Cantina Corbera, montano le polemiche

Cantina Corbera(1020) Vi riportiamo l’articolo pubblicato su La Sicilia di oggi, a firma di Giuseppe Merlo…..
Alta tensione tra i soci della cantina Corbera. Uno strascico di polemiche ancora non sopite dopo una infuocata assemblea svoltasi alcuni giorni fa.


Il motivo scatenante, le difficoltà legate al pagamento delle uve conferite per la vendemmia 2009 evidenziate dal presidente del Cda, Paolo Femminella.
Impedimenti di natura tecnica come problemi di riscossione per l’importo di circa un milione di euro di quote sociali e di altre riscossioni per i prodotti venduti, comporterebbero ritardi nel pagamento dell’anticipazione delle somme richieste dai soci. Questi, nelle more, potrebbero rivolgersi ad una banca convenzionata con la Cantina e pagare interessi agevolati sulle somme richieste. Motivazioni e soluzioni aspramente contestate. Alcuni soci hanno chiesto di avere accesso agli atti contabili e di fare chiarezza sulla gestione della cantina. «Per chi vive solo di agricoltura – dicono in molti – non è concepibile non potere disporre delle somme dovute per il conferimento delle uve e pagare, se si ricorre ad un istituto di credito, interessi anche a tasso agevolato che aggravano sulla gestione delle nostre aziende».
Mentre le polemiche continuano in una sorta di guerra tra poveri, non sfugge agli operatori la crisi senza precedenti che ha messo k.o. l’intero comparto agricolo. In vari comuni della zona sono state consegnate centinaia di tessere elettorali in segno di protesta nei confronti di una classe politica.

Image Hosted by ImageShack.us

9 pensieri su “Cantina Corbera, montano le polemiche

  1. Melina2811

    Visto che domani non avrò certo tempo, inizio da questa sera ad inviare i miei migliori auguri di Buon Natale e Buon Anno a tutti.
    Ciao da Maria

  2. utente anonimo

    CREDO CHE QUESTI AMMINISTRATORI DOVREBBERO AVERE IL BUON SENSO DI DIMMETTERSI….CI DICANO COME HANNO PASSATO LE VACANZE IN CINA O NEI PAESI DELL?EST::LO SCORSO ANNO DIMISSIONI SUBITO ..BASTA….

  3. utente anonimo

    ..Ci dicano cosa sono andati a FARE IN CINA COSA HANNO FATTO::COM’é STATA LA GITA?????? e NEI PAESI DELL’EST L’ANNO SCORSO COME VI SIETE TROVATI???? COM’é IL CLIMA???????? BRAVI COMPLIMENTI……
    ………..DIMETTETEVI….VI SARETE DIVERTITI SICURAMENTE…

    CREDO CHE OGNIUNO CHE VA AMMINISTRARE UNA COSA
    PUBBLICA  DOVREBBE PRESENTARE IL SUO PATRIMONIO PRIMA E DOPO……BASTA SIAMO STANCHI…
    D I M I S S I O N I   S U B I T O

  4. utente anonimo

    Brutta storia questa, brutto natale, altro che auguri.
    E’ un disatro, siamo alla frutta, questo è il punto. Non so se ci sono responsabilità imputabili agli amministratori o alle ditte che ritardano nei pagamenti, so solo che i soci e in particolare quelli che vivono solo di agricolltura sono nella merda fino al collo. Il punto è che non vedo grandi vie d’uscita da questa situazione.
    Mi dispiace veramente per quelli che ancora oggi vanno nei campi, ormai senza passione, ma ch elo fanno perchè lo devono fare. E’ triste, è molto triste.
    Altro che crisi economica alle spalle, altro che ottimismo qui è tutto presente e probebilmente anche fututro.
    Con buona pace della sicilia onesta che produce

  5. utente anonimo

    Spero e mi auguro che l’ASSEMBLEA del 28 POSSA CHIARIRE ALCUNE COSE..e che PRENDA DEI PROVVEDIMENTI PER GLI AMMINISTRATORI CREDO che abbia ragione il post 3 D I M I S S I O N I   S U B I T O
    o sarebbe meglio fare intervenire gli organi di controllo competenti…

  6. utente anonimo

    ma se la cantina ci sperpera i nostri soldini per andarsene in cina, per l’estate marghreritese, per il premio lettrario, per la mostre di giambecchiana e spente più di cinquanta mila euro, a noi che con i sodici ci campiamo cosa ci resta ?
    i debbiti.
    sono spreconi e mali gestori.
    un Natale di poverta speriamo che hanno la dignita di antarsene a casa tutti.
    Contadino incaz..

  7. utente anonimo

    Oh, il Sud è stanco di trascinare morti
    in riva alle paludi di malaria,
    è stanco di solitudine, stanco di catene,
    è stanco nella sua bocca
    delle bestemmie di tutte le razze
    che hanno urlato morte con l’eco dei suoi pozzi,
    che hanno bevuto il sangue del suo cuore

    Mi affido a Quasimodo perchè non trovo parole migliori per esprimermi…
    VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA…. un paese senza speranza perchè un oligarchia bietta avida e rapace l’ha messo in ginocchio!!!VERGOGNATEVI!

I commenti sono chiusi.