Archivio della categoria: – SMB out

Lavori pubblici margheritesi bloccati: Palazzo Scaminaci

palazzo scaminaciUn altro, palazzo storico margheritese che ha visto l’inizio dei lavori  e mai la loro ultimazione è il Palazzo Scaminaci, anch’esso in via Collegio dietro la Palizzata.
Chissà cosa sarà successo dopo qualche giorno di lavoro, visto che l’impresa edile è scappata quasi subito lasciando anche le impalcature montate.
Speriamo che prima  o poi possiamo veder completato anche questo palazzo ed utilizzato dai margheritesi Continua a leggere

Lavori pubblici margheritesi bloccati: Palazzo Perricone

palazzo perriconeContinuiamo a discernere sui lavori pubblici margheritesi bloccati, con bei soldoni già spesi e senza ultimazione dei lavori. In verità, in questo caso l’opera di ristrutturazione era stata completata, ma l’inconsapevolezza delle amministrazioni e l’insensibilità di qualche concittadino ha nuovamente rovinato tutto, ha reso il palazzo non più terremotato ma abbandonato e deturpato. Continua a leggere

Fratte e verdure a km zero a Santa Margherita Belìce

verdePer queste festività, ahinoi margheritesi non abbiamo approfittato nella preparazione dei nostri prelibati pranzi  e cenoni  vari della verdura fresca a chilometro zero che il Paese ci offriva. Speriamo adesso finite le mangiate che chi di dovere si dedichino alla pulizia del verde pubblico,  ridando il giusto decoro al nostro benamato Paese.

Continua a leggere

Le discariche continuano a crescere indisturbate a Santa Margherita Belìce

WP_000285 Nel mese di dicembre avevamo pubblicato un articolo, corredato da alcune foto, con cui denunciavamo la presenza di “piccole” discariche abusive di rifiuti, speciali e classici urbani, in C/da Itria (per chi non se lo ricordi, può trovare l’articolo in questione qui).

Oggi, pubblichiamo una foto di una di quelle discariche abusive, di come si presenta agli occhi odierni. Continua a leggere

S.Margherita: Piccole discariche crescono

Abbiamo ri-fatto un giro per le vie del paese e per quelle limitrofe e dobbiamo rilevare che niente è cambiato. La spazzatura, lì dov’era, è.

Ci sono cumuli tra le case diroccate del paese vecchio nella via dietro la Palizzata e anche nelle vie più interne, sempre del paese vecchio. Ci sono cumuli in C/da Luni e in C/da Giacheria.

Adesso sta nascendo una vera e propria discarica in C/da Itria.
Continua a leggere

S.Margherita: si è smarrito un mercato

Si è smarrito un mercato; chiunque avesse sue notizie è pregato di contattare il Comune di Santa Margherita di Belìce al numero 0925/30200!
Stiamo parlando del famoso Mercato degli agricoltori!
Siamo coscienti del fatto che il Mercato degli agricoltori, sin dalla sua nascita, non sia mai stato un grande volano per l’agricoltura. Ciò anche per la cattiva gestione di tutto l’apparato. Ma ciò di sicuro non giustifica la sua totale scomparsa, nel silenzio generale, senza una giustificazione, più o meno logica.
Parliamo un po’ della sua storia. Continua a leggere

Altre palme da seppellire a Santa Margherita Belìce

Purtroppo l’azione del Punteruolo Rosso visto che non è mai stato contrastato realmente continua a mietere altre vittime. Come si può vedere dalle foto e camminando per le strade del Paese altre palme devono essere seppellite… speriamo che adesso però non si utilizzi la pala meccanica per farlo.
Continua a leggere

Nessun atto vandalico in P.zza Loi… ma il resto?

Riceviamo da Francesco Sciara, un breve comunicato di chiarimento sulla questione delle panchine in Piazza Emanuela Loi.
L’amico Francesco ci scrive questo: Le panchine di piazza Emanuela Loi sono in manutenzione. Nessun atto di vandalismo, dunque, come erroneamente pubblicato oggi su questo sito. L’intervento di manutenzione sulle panchine di piazza Emanuela Loi è stato attivato dall’Ufficio tecnico comunale guidato dall’Ing. Aurelio Lovoy. Continua a leggere

Santa Margherita: turisti disinformati!

Abbiamo ricevuto nei giorni una strana segnalazione.
Sul portale Youtube circola un video fatto circa un anno fa in cui un turista, trovandosi a Santa Margherita di Belìce, con le sue parole, sembra legare la presenza delle rovine del “Paese Vecchio” a dei bombardamenti subiti nel 1968.
Sembra così anche a voi?

Ecco qui il video in questione:
Continua a leggere

Museo della Memoria, vergogna a Santa Margherita.

Mentre i nostri amministratori amministrano, si fa per dire, ecco che fine fanno i pezzi importanti del nostro patrimonio.
In questa foto ci sembra di trovare le ragioni di 5 anni di opposizione extra-consiliare ad un esecutivo monco di idee, di giovani risorse (e quelle che c’erano… lasciamo stare, che è meglio), di competenze e di intelligenze.
Continua a leggere

S.Margherita di Belìce: il campo sportivo “bombardato”

sequestro-300x235Riceviamo e pubblichiamo un articolo di Francesco Sciara, già pubblicato sul numero di dicembre de L’Araldo, corredato da alcune eloquenti foto, sullo stato del campo sportivo.

Si è chiuso il girone d’andata del campionato di seconda categoria che vede impegnata la Polisportiva Gattopardo di Santa Margherita di Belìce.
Dopo due vittorie consecutive, ottenute tra le mura amiche, è arrivata la sconfitta, per 4-1, sul terreno di gioco della Nuova Sancis. Le due precedenti vittorie casalinghe erano state ottenute contro il Giovane Campobello e contro la capolista Don Orrione.  Un gol dell’attaccante Francesco Gulotta aveva consentito  di superare il fanalino di coda, del girone A, rappresentato dal Giovane Campobello. Sempre tra le mura amiche, la formazione bianco – rossa era stata artefice di una bella vittoria contro la capolista Don Orione.  Anche in questo caso vittoria  per 1-0 con  gol vincente realizzato dall’attaccante Ino Augello che ha finalizzato un preciso assist di capitan Calogero Montalbano.

La prima fase del campionato si è chiusa con un turbine di avvicendamenti sulla panchina della Gattopardo che hanno generato una certa confusione in seno alla squadra. Tutto è iniziato con la decisione di mister Antonio Grafato  di lasciare il ruolo di allenatore per dedicarsi esclusivamente a quello di dirigente. A questo punto, gli stessi giocatori avevamo concordato di affidare il compito di allenare la squadra al duo Calogero Montalbano-Calogero Ingrasciotta.
Ai due veterani giocatori locali, successivamente, era subentrato Damiano Cucchiara,  ex giocatore della Gattopardo. Nell’ultima partita contro la Nuova Sancis, la panchina è rimasta scoperta e un certo malumore e nervosismo si è registrato in seno alla squadra.
A questo punto, in vista del girone di ritorno, se si vuole risalire la china in classifica e se si vuole puntare ad entrare in zona play-off appare necessario che la squadra sia affidata ad un allenatore esperto e motivato. Voci provenienti dagli spogliatoi e dalla tifoseria indicano in Salvatore Nieli, ex giocatore e allenatore della Gattopardo, e in mister Roberto Gaudino, attualmente allenatore del Giuliana, come i più accreditati a prendere le redini della panchina bianco – rossa.  
In attesa di conoscere gli sviluppi, al giro di boa del torneo la Gattopardo si trova a centro classifica. Dopo undici giornate disputate, il tabellino dei risultati regista: 14 punti conquistati, 4 vittorie, 2 pareggi e 5 sconfitte. Le reti realizzate sono 11, quelle subite 18.
La classifica del girone A è piuttosto corta e vede diverse squadre ai limiti della zona play-off.  Che rappresenta, appunto, l’obiettivo della compagine calcistica margheritese.
E mentre la Polisportiva Gattopardo cerca il rilancio in classifica le condizioni dell’impianto sportivo, nel quale disputa le partite casalinghe, presentano evidenti ed incresciose situazioni di degrado e di abbandono. Riscontrabili nella pista di atletica, negli spogliatoi, nelle tribune, e, soprattutto, nei bagni destinati al pubblico che sembrano essere stati distrutti da un pauroso terremoto o da un pesante bombardamento.
Dovunque regna il degrado e la distruzione. Suppellettili divelte, porte e finestre “sfondate”, vetri in frantumi, sanitari fatti a pezzi. Una totale e indecorosa distruzione perpetrata da vandali che sembrano scorazzare  indisturbati. Senza che nessuna vigilanza e nessun intervento venga operato da chi di competenza. Eppure, tanti soldi pubblici sono stati spesi. Oggi, purtroppo si può affermare sono stati buttati al vento.  
E nessuno si indigna. Nessuno vede niente. Meglio girarsi dall’altro lato e non evidenziare i problemi del paese e della collettività. Una situazione di una gravità  inaudita. Una situazione vergognosa. Eppure, la struttura sportiva è frequentata da tanti sportivi. Molti dei quali ragazzi e bambini che ci vanno a giocare. Tante persone frequentano l’impianto sportivo per andare a correre. Tanti tifosi, provenienti dalla provincia di Palermo e di Trapani, vengono al seguito delle loro squadre che affrontano la Gattopardo.
Che bel biglietto da visita.
Che bella accoglienza viene riservata agli ospiti: “Prego, per i vostri impellenti bisogni potete pure andare in mezzo all’erba e alle fratte che circondano l’impianto”.
Non si sa per quale misterioso motivo i margheritesi sembrano non volere vedere questo stato di cose.
Nell’attesa, noi de “L’Araldo” indignati e mortificati segnaliamo ed evidenziamo a chi di competenza e alla cittadinanza margheritese questo stato di cose.
Tuteliamo le nostre cose.

web-Locandina-Sogni-doro

web-Locandina-Sogni-doro

 

web-Locandina-Sogni-doro

 

web-Locandina-Sogni-doro

 

web-Locandina-Sogni-doro

 

web-Locandina-Sogni-doro

Rangers d'Italia: le foto della discarica di amianto

repoQualche giorno fa abbiamo pubblicato l’articolo di un quotidiano in cui si parlava di una segnalazione effettuata dai Rangers d’Italia Nucleo di Santa Margherita e Montevago, su una discarica abusiva di amianto nel territorio di Santa Margherita di Belìce. Continua a leggere

Rangers d'Italia: discarica abusiva di amianto a Santa Margherita di Belìce

Riceviamo dai Rangers d’Italia Nucleo di Santa Margherita & Montevago e pubblichiamo l’immagine di un articolo di giornale su una discarica abusiva di amianto nel territorio di Santa Margherita di Belìce. Segnalazione Discarica Abusiva Di Eternit

Reportage Fotografico: Rifiuti al "paese vecchio"

repoDopo aver visto le cataste di amianto, sorte in giro per il nostro territorio, oggi mostriamo come si presenta parte del nostro “paese vecchio” terremotato. Degrado su degrado.
Non basta aver abbandonao del tutto, i ruderi delle vecchie case, le vie caratteristiche e i vari ricordi, ante sisma del 1968; alle erbacce e alle sterpaglie, si aggiungono i rifiuti. Continua a leggere

Reportage Fotografico: S.Margherita di Belìce piena di amianto

repoCome anticipato ieri, iniziamo oggi con un breve reportage fotografico del territorio margheritese, per far rilevare a chi già non lo sapesse che siamo letteralmente circondati da amianto, e anche per spingere qualche nostro amministratore particolarmente illuminato a darsi da fare per bonificare al più presto le nostre campagne, le nostre strade e le nostre periferie. Continua a leggere

Al giardino del campo delle palme morte – SMB

untitled1(2308) Ahinoi, continua l’inesorabile perdita di palme a Santa Margherita Belice. Perdite causate dal parassita rosso e dalla mai messa in opera di provvedimenti atti a tutelare le notre palme. Come vedete dalle foto tutte le palme che si trovano nel giardino adiacente al campo sportivo sono ormai morte. Continua a leggere

Un Cafè in sicurezza…ma quando mai. SMB

(2299) In questi anni ci hanno sempre detto che il Cafè House, era stato messo in sicurezza, in attesa di una ristrutturazione, in questi giorni, abbiamo potuto constatare che effettivamente era stato messo in sicurezza, ma oggi non lo è più, transenne divelte, pilonio a terra, le strutture soccorenti poi si presentano deteriorate dal tempo. Il cafe quindi non ci sembre più in sicurezza

Mercato dei fichidindia: vergogna!

piante%20di%20ficodindia(2297) Dopo 4 anni dell'amministrazione del Pane, Lavoro e Prospettiva, del sindaco di tutti, del sindaco sindacalista, del sindaco agricoltore, amico degli agricoltori, e dei suoi pupilli della sollevazione delle acque, del rilancio della zootecnia, del successo del fichidindia, noi abbiamo solo una parola: VERGOGNA!
Vergogna perchè dopo tutto questo tempo non si è ancora pensato di affrontare il problema del mercato del ficodindia.
Non c'è ancora un posto destinato solo allo scambio, non c'è nessun tipo di vigilanza e soprattutto, non c'è alcun tipo di tutela.
Abbiamo provato a fare un giro noi stessi in C/da Cannitello, dove ormai da decenni si vendono e si comprano ficodindia e siamo rimasti sconvolti. Una "gabbietta" di ficodindia, del peso approssimativo di Kg 20, viene venduta tra i 6 e i 10 euro.
6 euro!!
Ma come si rilancia il ficondindia con questi prezzi?
Vergogna!

Cosa avrebbe potuto fare l'amministrazione, ancora memore degli anni passati e dei prezzi passati: riunire tutti i produttori/venditori di ficodindia e provare a convincere tutti a remare dalla stessa parte, di imporre almeno un prezzo minimo più elevato, per salvarci dalla presa in giro dei compratori "estranei" che poi si rivendono il ficodindia a € 2, 3 e anche 4 al Kg.
A conti fatti, una gabbietta viene comprata a € 6/10 e viene rivenduta a oltre € 40/60.
Vergogna!

Inoltre, progettare la Sagra del ficodindia a fine stagione di produzione, come l'anno scorso e poi sentire l'Assessore al ramo lamentarsi in radio (in occasione della Fiera sulle onde di Radio Futura Network) che nessun produttore voleva portare ficodindia alla Sagra, è sconcertante. Quale ficodindia si doveva portare a stagione ormai finita? Quale rilancio deve avere una Sagra fatta quando ormai le fichidindia scarseggiano? I pochi "turisti" presenti, anche se avessero voluto, cosa avrebbe potuto comprare? Potevano al massimo ordinare le fichidindia per il prossimo anno! Noi da sempre diciamo che a Roccapalumba (PA) ci sanno fare. Qui sanno solo parlare! (e neanche questo a volte!)
Vergogna!
 
Ed infine, noi non siamo soliti a prendercela con i nostri compaesani agricoltori, già appesantiti dalla crisi della viticoltura e dell'agricoltura in genere, però stavolta vogliamo dirlo: Riflettete anche voi! Svendere a così basso prezzo, 6 euro, il nostro prodotto più tipico e raro… Ma ci rientrate delle spese con questi 6 euro??!?
Non solo vi impoverite perchè ci rimettete, ma per di più arricchite chi specula sul prezzo!

 
Siamo senza parole!

Il punteruolo va anche in chiesa a Santa Margherita Belìce

vox-populi-filmposter (2289) Dopo aver girovagato in lungo e largo per il paese, abbiamo constatato che il punteruolo rosso è andato anche in chiesa.
Ahinoi, anche le palme che adornavano il prospetto della chiesa di San Giuseppe sono state, prima colonizzate, poi infestate ed infine distrutte dal coleottero.
Adesso non resta che aspettare le pale meccaniche comunali che, anche in questo caso, facciano pulizia rimuovendo i relitti delle palme prima che anche gli ultimi esemplari rimasti indenni avranno anch'essi l' "opportunità" di essere colpiti e distrutti.

 

Il palo 331 è adesso sicuro – S. Margherita di Belìce

(2213) Ci sembra giusto e doveroso pubblicare la mail giuntaci qualche giorno fa dall’Ingegnere Capo del Comune di Santa Margherita di Belìce, Aurelio Lovoy, con la quale ci informa della messa in sicurezza del palo di pubblica Continua a leggere