Archivio tag: — santa margherita belìce

Natale 2011: Presepe Vivente a Santa Margherita di Belìce

salvataggio

L’Associazione Culturale Religiosa “Il sale della terra“, con l’aiuto del Comitato “SS. Crocifisso” e un gruppo di privati cittadini margheritesi volontari e volenterosi, sta organizzando per il Natale 2011, a Santa Margherita di Belìce, la terza edizione del Presepe Vivente.
Quest’anno il Presepe sarà ambientato  tra le piante e i sentieri del Parco delle Rimembranze. Ci saranno, come l’anno scorso, ben 17 “postazioni”, con più di 100 figuranti, che ricreeranno gli antichi mestieri, fino alla Natività.
L’inaugurazione del Presepe sarà la notte tra il 24 e il 25 Dicembre, subito dopo la Santa Messa.
Nei giorni seguenti terremo d’occhio i lavori e pubblicheremo man mano sempre nuove foto e vi aggiorneremo sulle giornate di apertura e sugli eventi a contorno della Rappresentazione.
Invitiamo sin da ora tutti voi a visitare il Presepe, in quanto l’anno scorso era stato molto suggestivo e quest’anno non sarà da meno.

Infine, chi volesse partecipare o avesse qualche ora al giorno o alla settimana, libera da altri impegni, può recarsi presso il Parco delle Rimembranze, dalle ore 18 circa in poi, per dare una mano a chi, in allegria e per il semplice gusto di fare qualcosa per il paese, lavora per mettere sù il Presepe.

Foto Chef Liborio Bivona
Foto Chef Liborio Bivona
Foto Chef Liborio Bivona
Foto Chef Liborio Bivona
Foto Chef Liborio Bivona
Foto Chef Liborio Bivona
Foto Chef Liborio Bivona
Foto Chef Liborio Bivona
Foto Chef Liborio Bivona
Foto Chef Liborio Bivona
Foto Chef Liborio Bivona

Progetto Onda a Santa Margherita

390974_298660783498030_100000623313304_991400_1412672132_nRiceviamo una segnalazione tramite il nostro profilo sul Social Network Facebook e ne riportiamo qui il suo contenuto…
Progetto ONDA Wireless 4 Mega a Santa Margherita di Belice
Adsl Wireless: ONDA e' l'innovativo brand di TechLabItalia relativo ai servizi di adsl in wireless.

Permette una connettivita' illimitata 24h con banda di picco fino a 4 Mega in downstream e 256 Kb/s in upstream a costi ridotti. Nessuna limitazione sul peer-to-peer.  A soli 9,95 euro al mese!!!!   Il servizio sarà disponibile nei prossimi mesi..
Per info contattate
il numero verde 800912514

Antonino Santoro

La futura caserma dei vigili del fuoco a Santa Margherita!!!!!

e523c41accdc631388a158c1cf743da8_medium

Dal sito comunale riportiamo la fotosimulazione della futura  caserma dei Vigili del Fuoco, che dovrebbe sorgere intorno all'anno 2100, adiacentemente alla ex zona baraccata Madonna di Trapani. Purtroppo indichiamo l'anno 2100 perchè da diversi anni si parla della costruzione di questa caserma ma ancora nulla si è smosso.

Biglietto di presentazione !! ……

L'ingresso del paese, di solito è uno degli elementi piu curati, villette, piante e fiori, statue e simboli, insomma, come si dice, di solito è il biglietto di presentazione……..
Il nostro biglietto di presentazione sembrava stesse per diventare una cosa seria, un grandissimo simbolo proprio non appena si arriva dalla strada statale, una bella ?!? rotatoria, piante, fiori, acqua che non mancava…….eppure questo è lo stato di abbandono, proprio nei mesi piu particolari dell'anno, parliamo di Novembre e Dicembre che con il suo natale dovrebbe riempire le strade di luci e di colori.

munnizza2

Radio SISMA – La Scossa Culturale

sognidoro Dopo una serie di eventi propedeutici alla messa in onda, raccolte fondi per dotarsi di opportuna strumentazione, adeguamento di spazi e di uomini, nasce Radio SISMA ed è finalmente On Line. Quest’estate il progetto ancora in embrione, vedeva la costola dell’Associazione Sogni d’Oro mettere ON AIR prove tecniche di trasmissione e test radiofonici-musicali di base.  Oggi, a distanza di qualche mese, è il caso di cominciare a parlare di programmi, palinsesti, linea editoriale, taglio socio-culturale.

Il presidente dell’Associazione, Onorio Di Giovanna, si è mostrato disponibile a spiegarci l’evoluzione di questo importante strumento per il territorio, l’uso che se ne può fare (sia da parte degli editori che dei fruitori) e le potenzialità.

Dal canto suo, il Movimento, vuole dare spazio ad iniziative che aprono nuovi scenari di comunicazione libera, di libera espressione nell’ottica di un confronto sempre aperto, schietto e franco (nessun riferimento al primo cittadino), anche aspro e duro, ma comunque leale. Per questa ragione invita l’Associazione Sogni d’Oro a condividere un percorso di reciproco supporto, pubblicizzando vicendevolmente eventi ed iniziative, in modo da sfruttare al meglio le opportunità offerte dalla rete, raggiungendo e coinvolgendo una platea sempre più ampia di interessati.

Cominciamo, quindi, pubblicando le impressioni di Onorio di Giovanna, con l’intento di pubblicizzare l’iniziativa “Radio Sisma”.

Cari Amici de “Il Movimento” e cari Amici Lettori, vi ringrazio per l’attenzione e la stima rivolta verso la neonata struttura Radiofonica. Radio SISMA è il coronamento di un grande Sogno, un Sogno che vive nel mio cuore, nei cuori di tanti miei amici fin dall’età adolescenziale. Ho sempre ascoltato attento e affascinato le avventure radiofoniche raccontate da tutta quella gente che è nata e vissuta ascoltando e/o comunicando dai microfoni di emittenti radiofoniche locali come quelle di “Radio Belice Centrale” o “Radio Meeting”. Oggi con Radio SISMA, la prima Web Radio della Valle del Belìce, si apre una nuova era. Lo Staff che supporta la struttura è decisamente qualificato, infatti varia dai veterani della Radio come il mio omonimo Onorio Abruzzo, nonché Direttore dell’emittente con esperienza ventennale, a semplici ragazzi che hanno nelle proprie corde la meravigliosa voglia di mettersi in gioco, di divertire e divertirsi, di informare e fare cultura e non solo musicale, ma anche cinematografica, letteraria e sociale, ragazzi come Giuseppe Butera, Nicola Ganci, Rosario Scaturro, Samuele Di Giovanna, Giovanni Ganci, Vincenzo Ciaccio e come tutti coloro che hanno già parlato e parleranno ai Microfoni di Radio SISMA.

Dal Sisma naturale che nel Gennaio del 1968, colpì e rase al suolo la Valle del Belìce, si giunge ad un meraviglioso e affascinante Sisma Socio Culturale nonchè Radiofonico.

La Mission di Radio SISMA è chiara nel sottotitolo: la Scossa Culturale. Infatti si vuole dare una scossa a quelle menti e a quei cuori fermi, immobili, stanchi e pessimisti, una grande Scossa collettiva che punta alla gente che ha voglia di sapere, di apprendere, di conoscere, di divertirsi, ma anche di comunicare, di “urlare”, di denunciare, di dire quello che si vuole a chi si vuole. I nostri microfoni infatti sono aperti a tutti, a chiunque voglia utilizzarli per una rubrica culturale, per un programma ironico e/o satirico, per momenti di riflessione, incontri e dibattiti politici, per pubblicizzare un evento locale e non, insomma, Radio SISMA, ha fatto proprio totalmente il concetto di “Radio Libera, ma Libera veramente…” come recita il cantautore Eugenio Finardi in una sua celebre canzone. Radio SISMA è nelle condizioni di raggiungere direttamente con la propria attrezzatura ogni luogo per ogni tipo di occasione o evento, trasmettendo in diretta Audio e Video, l’intero evento. Radio SISMA è una Struttura che non si schiera, che non scende a patti e compromessi con nessuno, una Radio pronta ad applaudire e allo stesso modo pronta a criticare, a denunciare e ad obbiettare su tutto quello che il palcoscenico locale e non solo, mette in scena. Allo stesso modo è pronta a collaborare con qualsiasi gruppo e/o Associazione che perseguono i nostri stessi obiettivi e finalità.

La nostra Radio (quando parlo di Nostra, parlo di tutti coloro che sposano la causa, parlo di tutti coloro che vogliono dare un contributo ad una vera e propria rinascita socio culturale), come ben definita da Il Movimento, è una costola dell’Associazione Culturale “Sogni d’Oro”, struttura che di Sogni e progetti ne ha realizzati tanti e tanti altri ne realizzerà. Infatti, oltre ad aver dato vita a Radio SISMA, ha anche partorito una Sala Prove per tutti i Gruppi Locali, uno Studio Recording e non ultimo per ordine d’importanza, è dotato di uno Staff qualificato che crea ed organizza grandi ed importanti Eventi Socio Ricreativi e Culturali.

L’Associazione “Sogni d’Oro” ha la propria sede operativa nello storico Palazzo Filangeri di Cutò in Piazza Matteotti a Santa Margheirta di Belìce (AG) (prima porta a destra, una volta entrati dal portone centrale del Palazzo) dove altresì è ubicato lo studio Radiofonico di Radio SISMA.

Radio SISMA: 
Ascoltatela dal Sito Internet Ufficiale
www.radiosisma.it
cliccando sul tasto ON AIR
Facebook: Radio SISMA

Associazione Culturale Sogni d’Oro:
Palazzo Filangeri di Cutò – Piazza Matteotti 
Santa Margherita di Belìce (AG)
Tel. 0925.19.45.045 – Cell. 338.18.37.555
www.sognidoro.net

 

Il Presidente
dell’Associazione Sogni d’Oro
Onorio DI Giovanna

Rangers d'Italia: le foto della discarica di amianto

repoQualche giorno fa abbiamo pubblicato l’articolo di un quotidiano in cui si parlava di una segnalazione effettuata dai Rangers d’Italia Nucleo di Santa Margherita e Montevago, su una discarica abusiva di amianto nel territorio di Santa Margherita di Belìce. Continua a leggere

Rangers d'Italia: discarica abusiva di amianto a Santa Margherita di Belìce

Riceviamo dai Rangers d’Italia Nucleo di Santa Margherita & Montevago e pubblichiamo l’immagine di un articolo di giornale su una discarica abusiva di amianto nel territorio di Santa Margherita di Belìce. Segnalazione Discarica Abusiva Di Eternit

Al giardino del campo delle palme morte – SMB

untitled1(2308) Ahinoi, continua l’inesorabile perdita di palme a Santa Margherita Belice. Perdite causate dal parassita rosso e dalla mai messa in opera di provvedimenti atti a tutelare le notre palme. Come vedete dalle foto tutte le palme che si trovano nel giardino adiacente al campo sportivo sono ormai morte. Continua a leggere

Un Cafè in sicurezza…ma quando mai. SMB

(2299) In questi anni ci hanno sempre detto che il Cafè House, era stato messo in sicurezza, in attesa di una ristrutturazione, in questi giorni, abbiamo potuto constatare che effettivamente era stato messo in sicurezza, ma oggi non lo è più, transenne divelte, pilonio a terra, le strutture soccorenti poi si presentano deteriorate dal tempo. Il cafe quindi non ci sembre più in sicurezza

Mercato dei fichidindia: vergogna!

piante%20di%20ficodindia(2297) Dopo 4 anni dell'amministrazione del Pane, Lavoro e Prospettiva, del sindaco di tutti, del sindaco sindacalista, del sindaco agricoltore, amico degli agricoltori, e dei suoi pupilli della sollevazione delle acque, del rilancio della zootecnia, del successo del fichidindia, noi abbiamo solo una parola: VERGOGNA!
Vergogna perchè dopo tutto questo tempo non si è ancora pensato di affrontare il problema del mercato del ficodindia.
Non c'è ancora un posto destinato solo allo scambio, non c'è nessun tipo di vigilanza e soprattutto, non c'è alcun tipo di tutela.
Abbiamo provato a fare un giro noi stessi in C/da Cannitello, dove ormai da decenni si vendono e si comprano ficodindia e siamo rimasti sconvolti. Una "gabbietta" di ficodindia, del peso approssimativo di Kg 20, viene venduta tra i 6 e i 10 euro.
6 euro!!
Ma come si rilancia il ficondindia con questi prezzi?
Vergogna!

Cosa avrebbe potuto fare l'amministrazione, ancora memore degli anni passati e dei prezzi passati: riunire tutti i produttori/venditori di ficodindia e provare a convincere tutti a remare dalla stessa parte, di imporre almeno un prezzo minimo più elevato, per salvarci dalla presa in giro dei compratori "estranei" che poi si rivendono il ficodindia a € 2, 3 e anche 4 al Kg.
A conti fatti, una gabbietta viene comprata a € 6/10 e viene rivenduta a oltre € 40/60.
Vergogna!

Inoltre, progettare la Sagra del ficodindia a fine stagione di produzione, come l'anno scorso e poi sentire l'Assessore al ramo lamentarsi in radio (in occasione della Fiera sulle onde di Radio Futura Network) che nessun produttore voleva portare ficodindia alla Sagra, è sconcertante. Quale ficodindia si doveva portare a stagione ormai finita? Quale rilancio deve avere una Sagra fatta quando ormai le fichidindia scarseggiano? I pochi "turisti" presenti, anche se avessero voluto, cosa avrebbe potuto comprare? Potevano al massimo ordinare le fichidindia per il prossimo anno! Noi da sempre diciamo che a Roccapalumba (PA) ci sanno fare. Qui sanno solo parlare! (e neanche questo a volte!)
Vergogna!
 
Ed infine, noi non siamo soliti a prendercela con i nostri compaesani agricoltori, già appesantiti dalla crisi della viticoltura e dell'agricoltura in genere, però stavolta vogliamo dirlo: Riflettete anche voi! Svendere a così basso prezzo, 6 euro, il nostro prodotto più tipico e raro… Ma ci rientrate delle spese con questi 6 euro??!?
Non solo vi impoverite perchè ci rimettete, ma per di più arricchite chi specula sul prezzo!

 
Siamo senza parole!

Stasera alle 21.30 PRESADIRETTA parlerà della nostra AGRICOLTURA

(2296) Finalmente ci siamo, i servizi girati in Sicilia 2 mesi fa sulla crisi dell'Agricoltura andranno in onda su PRESADIRETTA questa sera (Domenica 9 Ottobre 2011) alle ore 21.30 su RAITRE
Sintonizziamoci e spargiamo la voce tra tutti quelli che conosciamo.
Si parlerà ampiamente di grano, viticoltura e andrannno in onda le riprese girate in piazza a Santa Margherita di Belice.

Censimento della Popolazione

istat-censimento-2011(2294) Dal sito istat.it pubblichiamo il comunicato sul Censimento.
Ricordiamo ai nostri amici che il CENSIMENTO E' OBBLIGATORIO, pensa pesanti sanzioni pecuniarie!!!! Vi ricordiamo che è possibile compilarlo on line, seguendo le semplicissime istruzioni.
E’ partita lunedì 12 settembre e prosegue fino a sabato 22 ottobre la consegna dei questionari da compilare per il 15° Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. I plichi (che contengono il questionario, la Guida alla compilazione e la lettera di presentazione del Censimento) sono distribuiti dai portalettere di Poste Italiane a oltre 25 milioni di famiglie: nella prima settimana ne sono stati recapitati oltre 3 milioni.

A partire da lunedì 10 ottobre (NON PRIMA), i questionari compilati possono essere consegnati a mano, in busta chiusa, nei 14.000 Uffici Postali presenti su tutto il territorio italiano, oppure in uno dei centri di raccolta del Comune di residenza. In entrambi i casi ai cittadini viene rilasciata una ricevuta (da conservare) di avvenuta restituzione.
I questionari compilati non vanno imbucati in alcun caso nelle cassette postali.

Dal 9 ottobre, ma non prima, è possibile anche compilare e restituire i questionari via Internet, collegandosi al sito http://censimentopopolazione.istat.it e utilizzando la password stampata sulla prima pagina del questionario.

Chi volesse maggiori info può accedere al sito web
http://censimentopopolazione.istat.it

Ignazio Abate nuovo Vice Sindaco a S. Margherita Belìce

276329_100000171114042_4030849_n(2293) Dopo le dimissioni dell'assessore Baldo Cacioppo, tardive e sospettose a parer nostro, arriva la nomina a Vice Sindaco dell'Architetto Ignazio Abate.
All'Architetto vanno i nostri auguri di buon lavoro. al servizio di tutta la comunità di Santa Margherita di Belìce.

Il punteruolo va anche in chiesa a Santa Margherita Belìce

vox-populi-filmposter (2289) Dopo aver girovagato in lungo e largo per il paese, abbiamo constatato che il punteruolo rosso è andato anche in chiesa.
Ahinoi, anche le palme che adornavano il prospetto della chiesa di San Giuseppe sono state, prima colonizzate, poi infestate ed infine distrutte dal coleottero.
Adesso non resta che aspettare le pale meccaniche comunali che, anche in questo caso, facciano pulizia rimuovendo i relitti delle palme prima che anche gli ultimi esemplari rimasti indenni avranno anch'essi l' "opportunità" di essere colpiti e distrutti.

 

Abolizione dei Tribunali minori

IPSE%20DIXIT(2288) Riportiamo, parola per parola, un articolo del sito Agrigentonotizie: Sulla questione dell’abolizione dei Tribunali Minori, i sindaci del Belìce propongono uno strumento alternativo all’ultimo documento predisposto dal Consiglio comunale di Sciacca.  "Il nostro Consiglio comunale – ha dichiarato il presidente Ventimiglia – più che discostarsi dal documento, ha preferito predisporre uno strumento concreto al fine di evitare che mentre ci si attarda a formare commissioni, comitati, incontri ed altro, non riuscendo ad offrire nulla di concreto in alternativa alle disposizioni e agli indirizzi attualmente in vigore, si finisce con il concorrere all'applicazione dei detti indirizzi e disposizioni. Quindi, mentre il medico studia, il malato muore!" In merito agli incontri che dovrebbero avvenire tra il comitato permanente di Sciacca, i parlamentari Marinello, Messina, Ruvolo, la Commissione presso il Ministero della Giustizia ed anche con il Presidente Fini interviene il sindaco di Santa Margherita che dichiara:  "Ben vengano. Ma, a Marinello, Messina, Ruvolo e al Presidente Fini, si potrà chiedere, in termini realistici, di intervenire per favorire il territorio di Sciacca a danno di altri territori? Ritengo di no. E, per di più, non dimentichiamo che questa battaglia e' stata già persa nei confronti del Tribunale e del territorio di Termini Imerese. Pertanto, errare è umano, perseverare è diabolico. Ma il presidente della Camera potrà entrare in queste scelte che comporterebbero una sequela di diatribe tra i territori dei Tribunali? Ritengo di no – ribadisce Santoro – Al presidente Fini, invece, si potrà chiedere, legittimamente, di iscrivere all'ordine del giorno la discussione della proposta di legge di iniziativa popolare da me e dagli altri sindaci del Belìce presentata, il 29 settembre 2011. Ritengo infatti che il Presidente Fini, avendo a cuore la Giustizia, dovrebbe portare la proposta in aula. Tanto più che tale proposta proviene da quella presentata nel 1996 e nel 1997 da alcuni parlamentari di An, con l'approvazione del partito di cui Fini era il massimo e più autorevole rappresentante".

 

"Nella riunione, presso il Comune di Sciacca del 7 settembre scorso, tra i sindaci del circondario giudiziario del Tribunale, – continua Santoro – ho avuto modo di conoscere sia la proposta di ampliamento del territorio e delle specialità e viabilità dello stesso, che la mozione a firma degli avvocati Salvino Barbera e Paolo Imbornone, esposta da quest'ultimo. A questo punto, ho realizzato che, diversamente dai buoni propositi e dalle speranze evidenziate in assemblea, la proposta illustrata dall'avvocato Imbornone era organica e concreta e, pertanto, ho ritenuto che potesse realmente fronteggiare e paralizzare, al di la delle chiacchiere, l'abolizione dei Tribunali Minori, compreso quello di Sciacca. Pertanto, con la fattiva collaborazione del Presidente del Consiglio Comunale, Ventimiglia, considerata l'urgenza del caso e responsabilmente compenetrati nelle necessita' economiche e sociali della nostra popolazione, abbiamo immediatamente deliberato di approvare in Consiglio Comunale, all'unanimità, la proposta di legge di iniziativa popolare che, con la sensibilità dei sindaci di Menfi, Montevago e Sambuca, e' stata già depositata presso la Suprema Corte di Cassazione".

In conclusione Santoro si propone di chiedere ai Parlamentari e al Presidente Fini: "Che intervengano immediatamente per sottoscrivere la proposta di legge di iniziativa popolare e, quindi, di inserirla all'ordine del giorno per discuterla ed approvarla rapidamente, con gli emendamenti, aggiustamenti e aggiornamenti del caso, posto che,  allo stato, e' l'unico strumento in loro possesso per salvaguardare i Tribunali Minori  dall'incombente abolizione".

Vox Populi, Vox Movimenti

vox-populi-filmposter(2283) Chiaramente manca l'ufficialità ancora ma sembra che il nostro scoop di qualche giorno fa si sia rivelato esatto. Ieri e anche stamattina tra le vie di Santa Margherita di Belìce correva la voce delle reali dimissioni del vicesindaco Baldo Cacioppo. Addirittura, c'è chi dice che le dimissioni comprendono anche la carica di Assessore. In poche parole, secondo la gente, Cacioppo si è dimesso sia da vicesindaco che da assessore della giunta Santoro.
Bel colpo, diremmo noi!
Stamattina, c'era anche chi esagerava e diceva che tutta questa storia non è altro che una mossa per le prossime elezioni: abbandonare la nave che affonda (e che non è mai salpata) per salire poi sul carro del prossimo vincitore (o candidato tale).
Noi ci limitiamo a riportare solo tali voci perchè si sa: Vox populi, vox dei!

a questo punto si apre il totoassessore: come già anticipato, Ignazio Abate sarà promosso a vicesindaco. Chi però prenderà il posto di Cacioppo per la carica di assessore al turismo, spettacolo, varietà e magia?
Noi qualche suggerimento l'avremmo:
– il cavallo di Caligola;
– il mago Oronzo;
– Rin Tin Tin;
– Scooby Doo.

(Tutti altamente referenziati come da prassi…)

Discutiamone sempre !!!!!!

908bb60892cde0b4082bf2c0b8868a7f_medium(2274) Discutiamone in fiera? Ma si, perché no … I nostri complimenti a Radio Futura Network per la splendida o “lodevole” iniziativa. Complimenti anche per Onorio Abruzzo e per chi ha reso possibile questo momento di confronto, di dialogo … un po’ meno meritano i complimenti i microfoni, unica vera nota stonata delle serate.
Unica ??? UNICA !!! Lo sappiamo che chi legge sta pensando, magari, che una nota stonata possa rintracciarsi anche nell’assenza del sindaco margheritese PRO-TEMPORE Sig. Francesco Santoro all’incontro dei tre sindaci.
In realtà per noi quell’assenza non è stata per nulla anomala, anzi possiamo affermare, sulla base della nostra ripetuta quinquennale esperienza, che il suo sottrarsi al confronto, alle risposte e simili, non è per nulla una novità. Semmai si tratta di una consolidata abitudine di tutta la classe amministrativa margheritese, senza distinzioni di schieramenti, età, estrazioni sociali, politiche e culturali! Una penosa consolidata abitudine!!!

È bello avere uno spazio di dialogo, di confronto dove esprimere le proprie idee e le proprie ragioni … un blog per esempio, che nasce con questo scopo e riesce nell’obiettivo, nell’incredulità generale per la durata nel tempo e nella sorpresa di molti quando non sapevano neanche di cosa si trattasse.

A questo punto ci arroghiamo il diritto anche di avere alfabetizzato in tal senso molti compaesani che prima della nostra “occupazione” del web non si sarebbero mai messi davanti ad un monitor per leggere di Santa Margherita. Abbiamo battuto la strada a molte successive iniziative alle quali guardiamo con simpatia. Ed eccoci qua a 5 anni dalla nostra costituzione, dopo miliardi di parole scritte e dette a continuare a confrontarci … eppure qualcuno coglie con favore solo la “lodevole” iniziativa di RFN, chissà perché !?!?

Dal canto nostro ringraziamo l’ing. Perricone che ha deciso di ricordare più volte a sé stesso ed agli astanti che una realtà con finalità di confronto, una piazza virtuale, esiste da tempo a Santa Margherita, cosa di cui pare altri sembrano essersi dimenticati!

Ma ora facciamo un salto nel passato, nella fattispecie prendiamo a riferimento lo stesso orizzonte temporale che ha tentato di esplorare RFN nell’incontro riferito alle vecchie amministrazioni del nostro paese.

Ricordiamo nitidamente, quando, invitato a prendere parte ad un confronto televisivo sul da farsi e su quanto fatto, il candidato (poi) sindaco Arch. Mangiaracina rifiutava dicendo che non si poteva discutere con un moderatore “iscritto al libro paga dell’amministrazione uscente”. Il soggetto in questione era Tony Fisco, giornalista di TRS che conduceva una trasmissione commissionata dall’allora amministrazione uscente Perricone. Quindi niente confronto facendosi un baffo della deontologia professionale di Tony Fisco. Oggi a distanza di circa dieci anni, mettendo da parte il “bellissimo” fair play fra Perricone e Mangiaracina visto in fiera, se a distanza di anni ancora le scelte di Mangiaracina sono così drasticamente bacchettate senza possibilità di replica, abbiamo capito perché allora il confronto fu debitamente evitato.

Le elezioni furono stra-vinte ed allora pian piano s’è fatta strada l’idea che quello era il modus operandi “che paga”, ecco che alle successive elezioni l’insegnamento del Mangiaracina è stato trasferito ai suoi “giovani” che malgrado i nostri ripetuti inviti, hanno sempre declinato il confronto ed il dialogo … chissà perché !?!?

Il resto è “Santoriana” “strana” storia recente, mail (a centinaia) che non hanno risposta malgrado continuiamo a pagare il servizio di posta elettronica istituzionale, manifestazioni ed iniziative che non hanno avuto seguito, porte sbattute in faccia, giovani inesistenti sia come giovani, che come amministratori e … lasciamo stare il resto: non ripercorriamo 5 anni di post!

Ora però, fissiamo dei termini democratici di partecipazione per le prossime elezioni, lasciando stare Santoro e C. che non sono proprio portati geneticamente a capire che ci sono opinioni e teste pensanti, ora che perfino Mangiaracina pensa che il confronto ed il dialogo siano delle iniziative addirittura “lodevoli”… Anziché parlarne solo in fiera, continuiamo questo viatico virtuoso e continuiamo a parlarne sempre e comunque, prima e dopo le elezioni, esattamente come abbiamo fatto sempre noi del Movimento; anche se molti si distraggono volontariamente, certi ricordano a ragion veduta!

Questo spazio è, come è stato, a servizio di tutti colori i quali lo volessero. Cominciamo proprio da Lei caro Arch. Mangiaracina che si dichiara a disposizione delle esigenze del paese, faccia partire un bel confronto, la nostra platea “mondiale” è a Sua/Tua disposizione. Partiamo individuando 3 argomentazioni da approfondire in vista del prossimo confronto (confronto appunto) elettorale.

Sappiamo bene che il tema più importante è già parecchio in discussione in queste ore (anche notturne): le grandi famiglie … ma questi sono argomenti che non ci appassionano!

Caro Giorgio, ti aspettiamo sulle nostre pagine, per una nostra “lodevole” iniziativa: DISCUTIAMONE SEMPRE !!!

Lieve scossa di terremoto nella Valle del Belice

map_cpti04(2273)  Una scossa di terremoto di magnitudo 2.2 è stata registrata dall'Ingv alle 9.18 nella Valle del Belice tra le province di Palermo, Trapani e Agrigento. La scossa, che non ha provocato danni, non è stata avvertita dalla gente. I comuni, entro i 20 km dal punto in cui è stato registrato il sisma, sono gli stessi colpiti tra il 14 e 15 gennaio 1968 dal violento terremoto che ne distrusse gran parte

UdC: Vicesindaco Cacioppo nominato coordinatore locale

Santa_Margherita_di_Belice-Stemma(2271) Dal sito Agrigentoweb e da questo articolo in particolare (qui) scopriamo che il nostro vicesindaco Baldo Cacioppo è stato nominato coordinatore locale dell'UdC.
Lo immaginavamo già ma adesso abbiamo la conferma ufficiale che a Santa Margherita di Belìce siamo avanti coi tempi. Si realizza l'alleanza (PD – UdC – MPA) che si sta provando da mesi e mesi di fare anche su scala regionale e nazionale.
E pensare che c'è gente che pensa che… la Santa Alleanza!