Meglio tardi che mai…

(74) Lieti. Così si sentono i ragazzi del Movimento Giovanile Trasversale dopo aver ascoltato i comizi di ieri sera dell’una e dell’altra lista in competizione per le prossime elezioni amministrative.

Lieti da un lato perché, meglio tardi che mai, si riconosce il valore dei giovani e l’apporto indispensabile che questi possono e devono dare alle vicende del proprio paese. Evidentemente, l’errore è stato compreso e riteniamo le parole proferite dal palco siano state una pubblica ammissione di colpa per il modo in cui, mesi fa, alcuni giovani di noi erano stati trattati. Riteniamo che il candidato sindaco Santoro abbia compreso e ammesso di avere sbagliato a non riconoscere in noi un soggetto con cui dialogare. Errore che il suo vice, professor Portolano, non aveva commesso salvo, poi, ripensamenti e incomprensioni successive.

Oggi, siamo lieti di constatare il cambiamento ma, da giovani (non sprovveduti o ingenui) quali siamo, avvertiamo e vogliamo comunicare una certa puzza di bruciato. È positivo che adesso i giovani vengano cercati e rivalutati, ma perché solo adesso ci chiediamo? Forse perché questi giovani, quelli del Movimento Giovanile Traversale, si sono guadagnati un certo spazio, uno spazio importante all’interno di un’altra lista? Forse perché potremmo essere un tantino scomodi per gli altri e adesso si cerca di appianare i rapporti? È tardi perché la differenza non venga evidenziata. La differenza tra chi da sempre è stato convinto che i giovani debbano avere voce ed essere parte in causa e chi lo dice solo adesso. La differenza tra chi questi giovani li ha subito accolti e fatti partecipi e chi all’inizio li ha cacciati e adesso promette di ascoltarli. La differenza tra chi ha già dato fiducia e chi ai suoi giovani (sembra si riducano ad uno, Giacomo Abruzzo, elogiato sul palco) darà fiducia se e quando i voti confermeranno i suoi meriti…

Per noi la differenza è evidente e crediamo lo sarà per tutti. L’inizio di questa campagna elettorale come le vicende che l’hanno anticipata ci trasmettono forza e sempre maggiore convinzione per la scelta che abbiamo fatto. E ne siamo lieti.

E che dire dei Giovano Liberi? Meglio tardi che mai! Ecco che anche con l’uscente sindaco Mangiaracina i giovani trovano voce (anche sotto forma di foglietti da leggere scritti da chissà chi…). Siamo lieti del passo fatto e siamo certi che si potrà istituire un confronto produttivo tra questi due gruppi organizzati. Vi attendiamo nei prossimi giorni e non solo, naturalmente, durante i comizi. Certo è un peccato che il vostro candidato (che a questo punto crediamo sia Loredana Randazzo) non abbia trovato spazio nella calca che aspirava a candidarsi nella lista Città in Comune. Ma, evidentemente, per importanti che siano questi giovani, altri criteri hanno avuto la precedenza. O forse il candidato dei Giovani liberi è Francesco Ciaccio? Certo, non ora è iniziato l’impegno di quest’ultimo al seguito del Mangiaracina ma sarebbe un bel messaggio se adesso scendesse in campo spinto non da motivazioni personali, bensì a rappresentanza di un gruppo. In ogni caso, che ci sia o no un candidato liberissimo nella lista Città in Comune, la presenza dei Giovani liberi è comunque significativa e ci incoraggia. Anzi prendete anche voi coraggio e fatevi avanti con le vostre idee, il vostro contributo concreto, le vostre parole, frasi e discorsi…proprio come avete fatto ieri sera! Come non essere lieti che il nostro esempio venga seguito? Come non essere lusingati se ci riconoscete il ruolo di promotori? È anche per questo che il Movimento è nato: per stimolare la partecipazione di tutti. Anche se non con noi l’importante è esserci e farsi sentire. Siamo lieti che lo stiate facendo e vi preghiamo di non fermarvi ai piccoli interventi di ieri.

Solo una raccomandazione porgiamo agli uni e agli altri giovani delle diverse liste: non facciamo che quest’attenzione sia solo di facciata. Non riduciamo i giovani ad un’etichetta che adesso tutti cercano di mettersi addosso, perché è trendy. Sarebbe mortificante e riduttivo nei confronti di tutti noi. Portiamo avanti le nostre convinzioni e le nostre esigenze. Parliamo con tutti, ascoltiamo tutti, portiamo nel prossimo consiglio comunale i nostri rappresentanti. Prendiamoci, se non lo abbiamo fatto finora, lo spazio che ci spetta. Meglio tardi che mai.

 il Movimento Giovanile Trasversale

35 pensieri su “Meglio tardi che mai…

  1. utente anonimo

    Ma quello che dite mi sembra una stronzata, siete troppo moderati, non potete rivolgervi cosi a coloro che hanno detto di voi cose non vere.

    Avete 80 anni? siete strumentalizzati? e voi vi rivolgete cosi a loro.

    Prima a deridere il movimento poi ne creano tutti uno, hanno visto il vostro bel filmato e poi ne hanno fatto uno anche loro (diciamo per modo di dire), era inguardabile, insignificante, non trasmetteva niente di niente.

    Devo essere sincera fino a ieri sera votavo Giorgio Mangiaracina, dopo il comizio ho capito dalle parole che gli sono uscite da quella bocca, che è cosa solo di fare teatrini, la vecchia politica alla maniera di Gulotta, ma, aggiornati Giorgione, aggiornati, hai perso 100 voti di opinione, non si puo attaccare tutto e tutti e poi copiare, filmato, giovani liberi, ma liberi un cazzo,

    Il figlio di Autilia messo a guardare il museo delle memorie, ecco la sua ricompensa, i suoi libri pubblicati.

    Altro che libero, libero di non parlare, e poi il Ciaccio, messo li a leggere un pezzo di carta, dava l’impressione di uno che non voleva neanche fare il candidato.

    ma vergognatevi, avete perso il mio voto.

    Mi dispiace continuo a votare per ciaccio ma il voto al sindaco lo do a Santoro, ero un po indecisa ma adesso ho avuto la conferma.

    MeryG

  2. FilDiGiovanna

    Rinnovo l’invito mio e del movimento ai Giovani Liberi e al Movimento Giovani della lista Santoro a partecipare, a commentare e a ad inviare dei post.

    Questo spazio è libero, dite la vostra.

  3. sxgiovanile

    Mery certe calunnie le abbiamo smentite tante volte, adesso è il caso che ci dedichiamo a cose più serie. Chi faccia parte dei Giovani liberi è poco rilevante, la cosa importante è che si facciano avanti e manifestino il loro pensiero. Le persone come te, che ti dici indecisa, da questo tipo di confronto riescono a trarre la loro opinione. Continua a seguire noi e gli altri nelle diverse iniziative. Io spero che alla fine non voterai neanche Santoro, bensì Valenti e Rosario Scaturro al consiglio comunale. Ma non perchè lo spero io, solo perchè saremo riusciti a convincerti.

    Anna Carmen Armato

  4. utente anonimo

    Ma per favore MeryG, abbi il coraggio di ammettere che indipendentemente dal comizio di Giorgio avresti ugualmente votato sempre per Santoro. Sei una di loro e la tua opinione è ed è sempre stata di parte.

    Se la tua opinione sulla scelta del candidato è cambiata a seguito delle parole di Giorgio ed è dipesa anche della visione dell’inguardabile e insignificante filmato proiettato, posso dirti che non hai capito un cazzo. Come puoi a questo punto dire che voti per il Sig. Santoro. Sei rimasta impressionata dal comizio del Sig. Santoro o dalla presentazione dei candidati da parte della sorella del Giovane puledro.

    Ma per favore abbi un po di apertura mentale.

    Io a dire il vero ho visto molta rabbia nelle parole di Giorgio. Ho trovato insignificante il filmato, povero di contenuti. Considero poco originale la trovata della consulta dei cosiddetti “giovani liberi”.

    Ma liberi da chi o da cosa. Chi sono questi giovani? Le figlie di Raimondi? Il fratello del candidato Ciaccio, custode del museo della memoria? ah, forse libero è Ivan che non ha neanche il coraggio di esporsi. Oppure libera è Loredana Randazzo, a cui è stata preclusa la possibilità di candidarsi solo perchè non ha la fortuna di avere una grande famiglia a seguito…? Il concetto di libertà tutt’altra cosa. Questi giovani sono già vecchi !! Basta scorrere il libro paga del Comune per accorgersi che sono giovani già visti, rivisti, pagati e ricattati.

  5. utente anonimo

    Hai ragione anonimo del commento #4. Dai comizi che ho visto sicuramente ho visto uscire vincitrice la lista Valenti, “Noi Per Santa Margherita”. La città in comune ha provato ad arrimpicarsi sugli specchi senza tuttavia riuscirci. Il risultato…?? Una meschina figura fatta di insulti, attacchi, false insinuazioni che rendono indecorosa la figura di un sindaco che aspira a riconfenfermarsi tale. Se avevo qualche dubbio su chi votare, il comizio di Mangiaracina proprio me lo ha chiarito. Non possiamo ridare le chiavi del Comune a una simile compagine. Perchè il Prof. Bonifacio dall’alto della sua cultura non ha il coraggio di schierarsi e spendere qualche parola per l’attuale amministrazione. Forse perchè non ci sono finanziamenti per i comizi?

    Per conto mio la mia scelta per le prossime elezioni l’ho già fatta: voterò Valenti sindaco e un consigliere della sua lista, uno vale l’altro. Nessuno di essi mi sembra ricattato o riciclato.

    Della lista Santoro credo ci sia ben poco da dire. Che siano degli sprovveduti è sotto gli occhi di tutti. Poi come mi è sembrato di capire al comizio di Domenica, l’attuale presidente del Consiglio, Ventimiglia, ha affermato che nella lista Santoro è presente qualche pecora nera. Ma non sarà un problema perchè loro hanno la capacità di ovviare a tale inconveniente perchè operano in gruppo.

    Però, se già all’interno c’è del marcio….!

  6. utente anonimo

    Continuate così ragazzi del Movimento. Non fermatevi dinanzi alle offese. Chi vi offende lo fà perchè non ha argomenti per difendersi. Credo in voi e credo sopratutto nella Lista Noi per Santa Margherita. Mi rivedo perfettamente nei vostri ideali e nel vostro modo di ragionare. Complimenti per il video proiettato durante il comizio. Molto emblematico: ha la capacità di riassumenre in tre minuti i cinque disastrosi anni di amministrazione. Fossi stato io il sindaco, anzichè mandare la troupe televisiva a girare le immagini al cimitero, mi sarei mortificato e vergognato pubblicamente e non avrei avuto nè il coraggio nè tantomeno la faccia di attaccare voi giovani che avete soltanto commesso l’errore di ribellarvi a una simile situazione.

    Continuate così. Almeno voi siete liberi di decidere del vostro futuro.

    Un vostro sostenitore

  7. utente anonimo

    Ciao ragazzi del blog, innanzitutto mi voglio complimentare con voi per tutto quello che avete fatto e che farete. Avete portato una ventata di aria pulizia in paese e con le vostre idee, ascoltate – recepite e raccolte dal candidato Valenti, vi siete guadagnate una speranza. Quella speranza di cambiamento, di rinnovamento. La speranza di sognatori liberi di potere parlare, esprimere i loro sogni e loro desideri. A proposito di sognatori, mi è piaciuto anche l’intervento di Onorio. Lui si che si può definire un ragazzo libero. La sua speranza, raccolta in pochi versi di una poesia era senza dubbio degna di uno scenario diverso. Ed invece è stata infangata dalle accuse di un sindaco che sapientemente sa tenere in mano un bastone a cui è legata la carota.

    Quelle che voi ingenuamente chiamate speranze altrove, nella lista Mangiaracina, si chiamano carote.

    Quelli che voi chiamate candidati altrove, nella lista Mangiaracina, si chiamano asini a cui è stato data l’etichetta di “Ragazzi Liberi”.

    G.T.

  8. utente anonimo

    Prima di parlare di asini perchè non dai un’occhiata ai giovani sostenitori della lista “Uniti per S. Margherita”. Domenica mi è sembrato di capire che il signor Santoro, candidato a sindaco, ringraziava durante il comizio, un giovane puledro di nome Giacomo per l’impegno prestato durante la campagna elettorale.

    Vorrei chiedere a Giacomo una cosa.

    Che fine ha fatto l’idea di organizzare un gruppo giovanile per lo sviluppo agricolo del paese.

    L’idea mi affascinava parecchio anche perché c’erano in ballo circa 700 posti di lavoro. Non pochi per Santa Margherita. Un progetto molto ambizioso ma in campagna elettorale, si sà, la parola impossibile non va pronunciata. All’ultima riunione cui ho partecipato mi è sembrato di capire che tale progetto si poteva realizzare soltanto se il gruppo giovanile fosse stato unito e se avesse appoggiato la lista del sindaco uscente Mangiaracina. Solo lui, Giorgio, poteva farsi promotore dello sviluppo promosso da noi giovani. E se la memoria non mi inganna, si era deciso di puntare tutti sul candidato al Consiglio Comunale Alessandro Di Prima, anch’egli piccolo biondo purosangue di razza.

    L’averti visto così attivamente coinvolto nell’organizzazione della campagna elettorale del Signor Santoro mi ha fatto presagire che ad un tratto tutto fosse svanito.

    A questo punto vorrei chiederti alcune cose.

    – A cosa è dovuta tale inversione di tendenza.

    – Che fine hanno fatto i 700 posti di lavoro?

    – Perché adesso il progetto è stato accantonato e il piccolo purosangue Di Prima è stato posato?

    – Perché il progetto non si può più realizzare con Giorgio?

    Io no posso votare Santoro, ma credo che anche tra voi giovani Santoriani, ci siano bastoni e carote. Anzi, sai cosa ti dico, la vostra carota di famiglia ha un nome, “Parco Letterario”.

    Francesco

  9. FilDiGiovanna

    Non sono daccordo con i duri giudizi dati ai giovani che si stanno impegnando in queste elezioni, almeno non su tutti, conosco bene alcuni di loro e credo alla loro buona fede, non approvo il candidato a Sindaco che stanno appoggiando o alcune loro “mosse”. Come prima cosa il titolo di Liberi che si sono dati, è discutibile, significa che tutti gli altri (compresi noi) non lo sono?

  10. utente anonimo

    ma ve ne siete accorti che al vostro comizio applaudevate solo voi… ripetitivi che non siete altro

  11. utente anonimo

    eccomi di nuovo. dopo un bel pò che non scrivevo su questo blog ma che cmq ho continuato a seguire. evidentemente non tutti lo hanno seguito per filo e per segno dall’inizio. vengo e mi spiego… la mia ricompensa (non so poi ricompensato per cosa) si dice sia la pubblicazione che ho fatto del mio libro… beh! peccato che la pubblicazione io l’abbia pagata di tasca mia e che nessuno mi abbia dato un euro per farla. ciò che mi è stato dato è solo ed esclusivamente la possibilità di utilizzare la villa del palazzo per presentarlo all’interno di una rassegna letteraria. visto che mi chiedono di espormi… (non pensavo di essere così importante)… beh! visto che ero sotto il palchetto di giorgio ad applaudire credo di essere già esposto. o sbaglio? cmq. ora vi spiego il mo concetto di liberi… ognuno di noi dovrebbe esserlo. ahimè per le elezioni amministrative un candidato lo si deve scegliere. voi avete scelto il vostro… io il mio, altri non lo hanno ancora fatto e sono indecisi. io il mio candidato però l’ho scelto da solo (certo per alcuni ero già partito a favore della lista mangiaracina). allora che ci facevo io alle riunioni del movimento giovanile trasversale? forse perchè anche io sono un giovane? beh! io alle riunioni ho partecipato perchè era un movimento che sembrava aver buoni propositi per i giovani margheritesi (non dico che non lo sia, ognuno spera nel bene del proprio paese a modo suo). io però il candidato a sindaco che voi appoggiate non l’ho scelto. partecipavo alle riunioni ma nessuno mi ha mai proposto come candidato ili dott. Valenti. beh! io una mia testa ce l’ho e il candidato impiattato non lo voglio proprio. se dovevamo appoggiare qualcuno lo si doveva decidere tutti insieme. ed io per la scelta non sono stato neppure contattato, anzi sono andato alla riunione del movimento di quel giorno (non ricordo che giorno era) e mentre ero seduto si è presentato il candidato valenti. chi lo ha scelto quali e quanti giovani? questo non lo so e non mi interessa sinceramente. ma credo di avere una mente per pensare e quindi il rendermi partecipe ad una decisione mi avrebbe fatto piacere. la mia scelta non me la impiatta nessuno… sono libero in questo. libero di scegliere chi votare senza che nessuno me lo imponga. a prescindere dalle nostre scelte spero che la politica non incida nella profonda amicizia che ci lega.

    maryg. prima di sparare cazzate informati sulle cose e poi magari ne puoi parlare e ne possiamo discutere. a chi mi dice che non mi espongo. iio i miei commenti li ho sempre firmati chi mi chiede di espormi mi sembra essere un anonimo…

    saluti

    con immensa amicizia

    ivan guardino

  12. utente anonimo

    Mi sembra in questo forum che non si parli nè di politica nè di libertà nè di qualcosa che possa interessare tutto e tutti! Non fate altro che accanirvi gli uni contro gli altri! Forse non conoscete la definizione di politica, di libertà? Un attimo…

    “la politica è quell’attività umana, che si esplica in una collettività, il cui fine ultimo – da attuarsi mediante la conquista e il mantenimento del potere – è incidere sulla distribuzione delle risorse materiali e immateriali”.

    “La libertà indica l’essere libero, la condizione di chi non è prigionero e non ha restrizioni, non è confinato o impedito. La libertà in senso più ampio è anche la facoltà dell’uomo di agire e di pensare in piena autonomia, è la condizione di chi può agire secondo le proprie scelte, in certi casi grazie ad un potere specifico riconosciutogli dalla legge.

    Si può dire che chi compie un’azione è libero, quando ha la possibilità di scelta, e l’azione stessa è: intelligente; spontanea; contingente e non lesiva degli altri.”

    Una rinfrescatina al vocabolario non fa male ogni tanto! Ignoranti!

  13. utente anonimo

    attenzione il sistema ha rilevato due post con lo stesso IP che provenivano dallo stesso computer,

    uno firmato e uno non firmato stiamo parlando del post n.11 e del post n.13…..cosa succede?….ci

    rispondiamo adesso noi stessi?…..

    o facciamo usare il pc ai vicini di casa?…..

    IVAN IVAN IVAN sei stato nominato

    Mr.IP “Amminstratore di Sistema”

  14. FrancescoSMB

    Caro Ivan, ricordo bene dov’eri 5 anni fa….. Evidentemente di acqua ….(ed altro…) sotto il ponte ne e dentro la chiesa ne è passata tanto….. tanto.

    Un saluto

  15. utente anonimo

    caro autore del post n 13,in questo blog non credo ci sia stato nessun tipo di accanimento verso alcuno.Chi scrive, è cresciuto masticandone tanta di politica,quanto al concetto di libertà, se sei anche l’autore del post n 11 sei l’ultimo ragazzo in grado di venire a fare il predicozzo su tale nozione.Ti rinfresco un attimo io la memoria.La politica, hai detto bene è quell’attività che si esplica in una collettività e non in una massa di seguaci leccaculi pronti ad abbassarsi le brache ad ogni cenno del loro padrone.Il potere acquisito deve coincidere con la distribuzione delle risorse materiali e immateriali in primis verso i ceti più deboli,quindi meno abbienti,e non verso cugini,fratelli,cognati zii di chi detiene il potere.Questa non è politica di libertà ma POLITICA LIBERTICIDA.Nonostante i tuoi soggiorni al museo della memoria mi dispiace dirtelo,la tua memoria è proprio corta.

  16. sxgiovanile

    caro Ivan mi fa piacere che torni a scrivere…

    ciò che si evince dal tuo commento è che se avessimo discusso di più sulla scelta del candidato sindaco tu avresti continuato a seguire questo Movimento e magari condiviso la nostra scelta. Scusami se mi permetto di dubitare ma, vedi, tu avevi e hai una preferenza chiara per il sindaco Mangiaracina che non avresti messo in discussione. O per un momento hai avuto un dubbio sul suo operato e ora ti è passato ? E per noi, d’altro canto, il Mangiaracina era l’unica opzione esclusa in partenza tra i candidati, perchè ne abbiamo conosciuto il modo di amminsitrare e non solo non ci piace, lo condannamo pesantemente.

    Che ti piacesse il Movimento ci credo perchè ti conosco e penso anche, magari mi sbaglio, che se ti fossi sentito libero di esporti saresti attivissimo con noi.

    Anna Carmen Armato

  17. utente anonimo

    Caro Ivan, eri sempre in prima linea a denunciare anche con tono ironico e comico, come lo sono stati gli spettacoli fatti a Santa Margherita del Cabaret insieme a Peppe, le malefatte dell’amministrazione del nostro comune, (sogeir, tasse, macchinone, manie di protagonismo).

    Certo che fino a quando tutto è stato pacato e lontano dalle nuove amministrative, tutto è andato bene, ricordo il caro sindaco quanto si fece prendere per il culo e come sorrideva allo spettacolo fatto al teatro S.Alessandro.

    Poi si è visto che, quando hanno capito che poteva danneggiare la loro immagine e che le persone di Santa Margherita aspettavano impazientemente i nuovi spettacoli, che era arrivata l’ora di tagliare Peppe&Ivan show.

    Stai assistendo oggi ai toni che si danno per i comizi, si attacca tutto e tutti, in maniera poco leale.

    Come ti è sembrato l’attacco al tuo grande amico Perricone….quando qualcuno come Giorgio decide di attaccare la sua famiglia, dimmi la verità pensi che questo sia modo, che questo dovrebbe essere il nostro ed il tuo rappresentante del tuo paesello.

    Lo sai che i giovani liberi a santa margherita non ci sono stati mai, che è stata sempre un’utopia, lo hai visto, avete dovuto abbassare il tono della critica ed andare a fare le serate a Montevago e a Caltabellotta dopo l’ultima a Santa Margherita, questo ti sembra libertà?, liberta di pensiero e di parole?.

    Rifletti Ivan fai la cosa migliore per te stesso, non avallare questo modo di fare, tu potresti essere uno dei giovani liberi come veramente pensi, ma dovresti fare un passo che ti costerebbe tantissime cose.

    Diciamolo ti hanno attaccato per bene, da un lato ti trovi tuo suocero con il candidato, poi la famiglia che appoggia in pieno Giorgio, non è facile e non vorrei essere nei tuoi panni.

    Quindi ti capisco e comunque ti dico che a prescindere da tutte le vicende politiche che ci saranno ora e in futuro, sei e rimani sempre il nostro IVAN, quello che ci vaceva morire dalle risate, quello che aveva idee geniali, quello che lavorava la notte per raggiungere un obiettivo, quello che si trasformava davanti al video creando personaggi “liberi” che potevano parlare e dire tutto quello che volevano.

    La politica logora, la politica non merita se fatta in questo modo.

    ciao da Puty Tony

  18. PeppeMilano

    Scusate la mia assenza dal commentare, ma impegni mi hanno tenuto lontano dal blog per qualche giorno, e mi dispiace.

    Noto con piacere che Ivan è tornato a scrivere e questo non può che riempirmi di gioia; sottolineo che mi dispiace che sia tornato sulle nostre pagine perchè chiamato in causa da qualcuno che pur di dire la sua non esita un attimo a sparare a zero su cose delle quali non ha piena consapevolezza, senza fra l’altro assumersi la responsabilità delle proprie affermazioni.

    Sul fatto che i giovani della lista Mangiaracina abbiano deciso di definirsi “liberi” (non so se Ivan ne faccia parte) mi pare una trovata ad effetto che non può sortire molti proseliti. Il fatto di volersi differenziare da noi e di avanzare scelte e modi di vedere diversi, mi sembra legittimo, ma definirsi liberi per essere “altro” rispetto al MOVIMENTO mi sembra sciocco.

    Si vuole forse dire che noi non siamo liberi? se così fosse si tratterebbe ancora una volta di un’accusa infondata che c’è già stata mossa e ripetuta ma mai motivata!

    Noi liberi lo siamo e oltretutto cerchiamo un confronto reale aperto e trasparente!

    A proposito, perchè i “giovani liberi”, malgrado passino il giorno a scandagliare queste pagine non intervengono mai?

    Forse non ritengono il blog un buon mezzo per questo scopo?

    Se ce ne può essere un altro da loro ritenuto migliore non hanno che da proporlo, saremo lieti di partecipare ad un contradditorio chiaro e in cui ciascuno può dire ciò che ritiene giusto: in LIBERTA’ e non solo in via LIBERTA’.

    Vedete, il blog aveva una finalità, un obbiettivo che è stato raggiunto, rendere partecipi del dibattito tutti quelli che non potevano essere in sede, e a bene vedere siamo riusciti ad andare oltre le più rosee aspettative: questo blog infatti è visitato da molte parti d’Italia, dalla Germania ed anche da altri Paesi Europei e non.

    Pensiamo che se si svolgesse qui un dibattito, si potrebbe far sapere a tutti qual è il Vs punto di vista! Non male!

    Fate Vobis.

    Un saluto affettuoso a Ivan al quale mi lega e legherà un’amicizia sincera che prescinde dalle nostre scelte politiche che, a ben vedere, non collimano quasi mai.

    Buon lavoro ai giovani “liberi”, nell’auspicio sincero di poterci confrontare, come predichiamo da tempo!

    Giuseppe Milano

  19. utente anonimo

    concordo pienamente con quanto detto da Anna Carmen.il Guardino aveva già,per motivi prettamente personali,una preferenza chiara per Mangiaracina,che non avrebbe mai messo in discussione.Ergo,tale scelta può definirsi tuttaltro che LIBERA ma CONDIZIONATA.

    CONDIZIONE=PATTO

    PATTO=COMPROMESSO

    COMPROMESSO=SCHIAVITU’

    M.Robespierre

  20. utente anonimo

    ATTENTI AL PROF ? TANINO. SPERA DI ESSERE CONFERMATO CON QUALSIASI SINDACO ! CORAGGIO SI CAMPIA. O NO!

    ROBERTO

  21. dxgiovanile

    Caro autore del commento n.13, davvero non capisco a cosa e a chi tu ti riferisca. La tua “ramanzina” è diretta a noi?

    Perchè, se è diretta a noi davvero non capisco da cosa possa essere determinata. Noi il potere non l’abbiamo mai avuto, quel potere che deve essere mantenuto per fare politica, che deve essere usato per la distribuzione di risorse materiali e immateriali verso la comunità. Bisognerebbe però discutere sul concetto di Comunità. Mi sembra che negli ultimi anni, il concetto di Comunità sia stato quello: gruppo di persone, tra cui amici e parenti, che sventolano la stessa bandiera, che mangiano allo stesso piatto e che si puliscono gli uni con gli altri. Mentra da una mia ricerca in rete su Wikipedia, ho trovato questa diversa definizione: struttura organizzativa sociale, tipo un quartiere, un paese o una regione, comunque di estensione geografica limitata, in cui gli abitanti abbiano delle caratteristiche comuni.

    Qui però si potrebbero innescare altri discorsi. Quali sono queste caratteristiche comuni? La voglia di fregare il prossimo? La voglia di migliorare davvero questo paese?

    A te l’ardua sentenza.

    Non voglio toccare il concetto di libertà perchè è un concetto anche soggettivo e capisco poi che anche un carcerato potrebbe ritenersi libero… libero di fare 3 passi nella sua cella di 2 metri per 2.

    Vito Antonio Augello

  22. dxgiovanile

    Carissimo Ivan, sono contento che tu sia tornato a scrivere. Avevo un’idea: visto che fai parte dei Giovani Liberi di Santa Margherita di Belice (a proposito, complimenti per l’ottima scelta del nome), magari potevi fare da vettore e riferire agli altri tuoi “compagni d’avventura” la nostra disponibilità ad accogliere su questo spazio, che è di tutti, qualche loro pensiero, qualche loro iniziativa.

    Infine volevo rassicurarti, l’amicizia più che decennale che ci lega, non sarà minimamente scalfita da un mese di campagna elettorale. La politica è una cosa; la vita privata un’altra. Basta essere sempre rispettosi e sinceri.

    Con sincera amicizia,

    Vito Antonio Augello

  23. utente anonimo

    siamo Giovani MARGHERITESI di nessun “movimento” xkè nn ci sentiamo rapprtesentati da NESSUNO.Nei vari comizi non abbiamo notato la freschezza dei giovani ma solo parole dettate da un ‘esperienza che non hanno………MOSTRATECI I VOSTRI PROGRAMMI ,NN LE ACCUSE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  24. PeppeMilano

    Filippo, come facciamo a non stancarci di dire sempre le stesse cose non lo so manco io, mi pare che sia anche un po tempo perso…

    Allora: c’è qualcuno che vuole parlare del Ns programma? o del programma della lista NOI PER SANTA MARGHERITA? Cercasi disperatamente controparte per un confronto…

    C’è qualcuno che vuole confrontarsi a prescindere dai programmi, che sò qualche giovane “libero”? Cercasi dispertamente anche quello!

    Se poi vi piace tanto continuare a scrivere cose che non si capiscono bene perchè scritte volutamente senza senso compiuto, fate pure…

    però sappiate che è tempo perso, per voi, per noi e per il nostro Paese.

    Giuseppe Milano

  25. utente anonimo

    Del programma se n’è largamente parlato anche durante il confronto tra i tre candidati trasmesso dall’emittente televisiva TRS (Tele Radio Sciacca).

    Ritengo che sia troppo riduttivo parlare semplicemente di programma quando non si hanno le risorse strutturali ed umane per poterlo mettere in atto.

    Ritengo necessario invece parlare di persone, di uomini, di capacità e competenze necessarie all’attuazione delle idee. Tutti i candidati mi sembrano dotati di buoni propositi per il nostro paese ma difficilmente tutti avranno le potenzialità per metterli in atto.

    Senza alcun dubbio credo che soltanto la giunta Valenti ha le competenze necessarie per raggiungere gli obiettivi prefissati che sicuramente coincideranno con quelli di tutta la comunità.

    Dei tre candidati soltanti Valenti sa trasmettermi quella fiducia necessaria che manca da anni tra noi cittadini margheritesi.

  26. utente anonimo

    Ma come!!!! Vuoi mettere Santoro con il suo patto????? Io ho seguito la trasmissione, e devo dire ce il candidato Santoro mi ha fatto una bella impressione…. Ha proprio tanti progetti in testa: l’agricoltura, la comunità europea, i finanziamenti, le sinergie ecc…. Ma mi viene un dubbio: non è che in europa aspettano lui per inviare questa “caterva” di soldi di cui parla?? Ma poi di concreto di cosa si sta parlando? Parole al vento…. mi sembra un famoso assessore di Zelig… però potevano suggerirgli qualche altra idea anche qualche altro settore di cui parlare, sia al comizio che in trasmissione. E Portolano che ne pensa? Era questa la professionalità di cui parlava? Andiamo bene….!!!!

  27. utente anonimo

    rispondo ad anna. il problema sta nel fatto che, almeno con me, non se ne è proprio discusso di appoggiare l’uno o l’altro o l’altro ancora candidato a sindaco. alle riunioni si è discusso di dare voce ai giovani e in questo io mi ci rivedo. ahimè a me non è stato chiesto di appoggiare un candidato. se poi alle imposizioni bisognava dire di si, beh! non è il mio modo di fare. certo io sono di parte in uno schieramento come voi lo siete e lo eravate di un altro ancora. non per questo muovo critiche. ognuno è libero di scegliere chi appoggiare secondo i propri criteri di valutazione.

    rispondendo poi a vito. non mi risulta far parte di un qualsiasi movimento libero o trasversale che sia come tu lasci intendere. perchè da come parli nessuno allora è libero in quanto tu hai seguito la scelta di un altro tuo omonimo nel cognome e altri le scelte dei padri. con ciò non capisco l’accanimento personale verso una determinata scelta…l’importante è che una scelta ognuno di noi l’abbia fatta e ci mettiamo un’identità che è la nostra. degli anonimi non mi curo di loro perchè non hanno le palle per mostrarsi e già questo è un punto a loro sfavore in quanto non hanno neppure il coraggio di prendersi le proprie responsabilità sulle smargiassate che dicono.

    a puti tony che so chi è seppur celato sotto un acronimo ma non per rimanere anonimo bensì per lasciarsi intendere da me dico che gli spettacoli in paese non li abbiamo più fatti non perchè qualcuno ce li ha negati ma semplicemente perchè noi non avevamo spettacoli pronti. saremmo stati ripetitivi e quindi di conseguenza abbiamo deciso di non farli.a caltabellotta e montevago ci siamo andati perchè il nostro in quei paesi era uno spettacolo nuovo. ma nessuno qui ci ha detto voi non farete più nulla. almeno a me non risulta.

    saluti

    ivan guardino

  28. utente anonimo

    dopo di che lascio far politica a chi fa politica… non è il mio campo e mai dovrà esserlo perchè non mi piace. purtroppo è un dirito dovere del cittadino andare a votare.

    in bocca al lupo a tutti

    ivan

  29. utente anonimo

    mi trovo daccordo con ivan sul concetto della politica che è distante anche da me…….molto.

  30. GiuAugello

    DISPIACENTE IMBARAZZO

    Caro amico Ivan, mi e ci dispiace che non hai capito da subito le nostre intenzioni, scusaci per l’imbarazzo che ti abbiamo creato.

    Voglio però ricordarti altri passaggi delle famose riunioni di marzo, in effetti sin dalla prima a San Giuseppe si diceva “dobbiamo dare voce ai giovani” ma si diceva anche “abbiamo contattato tutti i possibili candidati a sindaco con delle domande, tranne Mangiaracina, in quanto non concordiamo sul suo modo di amministrare”, si diceva anche “Valenti, Viola, Portolano e Saladino hanno risposto invece Santoro non ci da considerazione”. Se ben ricordo in quella prima riunione soltanto alcuni ragazzi vicino ai Ds hanno richiesto altre spiegazioni sulla distanza alla candidatura di Santoro, invece tu non hai mai richiesto altre spiegazioni sul NO ASSOLUTO per appoggiare Mangiaracina. Ti ricordo anche che tu hai partecipato alla seconda riunione aperta a tutti sotto il Bar dove visto la presenza di tante altre persone si è ribadito più volte i concetti che si erano espressi durante la prima riunione.

    Non ti sei mai chiesto perchè non avevamo proposto un questonario a Mangiaracina (Sindaco solo dei suoi votanti)?????

    Come mai non hai sentito le 5 o 6 volte in cui si ribadiva il NO ASSOLUTO per Mangiaracina (Sindaco solo per i suoi votanti)?????

    Pensavi che stavamo solo giocando o che stavamo preparando uno spettacolo di cabaret ?????

    Giuseppe Augello

    PS:Ribadisco le mie sono semplici perplessità amichevoli

  31. utente anonimo

    Sono usciti dei bandi per la valorizzazione della filiera vitivinicola, che prevedono la selezione di strutture aziendali e di figure professionali, alla prima selezione possono partecipare le cantine cooperative e le associazioni di produttori vitivinicoli, ricordiamoci che l’economia del nostro paese è basata sulle cantine vinicole. I bandi sono già disponibili sul sito internet http://www.regione.sicilia.it/agricolturaeforeste/assessorato nella sezione dedicata.

    Tocca a noi giovani stressare i “vecchi” pigri di SMB proponendo idee e progetti, è questo quello che dobbiamo fare. Lamentiamoci meno, “litighiamo” meno e siamo più propositivi e concreti

    Ezio Barbera

  32. dxgiovanile

    Grazie mille Ezio. Ci faremo portavoce di questa notizia, sperando che venga recepita da chi si trova nella posizione di determinare le sorti di una cantina e quindi di tanti agricoltori che con il settore vitivinicolo cercano di sopravvivere.

    Con riconoscenza,

    Vito Antonio Augello

  33. utente anonimo

    Con questo post intendo chiarire alcune posizioni e chiedere scusa a chiunque si sia offeso con il mio post iniziale.

    Innanzitutto mi dispiace che molte cose del mio post sono state fraintese al tal punto, tale da offendere alcune persone, ma purtroppo a volte scrivere diventa difficile e se non fatto bene puo contenere delle insidie.

    in riferimento a Gulotta di cui parlavo sopra riferendomi alla vecchia politica alla maniera di Gulotta, intendo precisare che non era una offesa, ma solo una costatazione del fatto che i vecchi comizi, a differenza di quella di ora più moderata e pacata (a volte), i toni erano piu accesi, gli scambi e i dibattiti erano piu accaniti e a volte (teatrali) proprio come ho detto, ma non intendevo offendere nessuno divendo questo.

    La Teatralità della cosa non è negativa se non offensiva.

    Quindi se l’Avv. Gulotta si è offeso mi dispiace e tengo a precisare che non era mia intenzione.

    Staro più attenta e scriverò cercando di esprimere meglio i concetti.

    Riguardo ad Ivan, mi dispiace che qualcuno stia strumentalizzando la cosa, ho detto “ecco la sua ricompensa”, ma non parlavo in termini economici, ma in termini anche di possibilità nel farlo, non voglio fare capire che sono stati presi soldi per la pubblicazione del libro, perchè non è vero.

    Mi dispiace per Ciaccio, ma era li, leggeva, e conoscendo le sue capacità no ne aveva bisogno, mi è sembrata una forzatura, anche il modo di scontrarsi con il movimento trasversale, non c’è bisogno di accanirci tra di noi giovani in questo senso.

    Poi Giorgio è stato pesante, ha detto frasi del tipo “MI DISPIACE CHE I VOSTRI GIOVANI HANNO COSI IN UN TRATTO RINUNCIATO AL LORO FUTURO” “SONO DEGLI OTTANTENNI……”

    certo se uno commenta questa frase scritta cosi come lo è stata detta in un contesto Blog potrebbe capirla in vari modi, più o meno contestabili.

    Quindi siccome sono moderata, porgo le mie scuse a chi si è offeso, e mi riservo di stare piu attenta nello scrivere, sforzandomi di esprimermi al meglio.

    MerryG

I commenti sono chiusi.