22 pensieri su “Comizi: primo turno

  1. miki73

    VOTA ANTONIO VOTA ANTONIO…..

    IL MIO SLOGAN E’……PIU’ LAVORO PER TUTTI….MARGHERITESI FATE QUALCOSA….FATTI NO PRUGNETTE.

    SCUSATE LA MIA FOGA …MA SECONDO ME…DOPO LE VOTAZIONI DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE SARA’ TUTTO UGUALE…CIOE’ I GIOVANI E NON…CHE EMIGRANO E NON RITORNANO PIU’,FERMATE TUTTO QUESTO E VEDRETE CHE S.MARGHERITA RINASCERA’ MEGLIO DI PRIMA.

    IL PEGGIO CHE PUO’ CAPITARE E’ CHE S.MARGHERITA DI BELICE..SCOMPARIRA’ DALLA CARTINA GEOGRAFICA SE SI CONTINUA A SBAGLIARE COME NEL PASSATO.

    IL PENSIERO DI UN VOSTRO COMPAESANO EMIGRATO.

  2. sxgiovanile

    caro Miki hai sicuramente ragione quando parli di lavoro come una priorità. In questo periodo ci sono candidati che urlano di far aumentare il lavoro quando saranno sindaci. Però, finora hanno gestito una cantina che oggi è sull’orlo del fallimento. Ezio Barbera ci ha informati dell’esistenza di bandi regionali, i diretti interessati avrebbero dovuto sapere e, magari, anche essere già operativi. Questo produce lavoro non la venuta di Capodicasa a Santa Margherita, nè una bacchetta magica che non esiste. Speriamo che i margheritesi se ne rendano conto.

    Anna Carmen Armato

  3. utente anonimo

    Buona sera. Io sono Nino Gulotta, esercito la professione di avvocato e sono legato a Santa Margherita da un vincolo affettivo e familiare. Intervengo in questo blog perchè gioni prima, mentre ero in autostrada, mi ha telefonato un mio caro amico dal paese e mi ha riferito che era stato rilasciato proprio in questo blog un messa, con precisione il 23 aprile alle ore 11 di sera, in cui veniva citato negativamente mio padre , l’ on. dott. Gaeta Gulotta scomparso il 27.09.1997. Mi sono messo in contatto subito con il mio amico Vito( colgo l’occasione per scusarmi di nuovo pubblicamente con te per non averti riconosciuto quando ci siamo incontrati alla prima riunione del movimento dopo tanto tempo) e mi ha confermato il testo del messa. Anzi è stato lui a dirmi che è stato citato mio padre in senso negativo. Il messa era firmato da una tale Mary e sosteneva che mio padre era solito fare teatri nei comizi. Non sono al corrente se si tratta di un uomo o di una donna. Di certo è un/a lurido/a fetente. Ora, che la competizione politica debba essere forte, basata su piani politici conflittuali, su personalismi( io dico fino a un certo punto ), posso anche capirlo, ma mettere in mezzo una persona che è deceduta da tanto tempo, che è stata tolta all’affetto mio e della mia famiglia, allora Mary o come diavolo ti chiami sputati in faccia la mattina quando ti alzi e continua a farlo per tutta la giornata. Siamo scesi proprio in basso, ragazzi. Veramente! Ebbene, a questo tipo di letame ambulante che si è firmato Mary informo chi è stato mio padre nell’arco della sua vita e quello che ha fatto.Mio padre all’ età di 32 anni, nel 1958 è stato presidente dell’ordine dei medici di Palermo, il più giovane d’Italia in quell’epoca. Dal 1960 al 1983 sindaco di Santa Margherita; deputato regionale e assessore regionale alla sanità; presidente dell’U.S.L. di Sciacca. Ma era innanzitutto un medico , riconoscuiuto da tutti eccellente.Ha avuto un ruolo rilevante di dirigente nazionale del partito, nella sua vita si può dire anche che è stato medico personale di Pietro Nenni. Nell’arco della sua vita professionale nessuno ha lasciato mai allo studio medico UNA LIRA, anzi capitava spesso che l’ammalato usciva con i soldi in tasca per comprare le medicine e curarsi a nome suo GRATIS nelle migliori cliniche d’Italia. La fila di ammalati era infinita. Non ti dico gli innumerevoli posti di lavoro che mio padre ha dato a concittadini di Santa Margherita: al comune, uffici del personale, ufficio tecnico, infermieri negli ospedali, medici nel Policlinici di Palermo, alla Regione . Tutto senza avere e chiedere in cambio nulla. Questo è il curriculum di mio padre, dall’animo e dalle mani pulite e assolutamente una vita spesa per gli altri, praticando la sua fede socialista. Fino ALL’ULTIMO RESPIRO. Poi è capitato che qualche fetente come te ha rinnegato tutto il bene che mio padre gli ha fatto e siamo andati sempre dritto per la nostra strada, operando sempre in modo pulito, con animo pulito. Ricordo che qualche giorno prima che lui ci lasciasse vi fu una riunione di socialisti e tra alcuni si fece avanti una ragazza che sosteneva che il nuovo partito socialista doveva rinascere senza il vecchio e il vecchio modo di fare politica. Il riferimento era ovviamente rivolto a mio padre e gli amici più intimi nostri si alzarono e se ne andarono. Li ringrazio ora dopo tanto tempo per quel gesto di solidarietà. Oggi provo solo pena per quella ragazza. Apparteneva a quella schiera di persone che entrava e usciva da casa mia a chiedere e ottenere.

    Mi dispiace che mi sono dilungato , ma ho dovuto precisare alcune cose e rispondere a questa/o animale. Per il resto non muovo un passo dalla mia decisione di stare con Valenti e con i ragazzi del movimento. Che campagna ragazzi! Da vomitare se tutti si rivolgono così con gli altri. Io , ripeto, sono con voi, contro l’odio di alcuni, contro l’invidia, contro l’opportunismo e di tutto ciò che è come questa/o Mary. Vi saluto amici miei, ciao Onoro, Andrea, Anna, Filippo, Antonio, Vito. Vito, ci sentiamo dopo. Scusate di nuovo per l’intrusione. A presto. Nino Gulotta.

  4. utente anonimo

    Suvvia… sono tornato… manco una settimana e quando torno trovo che ci hanno clonato… giovani liberi! Capisco che dovevano colmare una lacuna incrdibile gli altri due candidati, tipo essersi dimenticati che il loro futuro sono giovani e non le loro belle facce… ma clonarci… vabbè, fate pure, tanto noi non potete clonarci… tenetevi i vostri ragazzi prodigio, noi umilmente ricominciamo a lavorare, cosa ch facciamo da più di tre mesi… ad majora..

    benny

  5. utente anonimo

    Con questo post intendo chiarire alcune posizioni e chiedere scusa a chiunque si sia offeso con il mio post iniziale.

    Innanzitutto mi dispiace che molte cose del mio post sono state fraintese al tal punto, tale da offendere alcune persone, ma purtroppo a volte scrivere diventa difficile e se non fatto bene puo contenere delle insidie.

    in riferimento a Gulotta di cui parlavo sopra riferendomi alla vecchia politica alla maniera di Gulotta, intendo precisare che non era una offesa, ma solo una costatazione del fatto che i vecchi comizi, a differenza di quella di ora più moderata e pacata (a volte), i toni erano piu accesi, gli scambi e i dibattiti erano piu accaniti e a volte (teatrali) proprio come ho detto, ma non intendevo offendere nessuno divendo questo.

    La Teatralità della cosa non è negativa se non offensiva.

    Quindi se l’Avv. Gulotta si è offeso mi dispiace e tengo a precisare che non era mia intenzione.

    Staro più attenta e scriverò cercando di esprimere meglio i concetti.

    Riguardo ad Ivan, mi dispiace che qualcuno stia strumentalizzando la cosa, ho detto “ecco la sua ricompensa”, ma non parlavo in termini economici, ma in termini anche di possibilità nel farlo, non voglio fare capire che sono stati presi soldi per la pubblicazione del libro, perchè non è vero.

    Mi dispiace per Ciaccio, ma era li, leggeva, e conoscendo le sue capacità no ne aveva bisogno, mi è sembrata una forzatura, anche il modo di scontrarsi con il movimento trasversale, non c’è bisogno di accanirci tra di noi giovani in questo senso.

    Poi Giorgio è stato pesante, ha detto frasi del tipo “MI DISPIACE CHE I VOSTRI GIOVANI HANNO COSI IN UN TRATTO RINUNCIATO AL LORO FUTURO” “SONO DEGLI OTTANTENNI……”

    certo se uno commenta questa frase scritta cosi come lo è stata detta in un contesto Blog potrebbe capirla in vari modi, più o meno contestabili.

    Quindi siccome sono moderata, porgo le mie scuse a chi si è offeso, e mi riservo di stare piu attenta nello scrivere, sforzandomi di esprimermi al meglio.

    MerryG

  6. utente anonimo

    Chi ha piu’ di 30 anni sicuramente ricorda i “mitici” comizi dell’On. Gulotta. Solo adesso, dopo circa 25 anni sto vedendo lo stesso afflusso di persone in piazza. Anni fa i comizi si svolgevano sotto la vecchia baracca del Municipio, proprio di fronte all’Ufficio Postale. La teatralita’, le metafore e il linguaggio “vivace” resteranno nella storia. Una persona del genere non si puo’ di certo dimenticare.

    Un plauso a Nino Gulotta che, pur esagerando nei toni contro la ragazza, ha avuto il coraggio di ricordare la gestione poca trasparente del famigerato concorso dei vigili urbani!!!!

    KennyG

  7. utente anonimo

    Santa Margherita di Belice, dovrebbe almeno dedicare una strada all’Onorevole Dott. Gaetano Gulotta, persona prima che politico amico di tutti i margheritesi. Sentiamo tutti la sua mancanza, e quando scrivo tutti, includo anche quelle persone che il giorno lo “sparlavano” e poi la sera andavano a casa sua a chiedere aiuto. E Lui puntualmente, senza guardare a quale partito appartenesse, si metteva gratuitamente a disposizione. Caro Nino Gulotta, devi solo essere orgoglioso di avere avuto un padre così, così come lo sono anche io, che ho avuto la fortuna di conoscerlo.

    C.G. Un vecchio socialista.

  8. miki73

    VI RICORDATE DI MARTELLI… CHI LO HA FATTO VENIRE A S. MARGHERITA?

    TUTTI DICEVANO …CHE ERA UNA BUFALA….MA IN REALTA’ HA FATTO IL SUO DISCORSO..ANCHE SE A FATTO UNA GAFF …NON SI RICORDAVA IL NOME DEL PAESE.

    COMUNQUE UN GRAN SOCIALISTA.

    ADESSO COME SANNO TUTTI SI DEDICA ALLA TV.

    CIAO UN SALUTO DA UN MARGHERITARO.

    MIKI73

  9. utente anonimo

    Buona giornata. Prendo atto della precisazione effettuata da Mary, mi rendo conto, dopo la specificazione del suo intervento, della sua buona fede. Considero il discorso chiuso, ma chiunque fosse stato al mio posto sarebbe diventato una belva. Ok. Chiarito. Tutto a posto. Si, è vero tanti anni prima c’era più passione, più animo, più creatività. Mi piacerebbe tanto se si ritornasse con questo spirito. Sempre, però, considerando l’avversario politico come tale e non come un nemico.

    All’autore del messa successivo delle 2:51 del 28.04.07 , dico 1) che non intendo giustificarmi per i toni esagerati che ho usato, vorrei vedere chiunque avere toccato un padre che è scomparso; 2) che non ho parlato per nulla del concorso dei vigili, sig. Kerry. Anche in merito, se ne vuoi sapere nulla da rimproverare, trasparenza o poca trasparenza non mi importa niente, anche questo è stato l’ultimo atto compiuto in assoluta buona fede. Per il resto ti ringrazio per non avere dimenticato i comizi di una volta.

    Ci vediamo più tardi. Ciao Vito, Andrea, Antonio e agli altri.

    E ciao anche a Mary e kERRY.

    Nino Gulotta.

  10. utente anonimo

    Scusate. è Kenny e non Kerry. Mi scuso con l’interessato e con gli altri.

    Nino Gulotta

  11. utente anonimo

    Kerry, ti ringrazio per non avere dimenticato mio padre. Scusami se non ti ho ringraziato nel messa precedente. Spero di conoscerti e di vederti presto.

    Nino Gulotta

  12. utente anonimo

    Caro Nino Gulotta, lo so benissimo che non hai parlato esplicitamente del concorso dei vigili. Non si puo’ negare pero’ che fare gestire un concorso che avrebbe cambiato la vita a 10 famiglie ad uno staff di margheritesi, On. Gulotta compreso, è stato un errore. Ho avuto modo in quella situazione di assistere alla spartizione (e, credimi! l’ho vissuta dall’interno, forse piu’ di Te!) dei posti in base alla famiglie/gruppi politici etc etc. Si è assistito a scambi di elaborati e tante altre cose che lasciano di sicuro una piccola ombra sul tuo grandissimo genitore. In quel periodo (oggi è cambiato qualcosa???) la gestione dei posti era fatto in un certo modo e quindi non ci fu “anomalia” in base alle successive rimostranze dei candidati esclusi. Sulla carriera medica, invece, nulla da eccepire: il Dott. Gulotta aveva un intuito supportato dalla conoscenza che ha salvato molte vite umane.

    PS. Spezzo una lancia a favore dei “nostri tempi”. Credo che quest’anno si stia vivendo una delle piu’ belle campagne elettorali degli ultimi 30 anni…. speriamo che non si guasti il clima di lealta’!

  13. utente anonimo

    Caro Nino Gulotta, dopo avere letto quello che hai scritto e dopo avere conosciuto tuo padre posso affermare che quello che hai scritto risponde perfettamente alla verità. Tuo padre è stato un grande uomo, un grande politico ed ha rappresentanto sempre per noi di santa margherita un punto di riferimento certo e sicuro. Si è speso a favore della cittadinanza, era animato di un fervore politico che pochi oggi hanno. E’ stato un grande della vera politica. Ritengo che,proprio per quello che ha rappresentato per il nostro paese,per il suo spessore politico per le doti di disponibilità umana, merita, senz’altro, la intitolazione di una strada nel suo amato paese. Mi congratuto per la tua vicinanza al candidato Valenti la cui serità e capacità non può essere disconosciuta da nessuno. Un cittadi

  14. utente anonimo

    cari amici del movimento vi faccio notare che gli audio da voi allegato all’intervento che io stesso sto commentando, hanno superato il limite di download e non sono + scaricabili, vi prego di riupparli tutti e tre cosi da permettere a chi non avesse usufruito del servizio comizio in differita che avete offerto, di ascoltarli…grazie mille

    Vikkio

  15. dxgiovanile

    caro Benny, ci stiamo attrezzando per mettere online le registrazioni audio e video dei comizi, tra cui quello del traditore Calasanzio. Ma ti consiglio anche di non perdere quelli del gentil sindaco Mangiaracina.

    Stammi bene!

    Vito Antonio Augello

  16. utente anonimo

    dopo le elezioni torneremo ad essere tutti cittadini di S.M.B e state tranquilli ke chiunque vinca traterà i giovani senpre allo stesso modo,non tenendoli in cosiderazione,e facendo gli interessi propri e non quelli dalla comunità quindi non litigate x lapolitica xke non vi da piu di tanto,e alla fine solo chi cià santi in paradiso andrà avanti,tutti gli altri resteranno senpre a guardare

  17. utente anonimo

    Caro sig. KennyG… pensa di avere detto qualcosa di nuovo, di avere fatto una cosa contro lo sporco sistema parlando di ? Il sistema c’è, c’è stato, e forse ci sarà, non mi piace come funziona ma non si combatte certo come fà lei… mettendo in dubbio la regolarità di un concorso svoltosi più di 15 anni fa…Ma poi con quale scopo? Per continuare il gioco al massacro dei margheritesi? Per creare ulteriori contrasti nel tessuto sociale? Con tutti i problemi che ha il nostro paese (Disoccupazione, Tasse, Sprechi, Scarso sviluppo economico…) poco ci importa come siano stati assunti i vigili, ci dovremmo interessare semmai che lavorino ma non solo loro ma tutti i remunerati comunali nessuno escluso (consulenti,esperti,dirigenti..). e non lamentarci se posteggiamo in mezzo alla strada e ci fanno la multa (sintomi di una diffusissima mancanza di senso civico, di rispetto degli altri e della legalità).

    Cordiali saluti

    Pietro Stuvesanti

I commenti sono chiusi.