Amministrative 2012: una guida al voto

Manca poco al voto ed è giusto sapere che quest’anno, a differenza delle passate elzioni, ci sono importanti novità nella modalità d’espressione del voto.
In passato infatti bastava esprimere il voto per un candidato al consiglio comunale per fare estendere in automatico il voto alla lista e al candidato sindaco ad essa collegata. Oggi non è più così.

Ci permettiamo di pubblicare una breve e facile guida per esprimere il proprio voto in maniera giusta.

Per votare un candidato sindaco, bisogna in maniera espressa segnare con una X la casella dove è scritto il nome del candidato sindaco. Se non viene fatto nessun segno, il voto si considera non espresso.

Per votare una particolare lista, va segnato con una X il simbolo della lista.

Per votare un candidato al consiglio comunale, bisogna scrivere il cognome del candidato nell’apposita casella della lista collegata. Nel caso di omonimia di due o più candidati nella stessa lista, oltre al cognome va scritto anche il nome.

E’ possibile esprimere un voto disgiunto.
Cioè, è possibile votare un candidato al consiglio comunale di una particolare lista e poi segnare con una X il candidato sindaco di un’altra lista.

A noi però rimane un dubbio, che qui esprimiamo e che una ricerca su internet non ha dissipato: se non viene segnata nessuna lista ma viene espresso validamente il voto al candidato consigliere comunale, il voto si estende alla lista collegata o no?
Qualcuno di voi ha maggiori informazioni?

Ricordiamo inoltre che si potrà votare domenica 6 maggio dalle ore 8 alle ore 22; e lunedì 7 maggio dalle ore 7 alle ore 15. Lo scrutinio inizierà subito dopo.
Chi non è in possesso della propria tessera elettorale, può recarsi, anche nei giorni di voto, presso l’apposito ufficio del Comune.

 

5 pensieri su “Amministrative 2012: una guida al voto

  1. scrutatorenonvotante

    Mi pare di aver letto che se non viene segnata nessuna lista ma viene espresso validamente il voto al candidato consigliere comunale, il voto non viene assegnato al candidato sindaco (questo però andrebbe bene in caso di più liste per un candidato…..ora mi sorge un altro dubbio: nel cao nostro di s.margherita, visto che ogni candidato ha una sola lista, la questione potrebbe essere dubbia)……
    ……nell’incertezza segniamo sempre il candidato a sindaco!

    1. ilmovimento Autore articolo

      Su questo siamo sicuri. Se viene scritto solo il nome del candidato al consiglio comunale e non viene segnato nessun sindaco, il voto non si estende quindi il voto va solo al consigliere e non al sindaco.
      Il nostro dubbio invece è: il voto alla lista invece si estende (nel caso in cui viene solo scritto il nome del candidato consigliere) oppure va segnato espressamente?

  2. scrutatorenonvotante

    Sulla Gazzetta ufficiale della Regione siciliana, a firma dell’assessore per le Autonomi locali e la Funzione pubblica, Caterina Chinnici,viene pubblicata la circolare esplicativa della legge 6/2011, in materia di elezioni comunali. Alle prossime consultazioni amministrative, gia’ fissate per il 6 e 7 maggio (ballottaggio il 20 e 21), infatti, si votera’, per la prima volta, con il nuovo sistema elettorale. viene chiarito quanto segue:
    La nuova legge modifica in parte il sistema precedente, introducendo la sostanziale novita’ che il voto espresso dall’elettore per la lista dei candidati al consiglio comunale non si estende al candidato sindaco cui la stessa e’ collegata e viceversa (cosiddetto effetto trascinamento). Questo comportera’ che l’elettore deve manifestare espressamente il proprio voto, sia per il candidato consigliere, sia per il candidato a sindaco.

    1. ilmovimento Autore articolo

      Si, è possibile… Basta barrare il nome di un candidato e sindaco e poi scrivere il nome del candidato consigliere nella riga apposita.

I commenti sono chiusi.