Archivio tag: Pecora Belicina

Notizie della Pecora Belicina a Santa margherita di Belìce

p018_1_00(2233) Ci sono interessanti novità sulla vicenda della Pecora Belicina.

Ci hanno segnalato la sua presenza nei dintorni., sta per arrivare…sappiamo come dimostrano i seguenti scatti rubati che sta uscendo di casa e che altre sono già in cammino Continua a leggere

La Vastedda del Belice nel continente

imagesRiceviamo una segnalazione e quindi pubblichiamo un articolo , a firma di Michele Giuliano, apparso sul sito de “Quotidiano di Sicilia”, in cui si parla della Vastedda della Valle del Belice.

PALERMO – Un accordo per portare la Vastedda del Belìce fuori dai confini regionali siciliani. Continua a leggere

Nuova Dop per la Vastedda della Valle del Belìce

(1623) L’Unione Europea ha riconosciuto la DOP per la “Vastedda della Valle del Belìce”, il cui regolamento è stato pubblicato oggi sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea.
Si tratta di un formaggio di pecora a pasta filata prodotto, in alcuni Comuni delle province di Agrigento, Trapani e Palermo. Continua a leggere

Pubblicizziamo noi la Pecora Valle del Belìce

pecora belicina3(827) Visto la mancata mostra, cari imprenditori del settore ovino, quest’anno accontentavi della nostra pubblicità per valorizzare il vostro prodotto, la nostra economia.
Riportiamo adesso parti estrapolate da diversi siti specializzati….
La razza ovina Valle del Belice prende il nome dalla zona limitrofa del fiume Belice, compresa tra le province di Agrigento, Palermo e Trapani.  Si tratta di una pecora di taglia media, con testa fine, allungata e leggera, arti robusti e vello bianco.  Deriva dall’incrocio tra le razze di Pinzinita, Commisana e Sarda.
Questa razza è
interessante sia per l’elevata produttività lattea, che la rende tra le prime pecore da latte in Italia, sia per la resistenza che mostra alle avversità climatiche tipiche del sud.
Si tratta di una razza che anche in condizioni ambientali spesso difficili riesce a produrre latte anche nei periodi di scarsa disponibilità alimentare facendo ricorso alle proprie riserve corporee.
pecora belicina2Le caratteristiche attitudinali e biologiche di questa razza sono: Elevata produttività lattifera con una produzione media di 278 kg di latte in 225 giorni di lattazione con una produzione media giornaliera di 1,1 kg.;*
Attitudine ai parti gemellari (circa l’ 80% nelle pluripare e 20% nelle primipare);Presenza di un apparato mammario voluminoso e ben conformato; *
Notevole resistenza alle avversità climatiche sia in inverno sia in estate. *
A conferma della potenzialita lattifera attraverso una prova alimentare fatta dall’Istituto di Zootecnia Generale di Palermo in cui si controllavano due allevamenti del territorio di Santa Margherita del Belice, sono state infatti registrate produzioni medie di latte di 354+110 kg in220+63 giorni di lattazione con una produzione giornaliera di 1,61+0,38 kg/d.*
Il latte poi di questa specie nostrana mostra uno standard qualitativo che permane costante dall’intera lattazione. I buoni livelli di grasso e di proteine, ma soprattutto, la stabilità del pH e l’elevata percentuale di latti reattivi ed, in seno a questi, dei latti di buona coagulabilità, ne sottolineano la notevole attitudine casearia.
Dalla produzione lattero-casearia della zona, derivano oltre alla ricotta e al tipico Pecorino, commercializzato sia fresco, sotto il nome di Tuma, che stagionato e salato.anche e sopratutto la tipica Vastedda del Belice.
La Vastedda è l’unico formaggio di pecora a pasta filata.  Il nome deriva infatti dal dialetto “vasta” cioè guasta, andata a male.  L’idea straordinariamente originale è stata quella di rilavorare i pecorini mal riusciti facendoli filare ad alta temperatura e producendo questo formaggio a forma ovoidale da consumare fresco, entro due o tre giorni.

(*dati prelevati dalla rivista Agraria.com)

Chi se l’è mangiata la pecora?

pecora belicina1(826) Come ben sapete quest’anno dopo 15 edizioni non si è svolta nessuna MOSTRA della pecora Valle del Belìce, in attesa di sapere chi se l’è mangiata, anche se fin adesso tutto tace, vi MOSTRIAMO la prima mostra internazionale delle pecore………

pecora belicina1
…….ma che ci fanno le persone in questa foto? (ci fanno….., ci fanno….)

MISS PECORA BELICINA, no solo Miss Italia

logopecora(334) Ecco il comunicato stampa della minoranza al riguardo la grave crisi promozionale della pecora della Valle del Belìce

logopecora

>>>>>>>>>>>>>>><<<<<<<<<<<<<<<


COMUNICATO STAMPA

del Gruppo di Opposizione al Consiglio Comunale di S. Margherita di Belice

La grave crisi promozionale

DELLA PECORA DELLA VALLE DEL BELICE

Come Consiglieri dell’Opposizione nel Consiglio Comunale di Santa Margherita di Belice segnaliamo la grave crisi di promozione e di valorizzazione nella quale è caduta quell’importantissima  risorsa economica che è la Pecora della Valle del Belice e dei suoi prodotti derivati come la Vastedda.
Una crisi preoccupante che si è evidenziata in maniera eclatante con la quindicesima  Mostra della Pecora della Valle del Belice tenutasi la scorsa settimana.
 Manifestazione che, contrariamente agli altri anni, ha visto una scarsissima  presenza di allevatori, di attività convegnistica e di comunicazione tanto da provocare una semi-scomparsa di un importante appuntamento, che ormai aveva assunto un ruolo di prestigio nel panorama della promozione zootecnica siciliana.
Tutto ciò causato, a nostro avviso, da una scarsa capacità organizzativa dell’Assessorato Comunale all’Agricoltura e Zootecnia  e soprattutto da una incomprensibile scelta amministrativa che ha deciso di togliere, proprio dal capitolo del bilancio comunale  relativo gli “Interventi per la zootecnia e agricoltura”, 10.000,00 euro risorse che in parte sono state destinate ad organizzare le manifestazioni di spettacoli estivi, tra le quali  MISS ITALIA.
Noi consiglieri dell’opposizione riteniamo sbagliata e grave un’azione amministrativa che ha preferito promuovere manifestazioni effimere a discapito del reale  SVILUPPO della economia margheritese. 

Il Capogruppo  
Arch. Paolo D’Antoni