Archivio della categoria: Ambiente

Menfi: notizie dal comitato NO BIOMASSE

 Oggi pomeriggio a Menfi, presso l’Oratorio S.Michele (ex Chiesa di S.Michele), dalle ore 17, si terrà un incontro dal titolo: “NO BIOMASSE A MENFI – CASO TRE TIGLI“.
Inoltre, tutti i cittadini di Menfi, e anche quelli dei paesi vicini visto che l’argomento interessa un po’ tutto il nostro territorio, sono invitati a partecipare alla seduta del Consiglio Comunale Aperto che si terrà martedì 6 marzo c.a. alle ore 20,00 Continua a leggere

Programma condiviso: Il Cittadino e le economie (Prima parte)

 Nuova puntata del nostro Programma Condiviso.
Il Cittadino e le economie (Prima parte)
AGRICOLTURA
Il Movimento vede con chiarezza e sottolinea l’orgoglio di vivere in un paese con un’economia a forte connotazione agricola ed è per questo motivo che chiede una Continua a leggere

Sogeir: premialità per conferimento presso l’ecomobile

di Francesco Sciara
Un gruppo di margheritesi, con una nota indirizzata alla Sogeir Ato AG 1 nella persona del commissario liquidatore Vincenzo Marinello, ha chiesto il rimborso econo-mico relativo alla premialità spettante ai cittadini che hanno conferito direttamente i rifiuti differenziati presso l’ecomobile situato nello spiazzo adiacente la scuola elementare. Continua a leggere

Operazione Salva la Palma (con sondaggio)

salvataggioOperazione Salva la Palma.
Ridiamo vita alle palme come le piante danno a noi la vita. 
Fund Raising, letteralmente significa raccolta fondi.
Questo è quel che proponiamo ai cittadini di Santa Margherita di Belìce. Una raccolta fondi utile a salvaguardare le palme della nostra cittadina aggredite dal punteruolo rosso. Un insetto che sta facendo strage di cuori (di palma). L’intento di questa iniziativa, prettamente popolare, mira all’acquisto di fitofarmaci che riescano a prevenire gli “attacchi” del punteruolo rosso alle palme.

Le piante, tutte le piante e quindi anche le palme, innescano la reazione chimica conosciuta come fotosintesi clorofilliana. Come tutti bene sappiamo, la fotosintesi è quel processo attraverso il quale la pianta, durante le ore diurne, dopo un processo chimico interno, rilascia nell’aria ossigeno. L’ossigeno, immesso nell’aria dalla pianta, è quella sostanza che noi tutti respiriamo e che ci permette di rimanere in vita. È nostro dovere aver cura delle piante e, nel caso specifico delle palme che, nel nostro paese, a causa del punteruolo rosso, si stanno decimando.

Noi margheritesi dobbiamo prenderci cura del nostro paese, perché ci viviamo. Averne cura significa aver cura di noi stessi e dei nostri figli. Quello che chiediamo ai nostri concittadini è un contributo libero per ridare vita alle palme come le piante danno a noi la vita.

Il Movimento oggi sponsorizza con ottimismo la proposta giunta dal nostro amico Ivan Guardino e per sondare il terreno vi propone, appunto, un sondaggio per capire se quella della raccolta fondi sia una strada percorribile per raggiungere l’obiettivo del trattamento preventivo delle palme di Santa Margherita.


Sondaggi 

Sondaggi | 
 
In funzione dei risultati di questo sondaggio esplorativo metteremo in atto tutto quanto nelle nostre possibilità per raccogliere fondi, contando nella collaborazione di tutte le associazioni locali, e tenteremo di dare una speranza di sopravvivenza alle martoriate palme di Santa Margherita.

N.B.
Potete rispondere anche nei commenti sul correlato articolo che sarà pubblicato anche sul nostro profilo Facebook.

Menfi: PEAC, il sindaco Botta sollecita la Presidenza del Consiglio

peac_215x400Riceviamo e pubblichiamo…
È dal 22 marzo 2011 che l’amministrazione comunale ha inviato alla Presidenza del Consiglio la proposta di delibera riguardante l’Approvazione delle direttive generali per la formazione del Piano Energetico Ambientale Comunale. Da allora sono passati invano parecchi mesi senza che le direttive fossero poste all’ordine del giorno del consiglio comunale.  
Oggi l’amministrazione Botta, con l’assessore all’Ambiente Di Carlo, torna a sollecitare il Presidente del Consiglio Comunale Antonino Buscemi con una lettera dai toni inequivocabili con la quale si vuole rimettere al centro del dibattito un tema serio come quello della pianificazione territoriale in funzione della razionalizzazione delle diverse fonti energetiche alternative così da mettere al riparo da possibili speculazioni il territorio menfitano.
 Di seguito il testo integrale della lettera inviata al Presidente del Consiglio Comunale di Menfi.
 “Con la presente per evidenziare che, anche se la stesura di un Piano Energetico Ambientale Comunale prevista dalla L. 10/91 art 5 comma 5 è obbligatoria per i Comuni con popolazione superiore a cinquantamila abitanti, questa Amministrazione intende dotare il Comune di un proprio Piano Energetico Ambientale Comunale (PEAC).
 Pertanto – scrive l’Assessore Nino Di Carlo – si chiede di iniziare, il più celermente possibile, il relativo confronto in Consiglio Comunale al fine di dare l'indirizzo al tecnico incaricato per la relativa stesura. Ricordo che la redazione del Piano Energetico Ambientale è anche definita con lo scopo di avviare la procedura di valutazione ambientale strategica (VAS), prescritto dalla normativa. Infatti la Direttiva 2001/42/CE introduce il processo di VAS quale strumento finalizzato a garantire l’integrazione della variabile ambientale nei processi di pianificazione, attraverso l’interazione tra la pianificazione e la valutazione durante tutto l'iter di impostazione e redazione del piano o programma.
Tenuto conto dell’importanza dell’istituendo documento di Piano e dei suoi obiettivi strategici, sia dal punto di vista urbanistico ma soprattutto ambientale, si ha la necessità di avviare tutte quelle procedure finalizzate alla razionalizzazione delle diverse fonti energetiche alternative, tenendo come principio base che il nostro territorio, con le sue bellezze paesaggistiche, deve essere preservato soprattutto da possibili speculazioni.
Per quanto detto – conclude l’assessore Di Carlo – si invita la S.V. a dare riguardo all’iter consiliare per la proposta di deliberazione n. 16 del 22 marzo 2011, già presentata a codesta Presidenza, per sottoporla all’approvazione del Consiglio Comunale”. 

Biglietto di presentazione !! ……

L'ingresso del paese, di solito è uno degli elementi piu curati, villette, piante e fiori, statue e simboli, insomma, come si dice, di solito è il biglietto di presentazione……..
Il nostro biglietto di presentazione sembrava stesse per diventare una cosa seria, un grandissimo simbolo proprio non appena si arriva dalla strada statale, una bella ?!? rotatoria, piante, fiori, acqua che non mancava…….eppure questo è lo stato di abbandono, proprio nei mesi piu particolari dell'anno, parliamo di Novembre e Dicembre che con il suo natale dovrebbe riempire le strade di luci e di colori.

munnizza2

Rangers d'Italia: le foto della discarica di amianto

repoQualche giorno fa abbiamo pubblicato l’articolo di un quotidiano in cui si parlava di una segnalazione effettuata dai Rangers d’Italia Nucleo di Santa Margherita e Montevago, su una discarica abusiva di amianto nel territorio di Santa Margherita di Belìce. Continua a leggere

Rangers d'Italia: discarica abusiva di amianto a Santa Margherita di Belìce

Riceviamo dai Rangers d’Italia Nucleo di Santa Margherita & Montevago e pubblichiamo l’immagine di un articolo di giornale su una discarica abusiva di amianto nel territorio di Santa Margherita di Belìce. Segnalazione Discarica Abusiva Di Eternit

Reportage Fotografico: Rifiuti al "paese vecchio"

repoDopo aver visto le cataste di amianto, sorte in giro per il nostro territorio, oggi mostriamo come si presenta parte del nostro “paese vecchio” terremotato. Degrado su degrado.
Non basta aver abbandonao del tutto, i ruderi delle vecchie case, le vie caratteristiche e i vari ricordi, ante sisma del 1968; alle erbacce e alle sterpaglie, si aggiungono i rifiuti. Continua a leggere

Reportage Fotografico: S.Margherita di Belìce piena di amianto

repoCome anticipato ieri, iniziamo oggi con un breve reportage fotografico del territorio margheritese, per far rilevare a chi già non lo sapesse che siamo letteralmente circondati da amianto, e anche per spingere qualche nostro amministratore particolarmente illuminato a darsi da fare per bonificare al più presto le nostre campagne, le nostre strade e le nostre periferie. Continua a leggere

Rangers d'Italia: tanti rifiuti a Santa Margherita

Scan 1Riceviamo e pubblichiamo una lettera che i Rangers d’Italia hanno inviato giorni fa al Comune di Santa Margherita di Belìce, per segnalare la presenza di discariche abusive e chiedere di rimediarvi in tempi brevi.
Saranno prese delle misure contro di esse? Ci sarà mai una vera azione contro chi sporca il nostro comune, oltre quell’uscita ad effetto del cartello “Vastasu”? (Qui, e qui alcuni articoli che a suo tempo abbiamo pubblicato)   Continua a leggere

Villa Comunale: una Passeggiata abbandonata

repoQualche giorno fa abbiamo fatto una passeggiata lungo la famosa Passeggiata della Villa Comunale.
Abbiamo trovato un luogo letteralmente abbandonato, nonostante fossero passati pochi giorni dalla sua riapertura al pubblico, dopo anni di chiusura totale.
Abbiamo fatto alcune foto: eccovi un breve reportage: Continua a leggere

S.Margherita di Belìce: Fogna a cielo aperto…

cacca(2278) Desideravo sottoporre all’attenzione dell’amministrazione comunale, il grossissimo problema che sta avvenendo nei pressi della statale S.S 188, vicinissimo alle case popolari in via Donatello, per intenderci la stradina che collega la statale al Cannitello, di fronte dove era situata la scuola Villaggio Messina.
Il fetore è a dir poco nauseante, alle case adiacenti fin alle case popolari arriva in maniera netta e devastante, le zanzare che sembrano aumentare a dismisura  a Santa Margherita, hanno trovato un luogo dove moltiplicarsi ed infettarsi dalle acque nere che sgorgano dalla strada…..eppure il segnale trovato davanti mi fa presupporre che qualcuno dell’amministrazione sia a conoscenza del fatto!, ma sembra ancora non  esserci risoluzione.

Sembra che la disinfestazione a Santa Margherita non abbia provocato miglioramenti, anzi, questa estate mi sono trovato a dovere combattere con gli scarafaggi davanti porta, giravano indisturbati fino alla piazzetta dove i miei figli e tantissimi altri giocano la sera e il tardo pomeriggio, una selva di zanzare tigri inferocita, allieta le nostre notti e i pomeriggi di lavoro…..ma insomma che sta succedendo a Santa Margherita??
Non si riescono nemmeno a risolvere i normalissimi problemi di routine??, non si trovano le aziende che riescono a fare una giusta disinfestazione??? spendiamo 30.000 euro per una programmazione estiva per niente brillante e poi viviamo in mezzo ai liquami e gli insetti??

Mi rivolgo al nostro primo cittadino chiedendogli che intenzione ha per risolvere la problematica, ho sentito in questi giorni dibattiti davanti a politici regionali, ho visto tavoli tecnici per cercare di migliorare la nostra precaria situazione, ma insomma è inutile pensare di fare una ordinanza dove si vieta ai parlamentari di passare da Santa Margherita, TANTO IN QUESTE CONDIZIONI NON CI PENSANO PROPRIO DI PASSARE DA QUI…

4