Settimana Gattopardiana 2010: IL PROGRAMMA

premio 2010(1410)Sempre dal sito comunale finalmente apprendiamo e riportiamo il programma della Settimana Gattopardiana.
Rassegna di eventi nell’ambito della settima edizione del Premio Letterario Internazionale Giuseppe Tomasi di Lampedusa
1 Agosto – Palazzo Filangeri Cutò ore 18:30
Presentazione del volume (nel sito comunale manca il titolo) di Salvatore Savoia (Flaccovio Editore COLLANA Siciliani)
Questa nuova e assai documentata ricostruzione biografica di una vita che, paradossalmente, è stata oscurata dalla stessa immensa fama postuma del Gattopardo, analizza la genesi di una singolare esperienza culturale-esistenziale, ne coglie appieno l’affascinante grandezza, ne segue il percorso pubblico e quello “segreto” (senza trascurare intriganti vicende familiari intrise di cultura come la competizione-emulazione vissuta nei confronti dei cugini Piccolo) e consegna ai lettori l’inedita interpretazione di un assai singolare intellettuale siciliano di formazione europea che l’immaginario collettivo tende ormai a sovrapporre alla figura stessa del protagonista del suo grande romanzo (il principe di Salina) e a ricondurre ad una certa, pregnante e decadente, idea di Sicilia.
Salvatore Savoia è uno studioso palermitano, cultore da sempre di storia e di letteratura siciliana; è autore di numerose pubblicazioni e ricerche sul novecento palermitano. Dal 2005 è Segretario Generale della Società Siciliana per la Storia Patria di Palermo, che ospita una magnifica ed antica biblioteca ed il Museo del Risorgimento, recentemente restaurato e riconsegnato alla città.

3 Agosto- Palazzo Filangeri Cutò ore 21:30 “Rosse emozioni e bianche trasparenze”
Spettacolo di teatro, musica, danza e alta moda “Rosse emozioni e bianche trasparenze” è uno spettacolo che racconta “l’anima” mediterranea come motivo ispiratore delle culture dei popoli che si affacciano su questo mare generatore di forti emozioni, di storie, musica e danze. I testi proposti attraverso i momenti più significativi rappresentano quel mondo prendendo a prestito anche figure emblematiche della cultura siciliana come La Lupa o Giufà, le sonorità e i ritmi dei popoli mediterranei o le creazioni dello stilista Bua perfettamente inserite nel contesto, non solo scenografico dello spettacolo. La presenza in scena di artisti di grande spessore, come l’attrice Liliana Abbene, il musicista Giancarlo Venturieri con la sua orchestra, le coreografie di Simonetta Falautano, qualificano lo spettacolo e lo portano a livelli significativi. Testi e regia di Vincenzo Catanzaro (‘A Lupa, Giufà e la luna, Corda Pazza). Direzione artistica di Pino Bua.

4 Agosto- Palazzo Filangeri Cutò ore 21:00
Proiezioni a tema al teatro Sant’Alessandro: Cortometraggi sui diritti delle donne
Proiezione di tre brevi documentari riguardanti il mondo delle donne ed i loro diritti realizzati da tre donne siciliane:
-Margò Cacioppo con “Fermiamo la mattanza”
In occasione del 25 Novembre, giornata internazionale contro la violenza sulle donne, l’associazione Luminaria ha prodotto un video teatro documentaristico di 35 minuti contro il “femminicidio” dal titolo FERMIAMO LA MATTANZA, per la regia di Margò Cacioppo. Presentato in anteprima nella storica aula magna della facoltà di Giurisprudenza di Palermo e negli istituti Superiori palermitani. Ha ricevuto il riconoscimento del Parlamento della legalità, celebrato l’8 Marzo 2010 nella sala Gialla del Palazzo dei Normanni, sede dell’ARS.
-Pina Mandolfo e Maria Grazia Lo Cicero con “Silenzi e Bugie”
Silenzi e bugie, è il risultato di un progetto PON (Programma Operativo Nazionale)
Il tema scelto è quello della legalità ma anche del rispetto delle differenze, prima tra tutte quella di genere, e dell’autodeterminazione dei soggetti femminili: Nunzia (Simona Ricchiari), detta Nancy dai compagni, è impedita dal padre di frequentare la scuola. Ma lei è determinata e riesce a sfuggire ai suoi controlli. Con l’aiuto dei compagni e degli insegnanti, trova il coraggio di denunciare le prepotenze del padre-padrone.
-Ambra Mangani con “Movimento delle donne in Sicilia negli anni ’70”
L’idea di una mostra documentaria sui movimenti delle donne in Sicilia negli anni ’70 e ’80 , allestita nell’Atrio dello Steri di Palermo il 21maggio 2005, a cura di Ambra Mangani, è nata dal desiderio e dalla necessità di ricostruire una memoria, dispersa, sul femminismo e il movimento delle donne in quegli anni in Sicilia, per trasmetterla alle nuove generazioni e poterla, quindi, trasformare in storia.La documentazione raccolta è composta da materiali provenienti dagli archivi femministi della Fondazione di Elvira Badaracco di Milano, dall’archivio dell’UDI di Palermo, dal materiale documentario e fotografico dell’archivio del giornale ” L’Ora”, custodito dalla Biblioteca Centrale della Regione Siciliana,dalla Biblioteca dell’Istituto Gramsci Siciliano, a cui si aggiungono i documenti originali recuperati da biblioteche e archivi privati.
Saranno presenti, per l’occasione, l’editrice Gea Schirò, Antonella Maggio, consigliere comunale di Sambuca di Sicilia e Piera Fallucca, filosofa e responsabile di Arcidonna.

6 Agosto- Palazzo Filangeri Cutò ore 20:30
La Triscele che scrive: teatrofestival della scrittura siciliana contemporanea (per una geografia della scrittura femminile) – II edizione
Questo evento, alla sua seconda edizione, è stato ideato e promosso dall’Associazione culturale Luminaria di Palermo (presidente Giovanna Fiume) e realizzato, in occasione della Settimana Gattopardiana, in collaborazione con l’Istituzione Giuseppe Tomasi di Lampedusa.
L’idea progettuale di questo evento è quella di evidenziare il contributo delle scrittrici siciliane alla visione letteraria della Sicilia attraverso, appunto, una inedita chiave di lettura:”la geografia della scrittura femminile”.
La Triscele come simbolo della Sicilia, la testa di una donna, forse di una dea, in taluni casi raffigurata con le ali per indicare l’eterno trascorrere del tempo, contornata da serpenti per indicare la saggezza, ci pare si presti particolarmente alla raffigurazione di questo progetto.
Le scrittrici, protagoniste di questo evento, si presenteranno tra loro, ognuna presenterà l’altra e la presentazione sarà intercalata da una performance teatrale, per la regia dell’architetto Margò Cacioppo.
Le tre scrittrici a confronto sono:
Leda Melluso con “La ragazza dal volto d’ambra” – edizione Piemme
Giovanna Fiume con “Mariti e pidocchi. Storia di un processo e di un aceto miracoloso”(XL ediz.)
Emma La Spina con “Mille volte niente” – edizione Piemme
Presenta Lucilla Alcamisi

7 Agosto- Palazzo Filangeri Cutò ore 17:30
VII ed. Premio Letterario Internazionale Giuseppe Tomasi di Lampedusa
Ore 17:00 Inaugurazione mostra “Operazioni di soccorso della Guardia di Finanza – Valle del Belìce 1968” presso il Museo della Memoria.
Ore 18:30 Incontro della stampa con i familiari dell’Autore ed il Testimonial
Ore 20:30 Cerimonia di Premiazione dello scrittore Francesco Orlando per “La doppia seduzione” (Einaudi).
Testimonial: Giuliano Gemma
Conduce: Lucilla Alcamisi
Intervento artistico del soprano Anna Canzoneri Urso, accompagnata al piano dal maestro Giuseppe Marchese ed al violino da Joseph Cacioppo.
Direzione artistica: Rosy Abruzzo

Un pensiero su “Settimana Gattopardiana 2010: IL PROGRAMMA

I commenti sono chiusi.