Archivio tag: Salute e Sanità

Un programma condiviso

Programma condivisoSin dalla nostra nascita, nel novembre del 2006, un’idea ci ha tenuti insieme e ci ha sostenuto fino ad oggi: proporre progetti e iniziative a parer nostro utili per Santa Margherita di Belìce, negando in modo assoluto qualsiasi forma di clientelismo e di favoritismo. Crediamo che questo sia da riconoscere.
Continua a leggere

Rangers d'Italia: le foto della discarica di amianto

repoQualche giorno fa abbiamo pubblicato l’articolo di un quotidiano in cui si parlava di una segnalazione effettuata dai Rangers d’Italia Nucleo di Santa Margherita e Montevago, su una discarica abusiva di amianto nel territorio di Santa Margherita di Belìce. Continua a leggere

Rangers d'Italia: discarica abusiva di amianto a Santa Margherita di Belìce

Riceviamo dai Rangers d’Italia Nucleo di Santa Margherita & Montevago e pubblichiamo l’immagine di un articolo di giornale su una discarica abusiva di amianto nel territorio di Santa Margherita di Belìce. Segnalazione Discarica Abusiva Di Eternit

Montevago: Festa delle Autonomie

AUTONOMIE2(2265) di Francesco Graffeo
Due giorni di festa e di incontri dell’MPA a Montevago. Sarà presente anche il governatore Lombardo.
Si inizia domani mercoledì alle ore 18 con un tavolo tecnico alla presenza dell’assessore  regionale Elio D’Antrassi e dell'On. Roberto Di Mauro. Nell'ambito della Festa per l’Autonomia organizzata dalle sezioni MPA dei comuni dell'Unione delle Terre Sicane, l'assessore regionale delle risorse agricole e alimentari D'Antrassi incontrerà le aziende nel settore agro-alimentare: vitivinicolo, oleifici, caseifici, prodotti ortofrutticoli e conservieri.
Venerdì sera, ospite di un incontro dibattito sul tema dello sviluppo delle Terre Sicane, sarà il Presidente della Regione Raffaele Lombardo, in piazza della Repubblica a Montevago. Con Lombardo anche l’on. Roberto Di Mauro, deputato Mpa all’Assemblea regionale siciliana, il presidente della Provincia regionale di Agrigento, Eugenio D’Orsi, i sindaci dei Comuni dell’Unione delle Terre Sicane e i referenti delle locali sezioni dell’Mpa di Montevago, Menfi, Sambuca e S. Margherita.

La Festa, che prevede anche diversi momenti di intrattenimento – afferma l’on. Di Mauro – è divenuta ormai un appuntamento ricorrente dell’Mpa, che mira a far crescere nel cuore dei siciliani l’importanza dei princìpi dell’Autonomia, come punto di forza di una politica in grado di condizionare le scelte del Governo nazionale in favore dei siciliani e della Sicilia. Con l’Unione delle Terre Sicane affronteremo i temi dello sviluppo legato alle peculiarità di un territorio, ricco di risorse e di eccellenze del settore produttivo, che merita ben più alti traguardi di crescita con ricadute positive in termini di occupazione e di sviluppo demografico”. 
AUTONOMIE2

S.Margherita B.: Incidente stradale. Coinvolto il consigliere Michele Ciaccio

inc1(2249) di Francesco Graffeo
Incidente stradale verso le 11,30 nella centralissima via Dante Alighieri a Santa Margherita di Belice.
Un motociclista finisce all’ospedale.
Ad essere coinvolti un motoclico ed una Stilo, guidati rispettivamente dal consigliere comunale Michele Ciaccio e dalla casalinga Antonina Giambalvo.

Ad avere la peggio il motoclicista, rimasto a terra fortemente dolorante per circa mezz’ora, nell’attesa dell’intervento del 118. Ambulanza arrivato sul posto dal presidio di Menfi.
Sulla dinamica dell’incidente sono in corso gli accertamenti da parte locale polizia municipale e dei militari dell’arma dei Carabinieri. Il Ciaccio è stato trasportato al nosocomio saccense.
L’incidente ripropone urgentemente l’esigenza di avere una postazione di 118 medicalizzata a Santa Margherita. Mezzo una volta presente, ma che inspiegabilmente è volato verso altri lidi nell’indifferenza totale  da parte della classe politica locale.

incidente%20(8)

S. Margherita di Belìce: sostituito il palo 331

150_medium(2217) Siamo lieti di informarvi che dopo le nostre segnalazioni e la puntuale risposta dell’Ingegnere Capo Lovoy, il “famoso” palo 331, della via Marconi, è stato rimosso nella giornata di ieri e sostituito.

Ringraziamo l’Ufficio Tecnico del Comune per l’attenzione prestata e il rimedio piuttosto rapido trovato. Continua a leggere

Il palo 331 è adesso sicuro – S. Margherita di Belìce

(2213) Ci sembra giusto e doveroso pubblicare la mail giuntaci qualche giorno fa dall’Ingegnere Capo del Comune di Santa Margherita di Belìce, Aurelio Lovoy, con la quale ci informa della messa in sicurezza del palo di pubblica Continua a leggere

S. Margherita di Belice: MASSIMA ATTENZIONE E CAUTELA

palo scoperto 1(2189) Non sappiamo quanto grave possa essere il problema che vi segnaliamo e quanto sia potenzialmente pericoloso, È CERTO comunque che nessuno manderebbe i propri figli a giocare in prossimità di questo palo della pubblica illuminazione. Tale palo, n. 331, è localizzato in prossimità dell’ingresso della Chiesa Madre sito in via Marconi; ATTENZIONE !!!
Il palo è strutturalmente compromesso e lascia scoperti i fili che permettono il passaggio della corrente fino alla lampada. Riteniamo di massima urgenza una sostituzione o ripristino del Continua a leggere

Segnalazioni da parte dei Rangers di Santa Margherita B.

DSC00402(2115)  Riceviamo alcune foto/segnalazioni dai nostri amici Rangers d’Italia Nucleo Operativo Valle del Belìce e volentieri le pubblichiamo.
Sono foto scattate nel territorio di Santa Margherita di Belìce e, a parer nostro, mostrano bene il grado di inciviltà che ancora regna nelle
nostre parti.
Si fa un gran parlare (a sproposito) di turismo, cultura e ambiente, ma siamo sempre fermi alla buona e cara spazzatura (anche pericolosa,
vedesi l’amianto) sui bordi delle strade poco fuori il centro abitato.

Tre appelli:
1) A chi di dovere, di provvedere alla pulizia e alla bonifica delle aree interessate;
2) Ai vigili urbani, di controllare bene il territorio e multare chi contravviene alle leggi;
3) Ai cittadini margheritesi (e non) di provare a tenere più pulito (e meno pericoloso) il nostro territorio.

Un grazie finale ai Rangers per il lavoro “sociale” che fanno.
DSC00403
DSC00404
DSC00405
DSC00406
DSC00407
DSC00408
DSC00409

MENFI: Catturato cane aggressivo

Anagrafe canina(2104)  Riceviamo e pubblichiamo.. È stato prontamente catturato dal servizio comunale di accalappiacani uno dei due cani che la settimana scorsa aveva aggredito tre bambini in località Lido Fiori a Menfi (Ag).
Il cane, privo di microchip, è stato riconosciuto a seguito della descrizione fatta dai genitori in sede di denuncia.
“Già da alcuni mesi l’amministrazione comunale ha attivato il servizio gratuito di registrazione all’anagrafe canina e l’impianto di microchip in collaborazione con il Servizio Veterinario dell’Asp n. 1 di Agrigento – dice il Sindaco Michele Botta -. Abbiamo affidato in convenzione il canile locale e, con l’Unione dei comuni Terre Sicane, abbiamo attivato una campagna di sensibilizzazione per l’adozione dei cani randagi catturati, registrati e curati da personale medico-veterinario”. Continua a leggere

Lotta ai tumori, finanziamenti in arrivo

(2084)  Arrivano per la lotta contro i tumori 30 mila euro. A seguito delle sollecitazioni del consigliere provinciale del Pdl Mario Lazzano, vice presidente vicario del Consiglio provinciale e del vice sindaco di Sciacca, Carmelo Brunetto, il presidente della Provincia, Eugenio D’Orsi, ha stabilito di mettere in Bilancio anche quest’anno un contributo in favore della LILT (Lega italiana lotta contro i tumori). Tale somma dovrà servire per sostenere le spese di trasporto per tutti quegli ammalati oncologici della nostra Provincia che sono costretti a recarsi nei centri di Bagheria e Palermo per effettuare la Radioterapia. Molte di queste famiglie non hanno nemmeno l’autovettura per potersi recare fuori sede e pertanto è per loro indispensabile il servizio offerto dalla Lilt. Lo scorso anno il contributo della Provincia ammontava a 50 mila euro. La LILT opera ed e’ attiva nel territorio agrigentino nella sede di Sciacca, sezione provinciale, con le delegazioni di: Agrigento, Ribera, Santa Margherita di Belice e Montevago. La LILT svolge attivita’ ambulatoriali, visite senologiche, assistenza domiciliare per malati oncologici terminali, servizio trasporto ammalati per radioterapia, servizio di psico oncologia, servizio di sociologia, progetti dedicati alle donne. La Lilt della provincia agrigentina è guidata dalla presidente prof.ssa Francesca Scandaliato Noto, 62 anni di Sciacca
Chi volesse donare via bonifico può farlo all’IBAN IT74E0200883172000300176281 intestato alla SEDE PROVINCIALE “LILT DI AGRIGENTO” 

Referendum 2011: come si può votare da altra città

facciata referendum2011(2076)         Girovagando in rete abbiamo trovato una sora di guida, utile a chi volesse votare per i referendum nonostante si trovi in un comune diverso dal proprio di residenza.
Infatti, esclusivamente per la consultazione referendaria esiste la possibilità per una piccola percentuale di fuori sede di poter votare in un seggio diverso da quello di pertinenza tramite un piccolo escamotage, ecco come: Continua a leggere

Elettrocardiografo non funzionante, il margheritese diventa viaggiante ….forse

ecg piatto(1991)    Siamo venuti a conoscenza che da diverso tempo nel presidio sanitario margheritese, le visite cardiologiche che si svolgevano prima ogni sabato mattina, sono state sospese a causa della rottura dell’elettrocardiografo. E che adesso tanti nostri concittadini cardiopatici e non solo sono Continua a leggere

Interrotto da diversi mesi il servizio 118 a S. Margherita B.

sala_operatoria(1943)  Ci piacerebbe sapere se il nuovo assessore alla Sanità margheritese Antonino Maggio, sa che da diversi mesi il servizio del 118 a Santa Margherita è interrotto? E se lo sa cosa sta facendo per correre ai ripari? Continua a leggere

Definito il progetto di completamento e riconversione del poliambulatorio

(1942)  E’ stato definito il 4 febbraio 2011 il progetto di completamento e riconversione del “Distretto socio sanitario con Poliambulatorio” (Dds) di Santa Margherita di Belìce a Comunità terapeutica assistita (Cta). Continua a leggere

SMB: LILT: Al via uno screening tumore al colon retto

annullo(1621) di Francesco Graffeo
E’ partita il 25 ottobre una campagna gratuita per la prevenzione primaria dei tumori del colon retto. A darne notizia la responsabile della LILT (Lega Italiana per la lotta contro i tumori) Lilla Barbera, della sezione di Santa Margherita, assieme alla vicepresidente  Francesca Scandaliato Noto. Continua a leggere

SMB: un’altra tappa del progetto della Casa della Salute

(1223) Riceviamo e pubblichiamo questo comunicato pervenutoci dal Comitato Civico Promotore “La Casa della Salute”
Il progetto della Casa della Salute a S.Margherita conoscerà giovedì un’altra tappa.
La visita del Direttore Generale dell’A.S.P. di Agrigento (che avrebbe già dovuto svolgersi il 18 marzo scorso, ma poi fu rinviata all’ultimo momento dallo stesso dott.Olivieri), si svolgerà infatti giovedì 15 aprile prossimo, alle ore 11.00, presso il presidio ospedaliero di S.Margherita di Belìce.
Continua a leggere

Qual’è il futuro del presidio sanitario margheritese?

Ospedaletto_danni_alle_coperture(444) “Guarda tutte le foto”   Un “ricovero urgente” anche alle sue strutture murarie.
Qual è il destino dell’Ospedaletto.?
E’ l’interrogativo che non si pongono più i tanti cittadini che un tempo sfilavano a corteo per non far declassare la guardia medica da H24 ad H12. Continua a leggere

Sospensione del servizio 118??

bffb79e317d5e0ba3cf8216e1f2f551f(374) Pubblichiamo una mail che inviataci dall’amico Gaspare Viola.
Si è appreso stamane che il servizio 118 di S.Margherita Belìce è stato sospeso.

Trasferito l’autista soccorritore, soppressa in atto la postazione .Altro che medicalizzazione dell’ambulanza, qui si continua a cancellare quel poco che esiste.La scure del piano di rientro colpisce indiscriminatamente l’emergenza sanitaria dell’intera regione.Se questa misura dovesse essere confermata sarebbe un colpo durissimo per noi, un ulteriore arretramento non recuperabile con le nostre sole forze. Davvero non possiamo permettere questa ulteriore ingiustizia.
Urge mobilitazione popolare ed istituzionale immediata e forte.

Gaspare Viola

Guardia medica diurna: fragoroso silenzio della politica locale. Intanto c’è chi rischia di morire.

sanita(321) Riportiamo la cronaca del GDS di ieri, mercoledì 27 agosto 2008, pag. 24 a firma di Francesco Graffeo.

GDS pag 24 del 27 agosto 2008
Questi i tre fatti cui fa riferimento l'articolo. In pieno giorno di metà agosto un giovane è stato soccorso casualmente per strada mentre era in preda a violente crisi convulsive.
La fortuna ha voluto che un medico di passaggio sia intervenuto a prestare i primi soccorsi.
E’ stato evitato il soffocamento e si è anche impedito con l’immobilizzazione che il giovane si procurasse ferite gravi. 
Il Dottore intervenuto,  non potendo andare presso la guardia medica, che come sappiamo è chiusa nelle ore diurne, non ha potuto fare altro che chiedere aiuto ad una  farmacia per utilizzare i farmaci necessari al caso e salvare il giovane. 
Gli altri due casi hanno riguardato una persona di S.Margherita ed un altro  giovane turista. 
Si è trattato questa volta di severe reazioni allergiche a seguito di improvvise punture di vespe avvenute in pieno giorno, tra l’altro in un periodo in cui molti medici  erano in ferie. 
In un caso si è verificato una prima compromissione del respiro con broncocostrizione.
Il giovane è entrato in farmacia accompagnato da un amico e visibilmente agitato ha chiesto di essere aiutato perché non riusciva più a respirare bene. Aveva da poco subito una puntura di vespa e presentava il braccio destro deforme e arrossato. Gli è stato praticato immediatamente una fiala di Bentelan da 4mg in muscolo e  un’altra Bentelan da 1 mg per via orale, mentre veniva chiamato il 118. Sono stati  momenti di grande tensione, perché il giovane,  che sudava freddo,  respirava a fatica, sembrava non riprendersi subito. Poi ha cominciato anche a vomitare.  Quindi la corsa degli operatori del 118 verso il pronto soccorso di Sciacca. Il giovane è rimasto sotto controllo per due giorni . Quando è stato dimesso:   “questa volta ce l’hai fatta…” le parole dei sanitari al giovane margheritese. 
E mentre i politici sono in vacanza, la guardia medica resta chiusa di giorno ed il PTE rimane un sogno nel cassetto.

Declassamento guardia medica. Un tavolo tecnico per elaborare una proposta. La minoranza:

Consiglio Comunale Apero 10-07-2008 Guardia Medica (5) Nell’aria c’è tensione fra le fila della maggioranza e quelle dell’opposizione. All’ordine del giorno della seduta aperta, la discussione sul declassamento della guardia medica che da H24, dal primo luglio scorso, apre le porte solo nelle ore notturne: dalle 20 alle otto del mattino seguente.  Gli amministratori della cittadina del belice sanno che c’è poco da fare contro la scure del governo regionale che si è imposto di tagliare le spese nel settore sanitario, individuando in questo “centro di spesa” le modalità di economia. O almeno questa è l’impressione che se ne ricava  dalle soluzioni proposte.
Succede quindi che chi due anni fa circa, in occasione di un analogo provvedimento regionale, rivendicava a gran voce che la salute è un diritto sancito dalla costituzione e muoveva le masse per far sentire forte la propria ragione per ottenere la riapertura anche nelle ore diurne della guardia medica, oggi si trova al governo della città inerme di fronte ad un provvedimento calato dall’alto già da una decina di giorni, senza avere preso una forte posizione per contrastarlo, a parte qualche iniziativa burocratica ed assembleare.
Ma ritorniamo ai lavori della seduta aperta di ieri sera.
A prendere la parola sono stati amministratori ed ex amministratori, consiglieri ed ex consiglieri, ma anche medici della mutua della cittadina belicina e non solo.
Invitati alla seduta sono stati anche gli amministratori di Sambuca, assenti, e di Montevago, presente con l’assessore comunale Lillo Migliore.
Discussioni accese su quanto fatto in questi anni e sulle modalità per addivenire ad una soluzione che possa riportare a S.Margherita una serenità in campo sanitario. Di fatto la cittadina, nonostante si trovi in una posizione geografica privilegiata, da una decennio subisce uno smantellamento senza precedenti. Ha perso l’ospedale, ottenendo in cambio una guardia medica H24, poi ha perso la radiologia, i laboratori di analisi, quindi il declassamento in H12. Non è bastato l’ottenimento di un servizio 118, se poi lo stesso non è accompagnato dal medico a bordo per trasportare l’utenza al pronto soccorso di Sciacca. 
Tra gli interventi propositivi quelli dell’ex presidente del consiglio Gaspare Viola che ha proposto, per uscire dal declino sanitario della cittadina belicina, la istituzione urgente di un tavolo tecnico anche con professionisti del settore sanitario locale per presentare al governo della Regione un progetto credibile.

Consiglio Comunale Apero 10-07-2008 Guardia Medica (5) Consiglio Comunale Apero 10-07-2008 Guardia Medica (13) Non raccolta dalla maggioranza e dall’amministrazione in carica l’idea lanciata dal capogruppo di minoranza Paolo D’Antoni, che ha evidenziato la necessita di scuotere le coscienze della classe politica regionale anche con azioni eclatanti: Noi siamo disposti a dimetterci per dare forza alla protesta

Consiglio Comunale Apero 10-07-2008 Guardia Medica (27)
Da parte sua il Sindaco Santoro, a conclusione dei lavori, ha ribadito prioritariamente la necessità “quanto meno”  del potenziamento della postazione 118 medicalizzato. Intanto per questa sera è stata convocata una nuova seduta consiliare sull’argomento per la formalizzazione delle proposte da presentare al governo regionale.
Francesco Graffeo

Per scaricare il file unico con la registrazione degli interventi di ieri sera, cliccate qui

Tutte le foto della serata li trovate sul nostro spaces
ilmovimento.spaces