Il Movimento e lo pseudo grillo

Nei giorni scorsi abbiamo subito l’ennesimo attacco da parte di un nostro lettore (presumiamo) concittadino che, per ingannare la noia, si è preso la briga di offendere gratuitamente le persone che da sei anni costituiscono e portano avanti il progetto del Movimento a Santa Margherita di Belìce.
Il nostro “grillo parlante” – niente di meno si ispira alla coscienza di Pinocchio – ha deciso che noi, uno per uno, siamo “gente piccola” di un “MOVIMENTO piccolo piccolo piccolo piccolo” – addirittura quattro volte piccolo, forse il nostro “amico” è abituato a sentirsi dire le cose quattro volte, magari le prime tre ripetizioni non sono sufficienti affinché lui comprenda –. Ciononostante, in nome e per conto del Movimento Belìce Trasversale mi impegno a farmi carico di tutte le istanze del nostro scopritore di magagne e informatissimo lettore “grillo parlante”; prendendo spunto dal suo commento, pieno zeppo di pietre lanciate e mani nascoste, elenco nell’ordine:
– I.M.U.: fermo restando il fatto che mi pare si sia pubblicato qualcosa in merito sul nostro blog, scrivici esattamente qual è la problematica che ritieni degna di attenzione in merito all’argomento;
– Autobus scolastici ed occupazione del municipio degli studenti: più che compreso la problematica diciamo che l’abbiamo interpretata, in ogni caso esplicita l’argomento cosicché possiamo avere più chiara la questione;
– Villa comunale sempre chiusa: questa affermazione è quella che hai espresso in modo più esplicito e meno sibillino, esattamente cosa ti piacerebbe sapere in merito?
– Dirigenze: Precisamente spiegaci a cosa alludi, cosa vorresti sapere che non sai, cosa nasconde questa sostantivo che non è immediatamente visibile?
– Pulizia del paese: fermo restando il fatto che mi pare non si sia rimasti in silenzio in merito all’argomento, esplicita più che puoi che tipo di intervento ti saresti atteso e non hai ricevuto;
– Costi del Premio Letterario 2012: Vuoi dire che sono eccessivi? Che sono stati mal spesi? Che non sono stati spesi? Che c’è sotto qualcosa? Che si poteva fare meglio? Spiegati un po’ di più e vediamo cosa intendi.

Non appena ci avrai spiegato tutto ciò che intendi, tutto ciò che vuoi sia reso pubblico, tutto ciò che vorresti fosse migliorato e le tue eventuali soluzioni in merito, allora e solo allora sarò io personalmente a chiedere le dovute spiegazioni al Sindaco Franco Valenti che, spero vivamente, voglia tenere fede al suo principale impegno elettorale di rendere la casa comunale un palazzo di vetro.
Dimenticavo, è ovvio e non c’è la necessita di questa specifica, ma auspichiamo che tutto ciò che tu vorrai inviarci deve essere sottoscritto da una persona reale e non da un “grillo parlante”, altrimenti ci verrebbe un dubbio: A chi attribuire l’appellativo di “piccolo piccolo piccolo piccolo”?

Grazie per le informazioni aggiuntive che vorrai fornirci,

11 pensieri su “Il Movimento e lo pseudo grillo

  1. giacomo giuffrida samonà

    Come commentare l’arguto (sic!) ” canto” del nostro ineffabile ed anonimo (forse) grillo, se non con la musichetta di un noto gingle di salumi e affini ? quindi……….” I GRILLI SONO TANTI // MILIONI DI MILIONI // DI GRILLI CRITICONI // C’E’ SOLO QUESTO QUA’ ” ..//////// P.S. E’ ovvio che il termine “CRITICONI” possa essere sostituito a piacere del lettore, secondo il suo sentire; l’importante è rispettare la rima in “ONI”.

  2. grillo parlante

    Non conosco il sig. Giacomo Giuffrida Samonà, ma sicuramente dal cognome non è un cittadino margheritese, ed anzi sembra appartenere a qualche famiglia che non ha in questo momento problemi economici. Caro sig. Samonà io come rima ad ONI metto barbONI!!!! L’aumento dell’IMU e il pagamento del 20% per gli studenti pendolari sono le uniche due iniziative che questa amministrazione ha adottato nei primi sei mesi di mandato e hanno contribuito a fare diventare i margheritesi simili a barboni. In molte case non si riesce più a campare e i cittadini di Santa Margherita dovrebbero conoscere tutte le spese che questa amministrazione ha sostenuto negli ultimi mesi. Conoscere i costi del Premio letterario è un diritto di tutti i cittadini ed io non ho letto in nessuna parte di questo blog il rendiconto, mentre le denunce che puntualmente partivano da qui sono state invece trasformate tutte in CARTOLINE!!!! Come se all’improvviso il nostro paese sia diventato un paese “normale”, dimenticando la sporcizia che si accumula lungo le strade, le discariche abusive, i parchi e le ville sempre chiuse, la disoccupazione, e tutte le spese inutili tra cui le dirigenze agli impiegati del comune! Non sapere rispondere alle mie domande fatte nel mio post motivando il fatto che non era firmato, è semplicemente impotenza. Il mio post invece voleva dimostrare l’appiattimento che c’è nei “redattori” di questo blog, un tempo considerato come l’unica voce dell’informazione margheritese e che invece ora è diventato il Blog delle cartoline. Caro Giuseppe Milano, che hai firmato l’articolo a nome del Movimento, quella sopra è una risposta piccola, piccola, piccola ,piccola!!!!! Ragazzi (?) è vero che chi firma mette anche la faccia, ma se continuate così la faccia comincerete a perderla e vi ritroverete tra quattro anni e mezzo “sfigurati”!!! Grillo Parlante

  3. Pinocchio

    Se trovo la tenaglia al grillo gli tiro fuori il vero nome… in fondo brucia pedere…come brucia non continuare a stare dentro la stanza con il tv al plasma … e la monblanc !!!

    1. mangiafuoco

      pinocchietto pinocchietto, adesso ci sei tu nel paese dei balocchi, stai attento, stai molto attento che poi ti crescono le orecchie!!

  4. giacomo giuffrida samonà

    Per Grillo Parlante .– A risposta tutto sommato cortese ed articolata, mi sembra giusto dare un seguito che sia chiaro ed altrettanto articolato. Inizio col dire che se non Margheritese, sono però cittadino Montevaghese, che molti amici e conoscenti ha nella cittadina del gattopardo, che ho peraltro sempre frequentato sin da giovane, e della quale conosco, anche se non dettagliatamente i problemi, comuni, peraltro, per grandi linee a quelli dei paesi circostanti. Per quanto riguarda l’appartenenza ad una famiglia caratterizzata dal ” non aver problemi economici”, prendo la frase come un augurio, spero sincero, per tempi migliori, visto che al presente, come quasi tutte le famiglie, daltronde,”si cala a pignata” ma non si sà quello che ci si mette: Chiusa questa premessa, e venendo ai contenuti delle osservazioni grillescamente poste, si può in buona parte concordare, ma indagandone le “cause a monte”, che non credo ascrivibili a cattiva volontà dei sindaci, delle giunte o delle opposizioni, quanto ai TAGLI drastici imposti da Governo Centrale (MONTI) che per sanare il bilancio nazionale ha imposto al Paese tutto una riduzione ferrea anche dei trasferimenti di somme ai comuni che si son trovati, potremmo dire dalla sera alla mattina, a fronteggiare un sistema amministrativo che si reggeva in buona parte sulle contribuzioni e provvidenze statali.In sostanza una cura da cavallo che però, alla luce dei fatti, sembra rischiare di ammazzare lo stesso cavallo che si vorrebbe salvare !. I problemi dell’amministrazione Valenti sono, fatti i debiti distinguo, sostanzialmente simili a quelli dell’amministrazione Impastato a Montevago o Botta a Menfi,o Di Paola a Sciacca, per fare degli esempi. A peggiorare il quadro, non dimentichiamo la pessima ed inesistente attenzione che per cinque anni il passato governo (???) regionale di Lombardo,(fortunatissimamente) uscito di scena, ha riservato a queste nostre zone della Sicilia occidentale, ed improntato a tante “promesse” ed a nessuna, o quasi, mantenuta realtà. Una per tutte i famosi fondi per il completamento e definitiva chiusura della ricostruzione,(o almeno parte degli stessi), sbandierata più volte e mai concretizzatasi. Per tacere dei famosi Fondi europei e piani di investimento locali, (agricoltura, turismo, terziario, etc) che quì non si son quasi mai visti, se non a spizzichi e bocconi, più un osso tirato al cane, che vera volontà di fare uscire queste zone dall’impasse socio-economico che le stringe ormai da troppo tempo. Quindi che devono fare a sto punto i nostri sindaci ? O vanno a Lourdes, in attesa di un improbabile miracolo, o devono friggersi col poco olio che hanno a disposizione. Non mi sento in realtà di condannarli, visto il periodo storico-sociale ed economico che si attraversa, se si appigliano alle pochissime risorse locali inasprendo una leva fiscale-impositiva per far cassa, che se odiosa a tutti è purtroppo l’unica alternativa alla bancarotta più totale.Unica speranza, e lo dico sommessamente, è che il nuovo governo regionale, capeggiato da Crocetta, apparentemente ancora libero da logiche strettamente partitiche e di bottega,riesca a stabilire finalmente un dialogo serio e costruttivo con Roma, e con l’Europa, con la quale ormai dobbiamo fare i conti e confrontarci, non col “cappello in mano ” ,ma da pari a pari per quanto possibile sia, contribuendo a far uscire la Sicilia, ed i nostri paesi, dal cul de sac recessivo in cui la precedente amministrazione regionale l’aveva confinato. Quindi non spariamo a zero sulle amministrazioni locali, magari per interessi personali, ma cerchiamo tutti, se possibile, e nel nostro piccolo, di portare un aiuto fattivo e non disfattista ai nostri paesi, con le nostre idee, le nostre critiche, ma senza inutili e controproducenti astii.
    Giacomo Giuffrida Samonà

    1. grillo parlante

      Ringrazio il Sig. Giuffrida per le spiegazioni, ma le assicuro che già conosco i problemi economici che stanno interessando l’Italia e conseguentemente anche tutti i Comuni. Però in una famiglia quando c’è crisi, un genitore taglia tutte le spese superflue, eliminando gli sprechi e cercando di contenerle. I cittadini di Santa Margherita di Belice in questo momento non sentivano la necessità di realizzare un Premio Letterario di questa portata e sarebbe contenta di conoscere dal Gatto e dalla Volpe e da Mangifuoco che muove tutti i burattini (Pinocchi) i costi che sono serviti per la realizzazione. Purtroppo mio padre non lavorava nella stanza dei bottoni e tutte le mattine si alzava alle cinque per andare a lavorare ritornando a casa alle sei del pomeriggio e dopo trentanni di contributi viviamo in una casa in periferia con quattrocentocinquanta euro di pensione al mese! Noi non non abbiamo la banca ne in casa ne sotto casa e pertanto non avendo avuto la possibilità economica di mandarmi all’università , fin da piccolo sono stato abituato a lavorare! Non ho un plasma ne ho mai posseduto una monblanc, e solo da pochi giorni ho comprato una tv LCD (consumano e costano poco) a causa di un guasto al mio vecchio CRT !!! Purtroppo leggere ancora dei post in cui a distanza di sei mesi si parla di vittoria di un sindaco e/o di sconfitta dell’altro è desolante, anche perchè secondo me il nostro paese in questo momento ha bisogno di unione e cure da parte di tutti e non di feste e festini! Saluti e a risentirci ……Grillo Parlante

  5. grillo parlante

    Ringrazio il Sig. Giuffrida per le spiegazioni, ma le assicuro che già conosco i problemi economici che stanno interessando l’Italia e conseguentemente anche tutti i Comuni. In una famiglia quando c’è crisi, un genitore taglia tutte le spese superflue, eliminando gli sprechi e cercando di contenere le spese. I cittadini di Santa Margherita di Belice in questo momento non sentivano la necessità di realizzare un Premio Letterario di questa portata e sarebbe contenta di conoscere dal Gatto e la Volpe e da Mangifuoco che muove tutti i burattini (Pinocchi) i costi che sono serviti per la realizzazione. Purtroppo mio padre non lavorava nella stanza dei bottoni e tutte le mattine si alzava alle cinque per andare a lavorare ritornando a casa alle sei del pomeriggio e dopo trentanni di contributi viviamo in una casa in periferia con quattrocentocinquanta euro di pensione al mese! Noi non non abbiamo la banca ne in casa ne sotto casa e pertanto non avendo avuto la possibilità economica di mandarmi all’università fin da piccolo sono stato abituato a lavorare! Non ho un plasma ne ho mai posseduto una monblanc, e da pochi giorni ho comprato una tv LCD a causa di un guasto al mio vecchio CRT !!! Purtroppo leggere ancora dei post in cui a distanza di sei mesi si parla di vittoria di un sindaco e/o di sconfitta dell’altro e desolante, e secondo me il nostro paese ha bisogna di unione e cure da parte di tutti e non di feste e festini! Saluti e a risentirci ……Grillo Parlante

  6. giacomo giuffrida samonà

    per “para cul de sac”—- Visto che ti piacciono le rime ……..gustati queste : Se ” l’anonimo” riPara// chi argomenti non ne ha // le tronzate che quì sPara // contro lui si torceràn // E se poi c ‘insiste ancora // ammucciatu n’ta un pitruni // ci farà na gran fiura // di grandissimu cu…….ni //. Morale : vedi che si ottiene a non avere il “coraggio” di metterci la faccia firmando le proprie idee ???????

  7. PeppeMilano

    Rispondo con cortesia al “grillo parlante” che ha avuto l’accortezza di continuare a commentare il nostro post: continuo a rispondere io, viste anche le allusioni al sottoscritto…
    Ritengo che le offese sono gratuite, ma le argomentazioni mi sembrano valide…
    Avrei/avremmo fatto volentieri il tuo portavoce se tu l’avessi voluto, così stando le cose e viste le risposte che meritano le tue riflessioni, ti suggerisco di inviare una mail al seguente indirizzo:
    [email protected]
    Il sindaco, figura istituzionale di riferimento per il cittadino, dovrebbe darti le delucidazioni che chiedi.
    Saluti

I commenti sono chiusi.