Comunicato Stampa: Una Primavera per Santa Margherita.

Riceviamo e pubblichiamo..
Comunicato Stampa – Una Primavera per Santa Margherita
In occasione delle Elezioni Amministrative 2012 a Santa Margherita di Belice, nasce il gruppo Una Primavera per Santa Margherita, che ha quale obiettivo la costruzione di un Nuovo Progetto Amministrativo per la Città.
Un Progetto che, al di là delle differenze ideologiche e politiche individuali, vuole creare un Buon Governo Tecnico, un Governo Innovativo per il nostro Paese.
Il gruppo Una Primavera per Santa Margherita crede fortemente che questo nuovo progetto amministrativo possa essere guidato dalla competenza, dall’esperienza professionale ed umana del professore Tanino Bonifacio e supportato dalle tantissime professionalità che operano nella cittadina belicina.
Pertanto chiedono a Tanino Bonifacio e ai tanti marghertesi di Buona Volontà di condividere questo invito programmatico, questo Patto per una città nuova.

Santa Margherita di Belice, lì 18 marzo 2012


Il comitato promotore

8 pensieri su “Comunicato Stampa: Una Primavera per Santa Margherita.

  1. filippo

    In prossimità della primavera e già per iniziare, cosa ne facciamo di un critico d’arte se ci manca il pane?

  2. ariafritta

    Mi sembra che il nome di una sola rondine …non faccia nessuna primavera….anzi sembra di essere in clima di passero solitario…

  3. pensieri e parole

    “La primavera brilla nell’aria e per li campi esulta” proprio perché da Leopardi ad Omero“Come è la stirpe delle foglie, così è anche quella degli uomini. Le foglie, alcune il vento ne versa a terra, altre ne genera, quando giunge la stagione della primavera: così una stirpe di uomini nasce, un’altra s’estingue”.
    Non si estinguono Gruppi, gruppetti, gruppettini, pecore al pascolo e famelici lupi,
    Ingurgitare, ingozzare, istinto primordiale mangiare
    Non soffia alcun Zefiro a Santa Margherita, l’aria è stagna
    Nessun vento primaverile necessita di Foulard riparatore, il critico d’arte spediamolo a Sgarbi, qui è momentaneamente sprecato, in questo brutto momento storico del nostro paese superfluo
    Per favore , risparmiamoci almeno i missionari del last minute

  4. lyco

    Speriamo che l’Illustrissimo non perda troppo tempo a scendere in campo e ad accettare l’invito…… Su forza non faccia stare in ansia questo folto grupppo primaverile e tutta la cittadinanza!!! (ahahahahaha!!!!!! siamo ormai alle barzellette!!)
    Adesso abbiamo Pasquale Saladino con il suo folto gruppo di amici e Tanino Bonifacio con il suo folto gruppo primaverile. AVANTI IL PROSSIMO!!

  5. missionario last minute

    Cari commentatori, mi sorge una domanda spontanea:
    Ma in Bonifacio vedete solo il foular che vi da tanto fastidio a tutti?
    Bonifacio ha lavorato per i piu grossi comuni della provincia, ha realizzato progetti che sono stati realizzati, vedasi salaparuta con i suoi 2.5ml di euro, e tante altre che non ricordo…
    E’ una persona distinta, che sa ben parlare, che ci può rappresentare non solamente come una bella immagine, ma che ha anche cognizione di come si fanno le progettazioni e come recuperare soldi dalla comunita europea…..soldi che ripeto stanno tornando indietro perche non richiesti……soldi da spendere in progettazioni che non sono state mai inoltrate…….ma insomma che dire.??

    Cari aria fritta ed amici vari, avete un’altra possibilità!!…..votate Santoro e Salvino Barbera cosi siete contenti, visti gli enormi risultati di questi cinque anni, se siete d’accordo, fatelo per il bene di tutti, fino adesso siamo stati ben rappresentati, meravigliosi sono stati gli interventi dell’attuale Sindaco in carica, hanno dato lustro al nostro paese, sia culturalmente che economicamente, se siete contenti, fatelo, io ho altre idee e aspettative, e se devo essere sincero i foular, quando sono efficienti, mi piacciono.!!….. ma sono sicuro che come me, la pensano tantissime altre persone, questa volta sarà la svolta e sono certo che il foular possa distinguersi bene da quello che oggi il mercato mette in campo…..persone ribollite, persone che si congelano e si scongelano, politici che già in passato abbiamo avuto il modo di conoscere…….caro aria fritta, io la penso diversamente, penso che oggi Santa Margherita ha una possibilità….poi se a qualcuno interessa altro….fatti suoi.

  6. Dino 66

    Non credo che la gente abbia nulla contro i Foulard
    Che siano di Burberry o le sciarpe di LIU JO
    Quelle tanto chic di Hermes o di Gucci ovvero le Kefiah palestinesi che fanno tanto politica,
    Ciascuno di noi ha nel cassetto una sciarpa o un foulard adatto per ogni circostanza
    Questo qui è uscito dal cassetto di Giorgio Mangiaracina, ai tempi in cui i finanziamenti piovevano a pioggia
    Il contesto storico è oggi diverso, il commento di Filippo è stato chiarissimo e Santa Margherita sta facendo i conti con le superficialità dell’amministrazione di allora
    Non addossiamo tutte le colpe a Santoro
    Santoro ha dimenticato il suo elettorato così come allora Mangiaracina ma quest’ultimo è stato il capofila ha fatto scuola e Bonifacio allora è stato complice, è tardi per essere credibile
    Servono strade rurali perché la massa di popolazione che fa girare l’economia del paese non si deve stancare prima ancora di iniziare a lavorare, serve una limpida e chiara economia agricola, serve rilanciare la ricostruzione, poter vedere i nostri negozi pieni di gente e poi anche poter andare al cimitero ed essere liberi di abbellire le tombe dei nostri cari, tutto ci manca
    Vogliamo gente comune, quella che ogni mattina si alza per lavorare e produrre
    È tempo di concretezza
    Di abiti di lavoro
    Non c’è nessuna festa in vista, nel lavoro quotidiano pochissimi si possono permettere di indossare il foulard e dunque la maggioranza dei Margheritesi reputa davvero superfluo il foulard

  7. disoccupato, povero e non figlio di papà

    In questo periodo di crisi finanziaria ed economica (dal 2008 al 2015), di misure restrittive nazionali, regionali e provinciali, nessuno si faccia raccontare cazzate e le solite opportuniste vane promesse di posti di lavoro tramite i comuni, tramite gli enti provinciali o regionali del meridione d’Italia. Cari sindaci, cari presidenti, cari assessori e cari consiglieri comunali, provinciali e regionali cominciamo con i saluti, poi passiamo alle strette di mano e al solito volantinaggio, alle solite mangiate di raduno, ai soliti comizi in piazza, alle solite opportuniste vane promesse ai parenti, agli amici, ai clienti in affari e in fine ai conoscenti; come in tanti comuni, province e regioni d’Italia, promesse sempre più vane, più illusorie, soprattutto ora che oltre ai vincoli, alle limitazioni finanziarie imposte dal Patto di Stabilità fra Stato ed enti locali, oltre ai vincoli, alle limitazioni delle nuove manovre finanziarie per gli anni 2012, 2013 e 2014, c’è anche la limitazione dei finanziamenti europei per gli enti locali a causa delle difficoltà dell’Unione Europea nel finanziare gli stati membri più in crisi, a rischio di bancarotta (Grecia, Portogallo, Irlanda, Ungheria e Spagna); scarseggiano i fondi europei per le progettualità degli enti locali; non è solo questione di produrre e presentare, entro tempi stabiliti, progetti validi e finanziabili; ciò riduce ulteriormente le già esigue possibilità finanziarie di operare delle pubbliche amministrazioni locali.
    Come in tanti comuni, province e regioni d’Italia, la finiremo mai con queste ripetute “interessantissime” buffonate di clientelismo dei politici? Di loro tornaconto elettorale ed economico?
    Quest’anno, oltre alla professionalità, ci vorrà più coraggio e faccia tosta del solito per candidarsi alle elezioni: il Comune di Santa Margherita nel conto delle sue casse ha più debiti che crediti; sta sforando i vincoli del Patto di Stabilità, quindi sarà multato dallo Stato e subirà una riduzione dei finanziamenti statali e regionali; in questi anni lo Stato, le regioni meridionali, le province e soprattutto i comuni meridionali non possono riuscire a dare nuovi posti di lavoro stabile o precario perché hanno pochi soldi disponibili.

I commenti sono chiusi.