10 Consigli a… Giorgio Mangiaracina

Inauguriamo una serie di post, anticipando che dopo l’ex sindaco, architetto Giorgio Mangiaracina, i nostri modestissimi consigli saranno rivolti a parecchi altri politici margheritesi. Nel periodo concitato che precede l’apertura della campagna elettorale, non ci limitiamo a criticare. Il nostro intento è quello di dare dei suggerimenti, a nostro avviso, utili. Si tratta di spunti per noi significativi, ma magari incompleti, non esaurienti, opinabili, magari superficiali, di poco conto rispetto ad altre questioni. Noi lanciamo il sasso (senza nascondere la mano!), apriamo il confronto, sta a voi, a tutti, partecipare.

Che consigli dareste all’architetto Mangiaracina?

  1. Fare chiarezza. Aleggiano misteri, si vocifera di inciuci, tradimenti, congiure. Tutto perché non è chiaro a cosa aspira l’architetto Mangiaracina. Sindaco, vicesindaco, presidente del consiglio: su che poltrona vuole sedere?
  2. Amici e/o nemici. Chi sta con l’ex sindaco dagli occhi blu? Dichiarazioni e smentite non si contano più. Chi dei vecchi alleati? Quante new entry? Chi, deluso, ha sbattuto la porta? Sarebbe così semplice se si sapesse!
  3. No all’ostinazione. Ricoprire la carica di sindaco è un onore e un onere.  Qualcuno vi giunge; a qualcuno è dato di prolungare un primo mandato; ad altri no. Sono le regole del gioco. Prima si accettano, meglio si vive. Trasformare il desiderio di una rielezione in una fissa è deleterio. I bravi politici possono contribuire in tanti vari modi al bene comune.
  4. Chiedere scusa per i circoli. Ecco un esempio di cosa potrebbe dire: “A tutti capita di sbagliare. Margheritesi scusatemi, mi sono venuti male”.
  5. Chiedere scusa anche per il cimitero. Esternalizzare i servizi cimiteriali era davvero l’unico modo per avere un cimitero pulito? Quanto ci costa l’ordine e la pulizia?
  6. Rinnovare il look. Ancora e solo Burberry?!? In cantina il passato, a cominciare dal guardaroba.
  7. Cambiare i riferimenti politici. Ricordiamo nitidamente il comizio per la chiusura della passata elettorale tenuto dall’allora governatore Cuffaro. Forse sarebbe stato il caso di scegliere “meglio”. Oggi basterebbero due parole per prenderne le distanze e magari farsi promotore ed organizzatore della prossima manifestazione antimafia.
  8. Valorizzare il ruolo del consiglio comunale. A quanto ci è sembrato di capire le competenze del consiglio variano da funzioni essenzialmentenormative, di approvazione del bilancio e di controllo politico sugli organi esecutivi con un ruolo paragonabile a quello del parlamento a livello statale, alla concentrazione in un unico organo delle funzioni altrove ripartite tra consiglio e organi esecutivi. Forse si poteva evitare di “consegnare alla Sogeir” la maggioranza di un organo così importante.
  9. Fare outing. Liberarsi di un peso che si porta da sempre sulla coscienza fa sempre bene; caro ex-sindaco, è arrivato il momento di dirlo: i temi di italiano li ha sempre copiati, vero?
  10. Promettere e mantenere. Onorio Abruzzo, in una intervista che le ha fatto durante la fiera di settembre le aveva fatto dire cose che sembravano incredibili, specie se dette da lei, aveva detto ben venga il dialogo, aveva detto che era ben accetto il confronto, ecc. ecc. noi le abbiamo dedicato pure un post per dirle di parlare con noi, avevamo voglia di chiederle un sacco di cose e lei ci ha lasciato così, con un pugno di mosche. Parliamoci chiaro: manifestare le proprie intenzioni e poi lasciare che rimangano solo parole non è un buon inizio in politica ma, nel suo caso, neanche una buona continuazione.

10 pensieri su “10 Consigli a… Giorgio Mangiaracina

  1. mcn

    da qualche anno segue, seppur annoiato, i post e i commenti di questo blog e debbo dire che ogni anno che passa siete sempre piu’ fazziosi, pretestuosi e inconcludendi. invece di fare le domande a mangiaracina o a valenti o a chi che sia, perchè non ve li fate voi quattro domande???
    ad es. 1. quando dite a Mangiracina di parlare con VOI ma chi cazzzzzz!!!! siete voi, siete Milano, Augello, Serra o qualche altro scienziato che lavora fuori con la bocca piena di legalità???
    2. cosa avete fatto voi per Santa Margherita di Belice??
    3. siete con Bonifacio, Valenti, D’Antoni, Ventimiglia, Cacioppo oppure con nessuno, tanto criticare e meglio di lavorare??
    4. siete ancora convinti che nel 2012 c’e’ gente pronta ad ascoltare le vostre cazz.

    saluti MCN

  2. Scoop Etta

    Forse non è attinente all’argomento del post, ma volevo riporre la vostra attenzione riguardo uno scoop che ho sentito ieri sera al bar. A quanto pare si inizia a delineare la seconda candidatura a sindaco. Infatti dopo l’avv. Franco Valenti, è stato trovato un accordo tra il sindaco Franco Santoro e il gruppo D’Antoni – Leo Artale. Sembrerebbe che l’accordo preveda 2 opzioni da valutare a giorni: o la ricandidatura di Santoro o la candidatura di Paolo D’Antoni. Qualche “maligno” vociferava già da tempo che c’era un accordo di questo tipo tra il sindaco uscente e l’ex capo gruppo di opposizione insospettito da atti e da “vaghi” comportamenti.

  3. Scoop Ino

    Alla faccia della coerenza!!!!

    Maggioranza e opposizione assieme. Ancora prima che finisca il mandato!

    ALLEGRIIIIIIIAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  4. 1consiglio X voi

    Premetto che chi si appresta per la prima volta a leggere le notizie, le informazioni, le critiche, le accuse e le provocazioni di questo blog e vuole conoscere esattamente chi si identifica dietro il nominativo de “Il Movimento” difficilmente potrà trovare una risposta al suo interrogativo, almeno sulla base dalle informazioni che si rinvengono dal sito.
    Ma, spinto dalla curiosità di conoscere chi si asserraglia dietro uno scudo virtuale, un lettore più interessato, con qualche ora di tempo da perdere, può approfondire la ricerca andando a scartabellare i vari post alla ricerca di qualche firma degli autori. Ma ci si trova dinanzi ad una impresa immane e, in considerazione della miriade di post pubblicati in questi 5 anni, è meglio rinunciarci o percorrere altre vie.
    La via più semplice, potrebbe sembrare a questo punto quella chiedere all’opinione pubblica delle informazioni sugli autori del blog, cercando di capire chi si cela dietro il nome de “Il Movimento”. Ed è quello che è stato fatto in mezza giornata.
    Dalla interessante intervista rivolta all’opinione pubblica, sono emersi dei dati piuttosto soddisfacenti che complessivamente possono costituire un buon punto di partenza.
    Partiamo da un dato: oltre il 90% delle persone intervistate sconosce l’esistenza del vostro blog. E questo è un dato estremamente significativo che non va trascurato. Detto questo, il restante 10% del target intervistato alla domanda “Chi sono i ragazzi del Movimento” ha fornito le seguenti risposte:
    • Sono i ragazzi che sostengono Franco Valenti
    • Sono i ragazzi che hanno sostenuto Rosario Scaturro alle scorso elezioni
    • Sono i ragazzi che sostenevano Franco Valenti
    • Sono i ragazzi che sostengono Tanino Bonifacio
    Alla domanda “chi sono i Nomi dei Componenti del Movimento “, queste le risposte:
    • Giuseppe Serra
    • Vito Antonio Augello
    • Giuseppe Augello
    • Rosario Scaturro (già candidato alle scorse elezioni)
    • Melchiorre Titone
    • Anna Carmen Armato
    • Giuseppe Milano
    • Andrea Perricone
    • Roberta Perricone
    Facendo un piccolo ragionamento e fissando due postulati sui dati ottenuti emerge un ulteriore dato non trascurabile.
    – Postulato n°1 : Scaturro ha preso le distanze dal Movimento. Oggi si identifica in un altri gruppi/associazioni apparentemente apolitici (Sogni D’Oro).
    – Postulato n°2: Gente come la Armato, i Perricone e Milano per questioni di lavoro o studio vive da anni fuori dal contesto margheritese.
    Se i due postulati sono veri (e vi invito eventualmente a confutarli fornendo plausibili giustificazioni) allora una cosa è certa. Oggi, si può affermare con certezza (stando alle risposte fornite dall’opinione pubblica mergheritese) che del Movimento ne fanno parte attiva esclusivamente 4 giovani, ed in particolare: il Farmacista Giuseppe Serra, il Commerciante Melchiorre Titone, Il Medico Giuseppe Augello e l’aspirante avvocato Vito Antonio Augello.
    Se è cosi a questo punto chiedo al Movimento, anzi ai suoi componenti, di dimostrare pubblicamente di avere il coraggio di esternare realmente le loro idee e di suggerire i 10 consigli, di cui al presente post, personalmente all’arch. Mangiaracina. Domani potrebbe essere un grande giorno per Voi. Alle 17 al Teatro Sant’Alessandro troverete il vostro diretto interlocutore e se è vero come dite che Voi “tirate il sasso e non nascondete la mano” potrete pubblicamente porre tutti i quesiti che volete, mettendoci per una volta la Vostra Faccia. Potete aprire il tanto auspicato dialogo ad esempio chiedendogli di fare chiarezza, se dubitate che non terrà fede agli impegni assunti con Franco Valenti. Potete chiedetegli dei circoli, del cimitero e della Sogeir. Chiedetegli se è a favore della mafia o se ha intenzione di prendere le distanze. Rendetevi disponibili ad impartirgli delle lezioni di grammatica italiana, approfondendo le regole, l’ortografia, la sintassi prima delle prossime elezioni (…tanto si sa che voi del Movimento siete delle personalità premiate con il Nobel per la letteratura).
    E infine, suggeritegli un nuovo look, magari un total black alla Tanino che ultimamente sembra che vi affascini parecchio…
    Vi aspettiamo, un microfono è riservato solo a Voi.

  5. 1consiglio X voi

    Sommerso dai numerosi dati statistici raccolti, ho dimenticato di mettere in evidenza altri due fattori semplicemente menzionati ma non sufficientemente approfonditi nella precedente analisi.
    1. Stando all’analisi statistica condotta su un campione rappresentativo di persone, il 90% della gente margheritese non vi conosce affatto. Questo è una dato su cui dovreste attentamente riflettere e che la dice lunga sul fatto che tutto ciò che avete fatto finora è passato nell’anonimato. Come per dire: “chi caz.. siete?”. Nessuno vi conosce perché probabilmente non avete fatto nulla per suscitare l’interesse dell’opinione pubblica. Bisogna cambiare strategia, i numeri parlano chiaro.

    2. La seconda considerazione è più che altro una domanda da rivolgere a Voi. Considerato che la gente intervistata, alla domanda “Chi sono i ragazzi del Movimento”, ha risposto in modo molto discordante, al fine di fare chiarezza almeno tra quelle poche persone che vi conoscono, vi invito a dare una risposta scegliendo una tra le seguenti opzioni:

    I ragazzi del movimento sono:
    1. Sono i ragazzi che sosterranno Franco Valenti incondizionatamente
    2. Sono i ragazzi che sosterrebbero Franco Valenti ma non li convince l’entourage che lo circonda
    3. Sono i ragazzi che sosterranno Tanino Bonifacio incondizionatamente
    4. Sono i ragazzi che sosterrebbero Tanino Bonifacio ma non li convince l’entourage che lo circonda
    5. Sono i ragazzi che non riescono a trovare una collocazione perche non compresi dalle forze politiche
    6. Sono i ragazzi a cui piace criticare anzichè fare proposte concrete
    7. Altro, specificare

    In considerazione del fatto che ognuno di voi può avere giudizi discordanti, è possibile segnare una o più risposte. Al fine di rendere più attendibile l’analisi vi preghiamo di fornirci scrupolosamente le percentuali di ciascuna risposta.

    Grazie
    F.to
    Ufficio Indagini Statistiche

  6. ilmovimento Autore articolo

    Notiamo che dal primo al secondo commento dell’ufficio indagini statistiche, le varie opzioni su chi siamo sono aumentate esponenzialmente. Di fronte a tutte queste possibilità rimaniamo spiazzati. Cosa scegliere? Quale sarebbe la scelta migliore?
    Proviamo a rispondere brevemente: manca l’opzione più adatta a noi.
    Non ci fidiamo ciecamente di nessuno e non daremo il nostro “appoggio” ciecamente a nessuno. Fare le cose bendandoci gli occhi non è cosa usuale per noi.
    Riscontriamo poi, nei tuoi commenti, delle osservazioni da fare:
    – una discordanza: dici che abbiamo scritto una miriade di post e non trovi nessuna proposta? Solo critiche? Siamo certi che se ti applichi di più, riuscirai anche tu a trovare qualche sparuta proposta;
    – un consiglio (per te stavolta): invece di girare e fare sondaggi alla gente, potevi accedere su Facebook, sulla nostra pagina e potevi vedere gli amministratori; forse qualcosa quelle foto ti avrebbe suggerito;
    – una precisazione: il nostro scopo era quello di destare la tua attenzione, ora che ci siamo riusciti possiamo pensare a quel tuo 90% che dici non ci conosce.

    Grazie..

  7. los meriglio

    Bello il post, un pò meno i commenti.
    Ma perchè dire il 90 per cento no vi conosce? A me sembra che sul sito del movimento ci vadano tutti, ma nessuno lo dice….papabili intendo.
    E’ una piazza bellissima, da Menfi pubblicano notizie, da Montevago si scambiano i comunicati, figurati se a SMB non lo guardano e lo consultano.
    A me francamente non me ne importa se dietro ci siano tizio, caio o sempronio. So solo che è l’unico strumento ch emi permette si essere informato.
    La cosa che ho sempre sostenuto è che il movimento è piazza, come tale ospita tutte le voci, ovviamente può avere una linea, deve avere una linea politica, allora che male c’è, posso io pretendere a chi decide quale post pubblicare di pensare? No. Allora ringrazio tutti quelli del movimento che pubblicano di tutto e, che commentano faziosamente, sta a me decidere se condividere o no, però so.
    Questo è uno strumento importante e va bene così per come è. Grazie per tutte le volte che avete pubblicato notizie di ogni genere. Faziose? ma chi se nefrega…
    salute

  8. GM

    Il mio voto è per voi, ragazzi del movimento, a prescindere da chi fate scendere in campo.

  9. ti smeriglio

    Per Los meriglio.
    Se ti è piaciuto il post lo avrai sicuramente letto e avrai notato che in premessa recitava così: “Noi lanciamo il sasso (senza nascondere la mano!), apriamo il confronto, sta a voi, a tutti, partecipare.”
    Fatta questa precisazione, concordo in parte con il tuo pensiero che Il Movimento deve essere una piazza che, seppur virtuale, può essere un “luogo” di scambio di idee, proposte ed opinioni. Ma se nel bel mezzo di una campagna elettorale vedi che uno degli interlocutori della piazza (virtuale) invoca l’apertura di un dialogo devi necessariamente sapere con chi stai parlando… Altrimenti non avrebbe senso parlare di dialogo, sarebbe più opportuno parlare piuttosto di provocazioni o accuse gratuite.
    Ti invito, pertanto, a riflettere su una massima che dice: “Fai in modo che il tuo discorso sia migliore del tuo silenzio oppure taci” (in altre parole: statti mutu a lu postu di scriveri minchiati).

  10. Los meriglio

    Grazie per il consiglio che, sentitamente, ricambio. Mi permetto inoltre di invitarti a leggere bene, sapendo che esercizio ben piu’ difficile sia comprendere e capire cio’ che si legge, tuttavia provare a leggere bene potrebbe essere un inizio. Ma non mi interesse un accidente se uno degli amministratori del sito sta da una parte o dall’altra. Non hai capito niente di quello scrito sopra da me, ma penso che non abbia capito neanche il post. Non posso farci niente e neanche me ne dispiaccio piu’ di tanto, l’unica riflessione che mi permetto e’ di considerare questo blog come un patrimonio, altrimenti prova a fare tu una cosa simile.
    Salute
    Ps Ti smeriglio, pessima scelta…meglio tis meriggio, se non capisci la differenza, pazienza non e’ scritto in nessun posto che dobbiamo comprendere e capire tutto

I commenti sono chiusi.