsors, istituzionali e privati, ciascuno in misura diversa” E OGGI SCOPRIAMO CHE ERA UNA BUFALA, BASTA CHIEDERE AL CONSOLE

    7. “…. La delegazione era composta nella maggior parte da addetti ai lavori; rappresentanti margheritesi e non, delle istituzioni…… ….. Sia chiaro che anche queste informazioni sono a vostra disposizione…nelle sedi opportune” E ANCHE QUESTA ERA UNA BUFALA, ANCORA OGGI ASPETTIAMO DI CONOSCERE QUESTA LISTA SEGRETA, BASTA CHIEDERE ALLA STESSA OPPOSIZIONE

    8. “…..La missione culturale avrà un seguito lungo tutto il 2008 in termini di spazi di visibilità, di riscontri e di occasioni promozionali….” STAVOLTA NIENTE BUFALA, BASTA LEGGERE LA SICILIA DI DOMENICA SCORSA PER VEDERE QUANTA VISIBILITA’…..

    Ma scusate Rosy sarebbe la sorella del sollevatore delle acque?????? AHHHHH!!!…. ORA HO CAPITO!!!!

    Bufala Kid

  18. utente anonimo

    Bufala Kid, Grazie ….. siamo e viviamo un momento in cui ci si vergogna ad essere margheritesi e tu, malgrado ciò, riesci a strapparci un sorriso.

    Si un sorriso, quel sorriso che seppellirà questi uomini e donne che non provano nemmeno il sentimento della vergogna.

    Grazie.

  19. utente anonimo

    Ora capisco le corbellerie dette dalla Rosy……..

    Ma avete visto cosa fa…….

    Ma è direttrice del Parco Letterario o fa la presentatrice del carnevale……?

    Ecco spiegato perchè il premio letterario dello scorso hanno sapeva di pane e salsiccia……

    Da Agrigentonotizie….

    Particolarmente apprezzato l’esordio della manifestazione, con la recita di una poesia sul carnevale del poeta Vincenzo Licata, eseguita dall’attore e regista Salvatore Monte, e l’esibizione del gruppo di Peppe Nappa che ha aperto la serata. Il primo giorno di festa è stato presentato da Rosy Abruzzo e Pietro Pumilia.

    Siamo alla Frutta

  20. utente anonimo

    Ho capito bene? Franco Graffeo fa l’addetto stampa del SindacO?

    Qui Quo Qua

  21. utente anonimo

    Mi associo alla domada del precedente perchè se è così mi crolla un mito!

  22. utente anonimo

    Per l’amico Franco Graffeo

    Ho saputo che l’incarico di addetto stampa del Sindaco per un mese è stato ottenuto tramite partecipazione a concorso pubblico pertanto in maniera più che legittima.

    Un abbraccio

    Qui quo qua

  23. utente anonimo

    Mi rivolgo a Franco Graffeo per chiedegli cosa è questa storia dell’addetto stampa.

    Forse è passato dall’altra parte della barricata? In questo caso ne sarei dispiaciuta.

    Se così non è come intende comportarsi verso l’amministrazione visto che con Lei non corre buon sangue?

    Grazie per l’eventuale risposta.

    Maria

  24. utente anonimo

    Non vedo il nesso tra l’incarico ottenuto da Graffeo ed il post in oggetto, non capisco il senso delle domande a lui poste.

    Se sei addetto stampa fai il tuo lavoro con qualunque amministrazione, o pretendete che si comporti in modo “non professionale”? Ottenere un incarico tramite concorso pubblico significa passare dall’altra parte della barricata? Perchè a S.Margherita c’è una guerra? Ma siate seri…

    Filippo

  25. utente anonimo

    Graffeo è un bravo professionista e saprà svolgere l’incarico con obbiettività e preparazione. Non capisco a quale barricata si riferisce Maria.

    Maurizio Marino

  26. utente anonimo

    Sicuramente Franco svolgerà l’incarico con molta obiettività perchè sono la prima ad apprezzarlo come professionista.

    Volevo semplicemente precisare che si troverà in difficoltà quando nello stesso periodo in cui farà l’addetto stampa per l’Amministrazione, scriverà, nello stesso tempo, qualche articoletto pungente contro la stessa Amministrazione.

    Maria

  27. innocenzop

    Sono sicuro che Franco Graffeo sapra’ scindere i 2 impegni.

    Quello che noto è che Noi siciliani, in generale, non siamo bravi a dividere il lavoro col personale….

    Mi spiego meglio….

    Posso essere ad esempio contro l’operato del Sindaco Santoro ma questo non significa che devo “odiare” Franco Santoro che è una persona splendida e sempre disponibile.

    Saper dividere i ruoli di una persona o viceversa sapere gestire i diversi propri ruoli è il primo vero atto di maturita’ di una societa’.

    Belle parole … ma sappiamo che non è mai cosi’ 🙁

  28. utente anonimo

    … Franco svolgerà l’incarico con molta obiettività …. “CAPPERI”

    … vi invito a valutare l’operato “dell’informatore” in “FEDE” …

    FATE VERAMENTE RIDERE I POLLI …

I commenti sono chiusi.