Montevago: una discarica in centro

Riceviamo e pubblichiamo, scusandoci per il ritardo..
(Considerati i giorni trascorsi dalla segnalazione ricevuta, è probabile che già qualcosa sia stata fatta; nel dubbio noi procediamo comunque con la pubblicazione)
Piovono sedie???
No, non è un film che uscirà prossimamente nei cinema ma la situazione in cui versa la piazza Ammiraglio Gravina ovvero in pieno centro! E’ possibile che un centro abitato sia cosi sporco?? Quella sedia che sta sull’albero somigliante ad una scultura futurista è lì da 3 settimane, ogni volta spostata in un punto diverso!

Per non parlare della piscina…quella piscina negli anni ha visto l’impossibile!

Non sarebbe ora di togliere tutto??
Cosa devono pensare i turisti olandesi che verranno in vacanza a Montevago???

Togliere quella sedia da quell’albero proveniente da un circolo con i suoi bei cuscinetti è compito dell’amministrazione perché la pulizia del paese non si fa solo prima e dopo le elezioni!

Vito Triolo

31 pensieri su “Montevago: una discarica in centro

  1. mah

    E’ vero che la colpa del degrado è della gente che pensa di poter buttare la spazzatura ovunque. Ma è ovvio che quello stesso incivile che ha lasciato la sedia sull’albero non si sognerà mai di toglierla. Viceversa se il Comune o la Sogeir non fanno nulla per mantenere il decoro del paese (e sono pagati per farlo), chiunque sarà autorizzato a pensare che tanto vale fare di quella piazza una discarica a cielo aperto. La gente si educa non solo con le sanzioni ma con l’esempio: e lasciare un paese nell’incuria e nell’abbandono più totale non credo sia un bell’esempio.

  2. mah

    Mi pare che te la stai prendendo troppo e frasi del tipo “sono solo chiacchiere” denotano che forse sei tu quello che parla per partito preso. Se leggi bene ho parlato di educazione da affiancare alle sanzioni e non ho affatto giustificato gli incivili. C’è tanta gente che cura il verde pubblico, che rimuove le erbacce e le cartacce da davanti il proprio marciapiedi e viceversa ci sono zone del paese assolutamente abbandonate a se stesse con “il chi di competenza” che fa finta di non vedere. Ma la pubblica amministrazione deve comunque fare la sua parte e spesso e volentieri non la fa. La storia dei carri allegorici abbandonati per strada e con la carta che si disfa e svolazza di qua e di là docet … ti risulta che qualcuno abbia imposto ai proprietari di rimuoverli, di non lasciarli all’aperto o di ripulire dalle cartacce … non vedo, non sento, non parlo

  3. :)

    sono perfettamente d’accordo con Titone, il sindaco o l’amministrazione non può mica stare dietro di continuo a questi barbari, è sempre comodo prendersela con il sindaco, ma sono sicuro che non è stato certo lui ad appendere la sedia sull’albero, quindi meno critiche e più senso civico, denunciando se si è a conoscenza, l’autore di tanta inciviltà.

    1. mah

      Mi avete convinto. visto che non e’ bene disturbare il sindaco per la cura dei giardini, nonostante fosse previsto dal suo programma, e visto che la sedia non puo restare la’, ho alcune proposte: riunione domenica mattina o per fare una statua alla sedia, o per rimuoverla e pulire la piazza. di certo almeno i due col senso civico innato e che fanno fatti e non chiacchiere ci saranno.

  4. lillo 1965

    DIAMINE!!!… Quanto clamore, per quella sedia, cercate un colpevole? Confesso ce l’ho messa io e me ne vergogno!!!! Sono un grande maleducato.
    Poi guardo la fontana vicina e vedo come è ridotta, e da cittadino penso…
    Mi sposto in piazza municipio e non trovo più la scultura di FRANCO PANELLA “Onde Rosse”, e da cittadino penso….
    Mi voglio dissetare nell’unica fontanella che c’è in piazza ed è a secco, e da cittadino penso…..
    Guardo la fontana della piazza che non zampilla, e da da cittadino penso…..
    Mi guardo intorno e vedo lo sportello di banca INTESA serrato, e da cittadino penso…..
    Mi sposto verso la chiesa e vedo il degrado in cui versano le palazzine popolari e le aree verdi di pertinenza, e da cittadino penso …
    Arrivo davanti alle scuole e vedo che il degrado la fa da padrone nei prospetti e nelle aree circostanti, per non parlare del refettorio, e da cittadino penso……
    giro lo sguardo e vedo intere palazzine popolari, patrimonio pubblico, abbandonate e in balia dei piccioni e da cittadino penso……
    Mi stanco voglio tornare a casa e incrocio la rotonda di viale XV gennaio e da cittadino penso……
    Ormai sono arrivato quasi a casa passo per il villaggio trieste, guardo in che stato penoso versa, e da cittadino penso …..
    Arrivo a casa e penso che sono proprio un cittadino maleducato e mi vergogno di guardare in faccia i miei figli per quello che sono.

  5. Antonella Migliore

    “Togliere quella sedia da quell’albero proveniente da un circolo con i suoi bei cuscinetti è compito dell’amministrazione perché la pulizia del paese non si fa solo prima e dopo le elezioni!”.
    Tenere il paese pulito nel rispetto dei cittadini che vi abitano è dovere dell’amministrazione.
    E’ dovere dell’ammministrazione avviare percorsi di educazione al rispetto della cosa pubblica con le scuole e con i cittadini al fine accrescere la consapevolezza che il bene comune è bene di tutti e non di nessuno.
    E’ dovere dell’amministrazione tenere un paese pulito e ordinato perchè è un servizio che i cittadini, anche se indirettamente, pagano.
    E’ dovere dell’amministrazione sanzionare i pochi che non rispettano le regole e che forse nemmeno conoscono, poichè ovunque nella nostra Regione siamo abituati a vedere cumuli di rifiuti abbandonati tanto da far pensare che ciò sia normalità.
    E’ dovere dell’amministrazione rendere “belli” gli spazi pubblici ed in primis le scuole al fine di abituare, fin da piccoli, l’occhio alla bellezza, alla cura ed alla pulizia.
    Ai cittadini non servono grandi discorsi, ma esempi e modelli di riferimento coerenti con i pochi discorsi. Tutto ciò è dovere dell’amministrazione!
    Era un dovere a Santa Margherita con Santoro sindaco lo è anche a Montevago con Impastato sindaco! In entrambi i comuni valgono la stesse regole!
    Io sono di parte poichè se fossi diventata sindaco non avrei permesso che un comune con circa 60 dipendenti non fosse organizzato in maniera tale da notare una sedia giacente settimane in una piazza centrale con annesso parco giochi e toglierla, da notare che la gran parte dei giochi dislocati nelle piazze arate del paese sono impraticabili e pericolosi! Io sono di parte!
    Ma credo che lo sia anche Melchiorre che ripetutamente difende e loda l’amministrazione di Montevago non vivendone i disagi e accusando Vito, un cittadino che apre la finestra di casa sua e quotidianamente assiste allo scempio, di parlare per partito preso. Non sarà che Melchiorre deve dire grazie ad Impastato per tutti gli affidamenti, con erogazione di denaro, che fino ad oggi il Comune gli ha fatto? Parlerà per partito preso?
    I diritti dei cittadini debbono essere rispettati e i cittadini debbono essere aiutati a rispettare i doveri!
    Io sono di parte!
    Antonella Migliore

  6. Giuseppe

    io sono d’accordo con melchiorre,la nostra inciviltà è qualcosa di incredibile,l’ho notato anche nel mio ultimo viaggio nell’hinterland milanese. Però i fatti sono che quella sedia non può mica restare li per sempre o fino a quando non si trova un colpevole, e questo dipende dal comune. Così come è impossibile che i giardini e le piazzette comunali vengano ripulite dalle erbacce solo la settimana dopo le elezioni lasciandola poi crescere all’infinito. Davanti casa mia l’erba viene tagliata solo se c’è qualche festa (l’incontro pasquale si svolge davanti casa mia) oppure quando l’erba mi arriva alla testa. Anche li la colpa è dell’inciviltà dei cittadini?

  7. dubbioso

    Ma può essere che la sedia che sta buttata li in mezzo alla strada, è proprio la sedia che ha perso la Signora, per le ultime elezioni comunali???

  8. mah

    Come previsto si e’ arrivati al personale. E si usa una segnalazione degna di ascolto per buttarla in politics. chi se ne importa di chi e’ il sindaco. e’ importante vivere in modo dignitoso, e che ciascuno faccia il proprio lavoro al meglio delle sue possibilita’. Ed e’ un diritto vigilare e lamentarsi senza poi sentire prediche o accuse politiche. di queste cose ne abbiamo avuto a sufficienza.

  9. Battaglia

    “Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare.” Albert Einstein

  10. nonCèTruccoNoncèInganno

    infatti i giusti ai consigli comunali…non parlano e per inerzia stanno a guardare….

  11. Battaglia

    Il silenzio e la sofferenza uniti alla pazienza danno il tempo di capire prima di parlare e di agire nel giusto modo quando sarà necessario….è inutile dire sciocchezze se non si ha la piena consapevolezza di quello che si dice e non si capisce per cosa si sta lottando…com’è vero che è anche inutile parlare se non si ha il coraggio di mettere il propio nome e la propia faccia davanti agli altri…dobbiamo cercare la forza non per essere superiori o criticare i nostri fratelli concittadini….ma perchè prima di combattere gli altri dovremmo dovremmo essere abili a combattere il nostro più grande nemico…noi stessi.

  12. VitoTriolo

    ragazziiiiiiii…..è solo una sedia….e “un po” di sporcizia bastasse solo che chi di competenza…facesse il suo lavoro…i cittadini devono andare verso una sola direzione il bene comune senza liti…

  13. guglielmo

    ammiro tutti coloro che una volta rilevati i problemi li denunciano alla cittadinanza e ne traggono una critica costruttiva e non la semplice critica “paesana”. Solo in questo modo i problemi verranno risolti!! ritengo,cmq,che vi siano sedi più opportune alla segnalazione dei suddetti!!

  14. Spritz

    Lo schifo per la sporcizia può essere tanto grande da impedirci di pulirci..
    cit. Nietzsche
    😀

  15. VitoTriolo

    finalmente la sedia e i relativi cuscini sono spariti:) anche se è un piccolo passo almeno qualcosa che doveva essere fatta è stata fatta! mi auguro che ogni cittadino come me protesti e si incazzi e segnali PACIFICAMENTE tutto cio che non va!

  16. VitoTriolo

    intanto mettici il nome e cognome quando parli visto che mi spii e poi ne possiamo parlare di presenza se ne hai le palle….secondo: il sindaco è una persona cm tutte le altre indipendentemente dal colore politico va rispettata nel suo ruolo…e la birra gli è stata portata perchè il gestore del bar mi ha chiesto di fare questo favore e non c’è nessun problema…di certo non la porterei a te che sei un imbecille chiunque tu sia! se mi attacchi significa che non hai capito proprio niente e parli solo perchè confermi solo di essere poco intelligente…per il cane non preoccuparti c’è ne sono tanti stronzi in giro che quello che fa il mio cane manco si vede. Vito Triolo

  17. CommediaItaliana

    credo ke prendersela cn un cane sia da stupidi…evidentemente brucia a qualcuno sapere che c’è gente cm vito che ha soltanto fatto vedere cm basterebbe un pò di impegno per mantere il paese pulito e che una sedia su un albero nn si vede mica tutti i giorni:)…nn capisco cosa ha fatto di male??…nn capisco neanche il commento di calogero…nn ha un senso…si è ubriacato cn la birra che ha bevuto ahahah!cmq nn te la prendere cn queste persone vito ricordati che gli stupidi e gli invidiosi esistono dappertutto!

  18. Giuseppe

    Se posso esprimere un mio parere (cosa difficile visto i continui attacchi),la discussione è caduta nel ridicolo ed è degenerata sfociando nel pesante.Vito ha semplicemente fatto il suo lavoro di cittadino “denunciando” una mancanza non solo di chi dovrebbe mantenere ordinato e pulito un paese ma anche di chi quella sedia ve l’ha messa,ricordando che in quel luogo di fianco all’albero si trovano giochi per bambini qualche volta frequentati.Se la sedia è stata tolta vuol dire che a qualcosa è servito.Poi volevo dire ai moderatori del movimento che quando i commenti attaccano una persona non pubblicateli se chi l’ha scritto si nasconde dietro pseudonickname,ma obbligateli a firmarsi con il vero nome.Caro campari e caro dubbioso,è facile criticare e attaccare senza metterci la faccia,ma perchè non avete il coraggio di firmarvi?se pensate di dire cose esatte,beh allora che paura c’è a rivelare le vostre identità.Spero,visto che la sedia è stata tolta,che la discussione venga chiusa e che questi pseudocommentatori quantomeno si firmino prima di parlare,perchè la democrazia è bella quando non ci si nasconde.

    1. Maria

      Sono d’accordo quando si parla di gente incivile, noi beneficiamo della raccolta differenziata, ma a quando pare per qualcuno non è un beneficio. Il caso della sedia non è un caso isolato, a qualcuno gli piace buttare la spazzatura per strada perchè in casa gli fa puzza!!!!!!!!!!!!!!Un sindaco si può anche impegnare a mantenere la città pulita, ma i cittadini devono collaborare; ricordo che gli spazi sono un bene comune che utiliziamo tutti.

  19. domenico

    lasciamo il paese pulito,,,,dai ragazzi basta soltanto buona volonta……dopo volevo dire che oltre la piscina che nn è stata mai mai mai mai pulita……adesso vito te la prendi cn una sedia?lo sai bene ke a montevago le cose stanno sempre cosi…ma nn e colpa del sindaco,,,la colpa io la do alla regione xkè nn abbiamo soldi x montevago…….guarda la citta dei ragazzi abbandonata da tanti anni,,,,,,,,

I commenti sono chiusi.