12 pensieri su “Acculturiamoci…il Gattopardo e due

  1. utente anonimo

    “il sonno,un lungo sonno ,questo è ciò che i siciliani vogliono ed essi odieranno coloro che vogliono svegliarli”. aveva ragione il principe?a quanto pare parlava del post n°1 .complimenti trovo molto utile questa iniziativa.

  2. IlMovimento

    se questi filmati non ti piacciono egregio pseudoanonimo basta non guardarli

    Noi pensiamo invece che sia utile far risentire le parole del Gattopardo

  3. innocenzop

    Amico del post 1 e dei successivi non pubblicati… non ti affannare a ribadire un concetto gia’ espresso col solo commento 1.

    Quello che dovevi dire lo hai detto e anche noi abbiamo risposto.

    I post sono “facoltativamente” leggibili e la sensibilita’/intelligenza che ha ognuno do Noi fa di volta in volta scegliere se e cosa leggere.

    I commenti inopportuni e che ripetono cose gia’ espresse (sempre in maniera inopportuna) non vengono pubblicati.

    Se qualcosa di nuovo da comunicare siamo a Tua disposizione.

  4. utente anonimo

    Piuttosto che dire, tu, basta, basta te lo chiedamo i frequentatori del Blog. Fai qualcos’altro guarda la tv, gioca con la Psp o liberamente altro. Grazie

  5. utente anonimo

    Questo dialogo è di una attualità impressionante. C’è davvero l’essenza della sicilianità. ECCEZIONALE!

    Maurizio Marino

  6. utente anonimo

    Non capisco come, avendi “in casa” uno scrittore “profondo, chiaro e circonciso (pardon coinciso) come l’autore del post n° 1, il celeberrimo e mai sufficientemente citato “utente anonimo”, continuiamo ad appassionarci tanto al buon Tomasi di Lampedusa, che come si vede lo ha stremato se non altro dal punto di vista letterario. Valorizziamo piuttosto igli aurei ed edificanti parti letterari dell’anonimo N° 1, che ci accultura dall’alto della sua abbissale incultura, e vedrete che ce li troveremo utili, se non altro per “incartare le resche per i gatti”. E poi, come disse Giobbe alla mosca importuna, ” anche lei, pur se camorriosa, ha diritto a vivere”

    Giacomo Giuffrida Samonà.

  7. utente anonimo

    … i Siciliani non vorranno mai migliorare perchè si considerano perfetti. La vanità in loro è più forte della miseria….

    Niente di più vero

    Grazie al Movimento per questi momenti di riflessione

I commenti sono chiusi.