Prima seduta della nuova giunta dell’Unione Terre Sicane

unione4di Francesco Graffeo
Si è svolta  a Menfi la prima seduta della nuova giunta dell’Unione delle Terre  Sicane, dopo le modifiche che hanno radicalmente cambiato  la carta statutaria dell’Unione, riponendo nell’esecutivo dell’Ente  sovraccomunale i 4 sindaci dei 4 comuni delle Terre Sicane.  Presieduta dal supersindaco Calogero Impastato,  primo cittadino di Montevago alla riunione operativa hanno partecipato Vincenzo  Lotà, sindaco di Menfi, Franco Valenti sindaco Santa Margherita di Belice e Leo  Ciaccio primo cittadino di Sambuca di Sicilia. All’ordine del giorno l’incarico  da dare ad una società esterna per lo studio che valuti quattro ipotesi diverse  del rapporto costi/benefici dell’Aro (Ambito raccolta ottimale dei rifiuti). Una  prima ipotesi riguarda l’Aro fra i 4 comuni delle Terre Sicane, un secondo  studio, invece, riguarda la possibilità di creare singoli Aro, in particolare  l’Aro Menfi, l’Aro Sambuca e l’Aro Santa Margherita assieme a Montevago.  Approvata dalla giunta anche la proroga del personale in capo all’Unione per tre  mesi.Entro la fine di  gennaio, è prevista la prima riunione del consiglio dell’Unione.
In quella seduta si dovranno rieleggere sia la  carica di presidente che quella del vice presidente del consiglio dell’Unione.  Nella nuova composizione dell’Unione, di diritto parteciperanno i 4 presidenti  dei consigli comunali e 2 consiglieri, uno per la maggioranza ed uno per  l’opposizione.
Questi i nomi dei  consiglieri che siederanno in seno alle Terre Sicane: da Santa Margherita:  Francesco Ciaccio, Gaspare Viola e Giuseppe Mangiaracina. Da Montevago: Giuseppe  Arcuri, Michele Giambalvo e Teresa Monteleone. Da Sambuca: Sario Arbisi e  Stefano Vaccaro. La minoranza ha rinunciato, fino ad adesso, di votare il suo  rappresentante. Da Menfi: Vito Clemente, Ezio Ferraro e Ludovico Viviani per la  minoranza.