Archivio tag: Elezioni 2012

Rispondiamo a “Lettera Firmata”

LATTAUna cosa che ci disturba profondamente è quella di fare, anzi di dovere fare notare l’ovvio, un esercizio di stile utile solo a perdere tempo… ma visto che siamo in un periodo festivo, spendiamo il nostro tempo dando delle risposte ovvie a delle provocazioni superflue, scontate, attese e francamente inconcepibili.
Analizziamo per punti cosa scrive il simpatico commentatore anonimo, anzi cosa ci scrive la nostra  cara amica, sig.ra Lettera Firmata, comparsa sul sito de L’Araldo, mensile diretto dal Direttore Ingegnere Joseph Cacioppo.

“In un recente commento il mio caro amico Ovidios mette il dito nella piaga e rivolgendosi ai ragazzi del Movimento esclama meraviglia per il solo fatto che si sono svegliati.”

A dire il vero non ci sembra, anzi nel commento abbiamo notato approvazione nel fatto che, sin da subito, abbiamo dato conto di quello che succede in paese e che rimane sempre confinato nei discorsi che si rincorrono nei capannelli di persone (4 massimo 5) che si formano in ogni angolo di Santa Margherita, con i soliti volti noti a sottoscrivere la regia delle discussioni. Ma tu, cara amica, il commento di Ovidios, lo hai letto o lo hai guardato?

“Bravo ad Ovidios che si è accorto che anche i ragazzi del Movimento sono rimasti in letargo per quattro anni e mezzo ed ora, con l’avvicinarsi delle elezioni comunali, si sono svegliati.”

Ohhhhh (stupore)… in letargo per quattro anni e mezzo? Chi avrebbe scritto i post che riempiono le pagine del Movimento e la vita dei nostri assidui lettori??? Chi avrebbe provveduto all’organizzazione di due importantissime manifestazioni Antimafia, mai viste prima nel nostro comune??? Chi avrebbe fatto notare al nostro Sindaco una serie infinita di incongruenze e sprechi, di pericoli e di inadempienze??? Tutto questo te lo riportiamo, non per incensarci da soli, ma semplicemente per il gusto di fare notare l’ovvio!!!

“Bravo Ovidios che senza peli sulla lingua ha detto una sacrosanta verità, e bravi anche i ragazzi del Movimento che, facendo autocritica, hanno pubblicato il commento.”

Ribadiamo che il commento di Ovidios tu non lo hai capito, forse perché in fondo non capisci (o ti conviene non capire). In ogni caso, i commenti sul nostro blog, sono sempre stati pubblicati se non offensivi, tranne quelli che ci hanno offeso personalmente: Quelli si, sono pubblicati ed in bella vista a perenne memoria e per provvedere a futuri risarcimenti… In tempi di crisi..

“Ci sono poi altre questioni che gli interventi mettono in evidenza. La prima riguarda una incongruenza del Movimento quando rispolverano il loro programma elettorale di cinque anni fa, lo stesso del candidato sindaco Franco Valenti che, se non ricordo male, hanno appoggiato.”

Proviamo a schiarirti le idee: noi rispolveriamo con orgoglio il nostro programma elettorale di 5 anni fa che, per l’appunto è il nostro! All’epoca delle passate elezioni il candidato sindaco Franco Valenti, ha avuto il coraggio ed il merito (a nostro avviso) di integrare al suo programma il nostro, e per questo, di comune accordo, abbiamo deciso di intraprendere una comune battaglia elettorale contro gli accordi notturni e le clientele, che sono tradizioni ben radicate qui in paese.

“Mi viene un dubbio: se il programma del Movimento è uguale a quello di Franco Valenti perché ora che si sono svegliati hanno assunto una posizione critica sulla candidatura di Franco Valenti?”

Nessuna posizione critica, ben venga il confronto, conosciamo Franco Valenti come persona saggia, assennata e preparata; allo stesso tempo ci sentiamo liberi di commentare ed esprimere il nostro giudizio su qualsiasi scelta o azione, proprio perché si tratta di un contesto di persone intelligenti ed educate. Ribadiamo in ultimo, questo perché non capisci, che il nostro programma è stato integrato a quello della lista Noi per Santa Margherita e che ad oggi, Franco Valenti non ha comunicato nessuna sua intenzione programmatica, a differenza di quanto avesse fatto cinque anni fa… ma tu queste cose, non le puoi capire, forse perché molto ligio alle tradizioni paesane.

“Tanto che ha esternato in più occasioni di essere contrario alla candidatura di Valenti?”

E in che occasione  avrebbe esternato questa cosa??? Si fa presto a citare nomi e cognomi rimanendo anonimi… ma noi ti conosciamo bene, mascherina… è una tua bella abitudine quella di “anonimarti” volontariamente.

“Una questione non è molto chiara: cosa è che ha fatto cambiare idea ai ragazzi del Movimento? Sarebbe onesto che venisse spiegato a noi fedeli seguaci del Movimento quale punto del nuovo programma elettorale di Franco Valenti è in contrasto con quello del Movimento.”

Secondo noi a te non sono chiare molte cosette, ma questo solo perché non capisci… i ragazzi del Movimento non hanno mai cambiato idea su niente… Franco Valenti non ha ancora partecipato nessun punto programmatico e per questo non è possibile dissentire da nulla, ma anche questo non ti è chiaro. È invece possibile criticare eventuali alleanze e metodi… ma anche questo, a quanto pare, non è di semplice comprensione per te!!! Ma tu che sei un fedele seguace del Movimento, cara Sig.ra Lettera firmata, perché hai scritto la tua lettera all’Araldo ???

“In mancanza di chiarimenti chiari e comprensibili può sorgere il dubbio che i ragazzi hanno cambiato candidato, da Franco (Valenti) al Prof. Tanino (Bonifacio), per motivi che nulla hanno a che vedere con il programma elettorale.”

Da cosa lo evinci che abbiamo cambiato candidato?

“Ecco perché le spiegazioni sono necessarie per continuare ad essere credibili. Un’altra questione riguarda lo scoop lanciato dal Movimento circa il fatto che il Prof. Tanino è stato il primo probabile candidato ad iniziare la sua campagna elettorale (chi li ha informati? E perché ne hanno dato notizia solo ora?). Una campagna elettorale, pare di capire, basata sul coinvolgimento degli attuali consiglieri comunali. Bello scoop e bella novità, un minestrone con i soliti noti. Bravo il Movimento che ha segnalato questa svolta nuova del Prof. Tanino.”

Gli scoop li fanno i giornalisti (veri o presunti)…. E noi non siamo giornalisti……noi….

“Ma  a parte i meriti del Movimento e di Ovidios, c’è un’altra novità che mi ha colpito: i ragazzi hanno iniziato a farsi la barba. Si vanno comportando da grandi ed hanno iniziato a fare dei nomi (per i cognomi dovremo ancora attendere). Bravi comunque, si sa che si cresce piano piano. Continuate così, Santa Margherita Belice può dormire sogni d’oro.”

Il tempo passa per tutti, mentre qualcuno comincia a radersi altri invecchiano e diventano arterosclerotici …… e quindi non capiscono.

Una nostra considerazione

hi-fido_01Riportiamo qui un articolo del Fido Graffeo, scritto per il GdS e già pubblicato sul sito di TRS.
Un tempo pubblicava anche su questo blog… oggi non più?
Qual è la causa di questa distanza?

S. MARGHERITA BELICE. FRANCO VALENTI SI CANDIDA A SINDACO

Posizioni che sembravano fino a qualche mese fa inconciliabili, hanno trovato una sintesi, in vista del rinnovo amministrativo di maggio 2012 a Santa Margherita Belice.
In un locale pubblico, affollato tanti margheritesi hanno brindato al nuovo anno e condiviso un progetto politico che vede la candidatura di Franco Valenti a sindaco della città.
Con lui, erano presenti l’ex sindaco Giorgio Mangiaracina, l’ex vice sindaco della giunta Santoro, Baldo Portolano, e tanti altri ex assessori tra cui Matteo Raimondi, Calogero La Marca, Pippo Valenti, Lillo Sanfilippo e consiglieri comunali tra i quali: Salvatore Morreale, Enzo Di Vita, Francesco Ciaccio, Nino Cicio.
“Io darò il massimo sostegno per la candidatura di Valenti” ha esordito Mangiaracina. Sulla stessa linea anche Baldo Portolano, che ha ribadito “la scelta di condividere il percorso di appoggiare la candidatura di Valenti”.
“Si registra un grande senso di responsabilità da parte di tanti cittadini che, compreso il momento di difficoltà, hanno deciso di unire le loro forze per il bene della città” ha evidenziato Valenti, aggiungendo: “Faccio appello ai giovani, al mondo dell’associazionismo e della società civile per costruire un progetto aperto alla città che vede il contributo di tutti nel superamento di passate incomprensioni per dare una classe dirigente che sappia affrontare con serietà e competenza i problemi della comunità margheritese”.
Il sindaco in carica, Franco Santoro, non ha ancora comunicato ufficialmente la sua scelta. Se decidesse di non riproporre la proprio candidatura potrebbe sostenere l'attuale presidente del consiglio comunale Leo Ventimiglia.

Programma condiviso: quello del 2007 (prima puntata)

Programma condivisoAbbiamo deciso di pubblicare, anche viste le richieste di alcuni nostri amici e "osservatori", il nostro programma per Santa Margherita di Belìce, da noi redatto per le elezioni del 2007 e che ancora oggi, vista la quasi nulla attività della giunta Santoro, è valido in tante sue parti.
Le necessità del 2007, infatti, sono le stesse di oggi; e altre se ne sono aggiunte, per questo in alcune sue parti, il nostro programma è già stato modificato e aggiornato; e sempre per questo motivo, chiediamo a voi un aiuto, con i vostri consigli e le vostre segnalazioni, che potete farci tramite tutti i canali a vostra disposizione:

– Tramite il nostro blog e una mail all'indirizzo: [email protected];
– Tramite il nostro contatto Facebook;
– Fermandoci semplicemente per strada e dialogando con noi.

Il nostro programma 2007 sarà pubblicato in due diverse puntate (oggi e lunedì prossimo).
Oggi iniziamo pubblicando gli aspetti amministrativi e organizzativi.
 
CONSIGLIO COMUNALE E INFORMAZIONE
Con questo modo di fare si vuole altresì ridare il giusto spazio e vitalità al ruolo del consigliere comunale ultimamente completamente appiattito dalla logica clientelare posta in essere. Si vuole mettere in risalto come il saltare dal banco della maggioranza a quello dell’opposizione abbia determinato una stasi amministrativa che ha comportato una arretramento del paese ormai palesemente visibile anche ai più scettici.
Si chiede anche, che la tanto declamata comunicazione continua tra il settore amministrativo e la popolazione possa realmente essere posta al centro dell’attenzione: i comizi, le informazioni e i periodici che ci erano stati promessi sono stati per quattro anni una mera illusione! A questo proposito noi vogliamo che oltre ad essere operativi in tal senso si dia una scossa al sistema con la pubblicazione costante dei verbali dei consigli comunali direttamente in rete, si da essere più facilmente reperibili da chiunque, anche a distanza. Pensiamo che prendere in considerazione una simile proposta possa anche stimolare un più acceso e costruttivo contraddittorio anche in funzione della maggiore relazione tra pubblico e privato che chiediamo con tenacia.
 
UN NUOVO ASSESSORE
Nella nostra idea c’è la possibilità di prevedere un nuova delega per un assessore; una figura nuova con delle mansioni nuove e più specifiche: l’assessore al personale. Si tratta di un responsabile di tutta la forza lavoro a carico dell’ente comunale, e quindi del contribuente, che possa dar vita a dei piani programmatici sui lavori da svolgere e possa tenere sotto controllo l’evoluzione degli stessi, che si occupi delle emergenze in modo specifico e puntuale, con grossa tempestività e massima serietà, nel pieno rispetto delle esigenze della collettività e delle esigenze del personale. Detta figura dovrebbe, secondo noi, curare il rapporto con il personale del comune, occuparsi della pianta organica, dare slancio all’attività degli impiegati, attività di controllo nei confronti degli uffici. Nell’ipotesi in cui si materializzasse la nostra idea, sarebbe inoltre un garante di celerità ed operosità mai visto nell'ambito de nostro comune.
 
SPESE AMMINISTRAZIONE
Per dare un taglio alle spese locali e di conseguenza alle imposte, si propone una riduzione sostanziale del numero di esperti di cui si avvale l'amministrazione, ed una riduzione sensibile dei compensi per i componenti la giunta, una sensibile percentuale di decurtazione ci sembra un buon monito; si può ancora controllare la spesa limitando l'uso di cellulari personali per gli amministratori.
Quanto detto non potrà certo risolvere la situazione economica del comune, ma servirebbe a dare un segnale non solo di serietà e trasparenza, ma anche a dimostrare le capacità di ciascuno.

ORGANIZZAZIONE UFFICI COMUNALI
A questo proposito si chiede anche il potenziamento dell’Ufficio Relazioni col Pubblico, al quale ormai si demanda gran parte delle operazioni di front-office. Tutte le strutture sia pubbliche che private godono di un sostanziale alleggerimento delle operazioni loro demandate laddove vi sia un funzionale URP; a questo vediamo anche legato indissolubilmente l’incremento della tecnologia messa a servizio della gente. Deve essere più facile avere accesso alle informazioni necessarie a qualsiasi tipo di utenza direttamente dai propri terminali di casa, deve essere più agevole avere informazione via internet (laddove richieste) e devono essere semplificate le procedure per potere scaricare direttamente dal portale del comune tutti quei documenti o prospetti richiedibili on-line. Per raggiungere questo obbiettivo si deve dar vita ad una rete informatica tra i vari uffici del comune in modo tale che si possano condividere dati e risorse. Ma la sola rete informatica non basta, bisogna ripensare totalmente la gestione del lavoro all’interno degli uffici per meglio adattarla all’utilizzo degli strumenti informatici affidandosi ad esperti nel settore dell’ingegneria gestionale e della pubblica amministrazione; è necessario inoltre organizzare dei corsi di formazione per il personale comunale. Una idea per aumentare la qualità dei servizi erogati dagli uffici comunali è quella di creare un rapporto diretto fra l’utenza e gli uffici del comune. Ogni utente al termine di ciascuna operazione potrà lasciare un
feed-back che sia una valutazione del servizio, in modo da dare la possibilità a ciascun capo area, in tempo reale di monitorare il traffico relativo di ciascun settore ed avere una valutazione oggettiva da parte dell’utenza su come giudicare il servizio in
modo da praticare quegli aggiustamenti necessari a venire incontro alle esigenze della gente. Sarebbe questo un sistema adottabile anche attraverso il mezzo cartaceo che andrebbe a surrogare la mancata di possibilità di una parte dell’utenza di accedere ai servizi previsti via internet e che quindi continuerebbe a rivolgersi alla struttura con il canonico front-office.
Per finanziare una simile iniziativa, il movimento propone innanzi tutto di dare una taglio netto alle spese comunali e a quelle voci di bilancio rintracciabili solo come “sperpero di denaro pubblico”!

POLIZIA MUNICIPALE
Infatti si chiede un maggiore attenzione e responsabilizzazione delle forze di Polizia Municipale, si chiede una maggiore intransigenza di queste nel far osservare ai cittadini la legge; vorremmo un centro cittadino più ordinato e più sicuro, senza considerare che si dovrebbe intervenire sull’alta velocità nelle ore notturne nel centro del paese prima che qualche spiacevole fatto di cronaca ci imponga una simile riflessione.