L’assessore regionale Armao e il futuro del Belìce

belice(1093) Riportiamo questo intervento rilasciato dal neo assessore ai Beni Culturali Armao qualche giorno fa sulle nuove opportunità per il turismo nel Belice……
Per l’assessore i paesi distrutti dal sisma del ’68 devono tornare a vivereI paesi del Belice possono tornare a nuovo vita anche per attrarre nuovi flussi turistici. Ne è convinto il neo assessore regionale ai Beni culturali e all’Identità siciliana, Gaetano Armao, che ha partecipato  alla  consegna  del  lavori  per  la  messa  in  sicurezza  del campanile della chiesa Madre di Poggioreale. “Giusto restaurare il campanile – ha detto – ma è ancora più giusto far rivivere il vecchio sito di questo paese della valle del Belice distrutto dal terremoto del 1968, valorizzando i ruderi e le opere d’arte, che devono diventare una risorsa e un’occasione di sviluppo economico e sociale. E’ necessario, però – conclude Armao che all’investimento pubblico si accompagni l’investimento privato, per creare nuove opportunità di attrazione turistica”. Il sisma di quarantadue anni fa, che rase al suolo il paese, non riuscì a mandare giù il campanile della chiesa Madre. Ci ha pensato, però, l’incuria, se è vero che è crollato il 30 novembre dello scorso anno. Per il recupero del vecchio campanile la Regione ha stanziato 100 mila euro.

Speriamo che chi di dovere nostrano abbia già sentito o letto queste parole…

Un pensiero su “L’assessore regionale Armao e il futuro del Belìce

  1. utente anonimo

    Bla bla bla e ancora … bla bla bla!
    Storiella già letta e riletta.
    Se ce qualcuno che crede ancora a queste favole mi chiami!
    Maurizio Marino

I commenti sono chiusi.